Un’aggraziata pianta d’appartamento: il Ficus beniamino

I ficus sono piante robuste che ben si adattano alla vita d’appartamento. Si tratta di piante di origine tropicale decisamente ornamentali, la loro popolarità tra le mura domestiche è senza dubbio meritata.

Ficus benjamina

Ficus benjamina

Il Ficus più noto è la varietà beniamino (Ficus benjamina o Ficus bengiamin). E’ una pianta dalle foglie di piccole dimensioni, dalla consistenza leggera, di colore verde intenso o variegate nelle tonalità del bianco e del giallo. Questa varietà di ficus è conosciuta anche come “fico piangente” o “fico pendulo” proprio per il caratteristico portamento dei rami, che tendono a ricadere con grazia e eleganza in particolare negli esemplari adulti.

Si tratta di una pianta in grado di resistere molti anni (alcuni esemplari superano immuni i 20 anni di vita), Si adatti con facilità ad ogni tipo di ambiente in un periodo decisamente breve. Non è raro che la pianta perda un gran numero di foglie, destando senza dubbio l’allarme del proprietari; se si verifica una situazione di questo tipo non è necessario preoccuparsi, la pianta sopravvivrà senza subire nessun tipo di danno. Capita che questa pianta perda il fogliame ogni volta che ma sopporta qualche situazione: per esempio ciò accade quando riceve poca luce, o quando è soggetta a correnti d’aria, oppure se riceve poca – o troppa – acqua. Appena individuerete quale causa “infastidisce” il vostro ficus non vi resta che eliminarla, l’esemplare si riprenderà velocemente. Inoltre un moderato ingiallimento del fogliame, con conseguente caduta, concentrato alla fine dell’inverno, è del tutto normale: solitamente precede la ripresa della crescita vegetativa della stagione primaverile.

Se la pianta si trova nelle condizioni ottimali è in grado di crescere fino a 5 metri di altezza, diventando davvero maestoso. Nella fase giovanile è importante sorreggere il fusto con un tutore, per evitare che il peso eccessivo ne pieghi, e spezzi, la struttura. Il tutore deve essere alto almeno quanto la pianta e va inserito nel terreno per circa 10 centimetri. Il fusto, per garantire una buona stabilità, va legato alla base, a metà e giusto sotto l’apice: per la legatura utilizzate materiale morbido in plastica o in rafia.

Come coltivare il Ficus

La pianta ha bisogno di essere posta in un luogo in piena luce; è importante però evitare i raggi diretti del sole, poiché questi potrebbero causare

Ficus Gold King

Ficus Gold King

fastidiose ustioni localizzate sul fogliame.

Per quanto riguarda la temperatura ideale di crescita si consiglia di mantenersi tra i 15 e i 25° C, anche se la pianta può resistere anche a temperature più alte (resiste tranquillamente a temperature comprese tra 10 e 35°C).

Il substrato ideale in grado di garantire una buona vegetazione è la classica miscela da piante d’appartamento: si tratta di un terriccio universale con scarso contenuto di torba. Nel periodo di maggiore crescita vegetativa, quindi tra primavera e estate, addizionate all’acqua di irrigazione una quantità di concime liquido per piante verdi, servirà per migliorare la produzione di fogliame e per renderlo più rigoglioso.

Questa pianta non ha bisogno di un eccessivo quantitativo di acqua, basterà garantire un’irrigazione moderata. Si consiglia di praticare l’irrigazione invernale ogni dieci giorni circa, in estate almeno ogni cinque giorni.

Se si esagera con le quantità di acqua si rischia l’ingiallimento del fogliame, con conseguente caduta dello stesso. Anche i ristagni idrici sono scarsamente tollerati, è quindi molto importante curare il drenaggio, stando attenti che l’acqua non si accumuli all’interno del sottovaso. Principalmente nel periodo estivo si consiglia di praticare delle quotidiane vaporizzazioni su tutto il fogliame, se non si può utilizzare acqua piovana è meglio utilizzarne priva di calcare.

Come ambientare il vostro ficus

pianta d’appartamento

Ficus Nuda

Fate molta attenzione a dove collocherete il ficus: questa pianta soffre le correnti d’aria, reagisce perdendo il fogliame.

A fine maggio, se ne avete le possibilità, spostate il ficus all’aperto, possibilmente in una posizione di mezz’ombra. E’ però molto importante modificare le condizioni di vita della pianta in maniera graduale, ha bisogno di abituarsi al nuovo ambiente. Se l’esemplare cresce più di un metro non è necessario procedere con un rinvaso: con l’arrivo della primavera eliminate i primi due centimetri di terriccio, sostituendolo con del nuovo. Procedete comprimendolo molto bene e coprendo completamente le radici.

Quali varietà scegliere

Esistono numerose varietà di ficus, tutte ugualmente ornamentali. Se preferite quelle con foglie variegate dal giallo al crema orientatevi sull’esemplare “Gold King”. La varietà di Ficus Beneamin “Nuda” ha invece fogliame stretto e ondulato. Un altro esemplare decisamente scenografico è il “Mini Gold”, caratterizzato da foglie molto piccole bordate di bianco.

Cosa fare se…

  • La pianta inizia a perdere fogliame apparentemente sano, dalla colorazione verde: l’esemplare riceve o poca luce, oppure si trova in un luogo freddo. E’ opportuno spostare il Ficus in un luogo luminoso e caldo. Se non fosse possibile, non è un grave problema, la pianta si adatterà. Difficilmente muore.
  • Il fogliame gradualmente sbiadisce, fino alla caduta; inoltre presenta scudetti nella pagina inferiore: si tratta di un parassita: la cocciniglia. Utilizzate prodotti specifici anti cocciniglia, il trattamento va ripetuto dopo dieci giorni.
  • Il fogliame ingiallisce e cade, sono presenti ragnatele nella parte inferiore della foglia: si tratta di un altro parassita: il ragnetto rosso. Trattate la pianta con acarica. E’ importante aumentare il grado di umidità: si consigliano vaporizzazioni quotidiane.
  • Si attesta un sostanziale afflosciamento e accorciamento del fogliame: l’aria è asciutta e il terriccio disidratato. Innaffiare con abbondanza
    Ficus Lyrata

    Ficus Lyrata

    e lasciare sgorgare l’acqua in eccesso.

Con quali altre piante abbinare il Ficus

Si tratta di una pianta decisamente elegante. Gli esemplari più grandi hanno la capacità di riempire completamente con la loro presenza i luoghi dove vengono collocati. Avendo un portamento molto leggero e ricadente è possibile abbinarlo con successo con altre varietà di Ficus. Scegliete esemplari con foglia larga, come il Ficus Elastica, o con le grandi foglie dalla tipica forma di violino, come il Ficus Lyrata. Un buon abbinamento è anche quello con una pianta a portamento eretto come la Sansevieria Cylindrica.

Grazie al suo aspetto leggero e aggraziato il Ficus si adatta alla perfezione in qualsiasi tipo di ambiente, dall’appartamento più classico, al minimal chic, fino allo stile orientaleggiante.

Piante grasse: consigli per mantenerle in ottima salute tutto l’anno
Sono piante provenienti da zone aride, dove l’acqua è scarsa a causa dei rari fenomeni piovosi. Linaeus, famoso botanico francese, studiò i cactus ...
Il ciclamino per colorare l’autunno
Il ciclamino è una pianta tipica della stagione fredda; facile da coltivare, ed è proprio in questa stagione grigia che è più facile godere della sua ...
Come scegliere l'albero di Natale
Si avvicinano le feste di Natale e ci ritroviamo a dover pensare all’acquisto dell’albero. L’offerta è vastissima, a partire dagli esemplari veri, ...
L’Hippeastrum, meglio conosciuto come Amaryllis: cura della pianta e curiosità
Come abbiamo precedentemente esposto l’hippeastrum può essere coltivato sia all’aperto che al chiuso. I bulbi conservati in questa maniera produrranno...
Piante officinali, piante medicinali e piante aromatiche
L’origine del nome è latina; deriva dalla parola “officina”, che si riferisce ai laboratori farmaceutici dove si lavoravano le erbe per creare compost...
Innaffiare le piante d’appartamento: tecniche di irrigazione
Per prima cosa bisogna tenere ben presente che ogni specie ha delle proprie necessità particolari per quanto riguarda il bisogno d’acqua. Esistono ino...
Le piante in casa: fertilizzazione e trattamenti fitosanitari
Normalmente le piante da appartamento riescono a crescere al meglio se si soddisfano i loro bisogni di acqua, luce e terra; ogni pianta ha poi necessi...
Cosa fare a Gennaio: gestire le piante in casa e sul terrazzo
Durante i mesi invernali orto e giardino hanno sicuramente bisogno di meno cure, ma per gli amanti delle piante i piccoli lavori da sbrigare non si fe...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!