Attrezzature da giardino utili: i biotrituratori

I biotrituratori sono degli ottimi alleati per il compostaggio. Sono delle utilissime macchine in grado di ridurre in maniera importante il volume di qualsiasi rifiuto prodotto dal giardino stesso. Il risultato sarà la produzione di un’ottima quantità di humus di prima qualità.

Come funzionano i biotrituratori

Qualsiasi operazione svolta in giardino, come tagliare le siepi, rasare il prato o semplicemente potare le piante, produce una quantità di rifiuti dal volume per niente trascurabile. Questa massa di rifiuti deve essere smaltita in qualche modo.

Attrezzature da giardino

Come funziona il biotrituratore

Il biotrituratore diventa un elemento indispensabile per trovare una soluzione a questo problema.

La macchina è infatti in grado di trasformare l’intera quantità di rifiuti in pezzetti piccolissimi, in grado di occupare meno di un decimo del volume iniziale. Ciò rende inoltre questo materiale di scarto perfetto per ottenere del compostaggio.

I biotrituratori funzionano in maniera differente a seconda del tipo di lame utilizzate: di base principalmente agiscono sfibrando o sminuzzando i rifiuti.

Biotrituratori per rami

Biotrituratori per rami

Le lame in grado di sfibrare risultano adatte per trattare i rami: questi vengono schiacciati e successivamente tagliati seguendo il senso longitudinale; questa particolare operazione viene chiamata cippatura e consiste nell’apertura completa delle fibre. Le lame in grado di sminuzzare sono invece ottime per tritare rami, foglie e erba, agiscono frantumando i rifiuti.

Solitamente si scelgono biotrituratori con lame adatte a sfibrare quando è necessario compostare rifiuti derivanti dalle potature degli alberi.

Biotrituratori con lame per sminuzzare sono perfetti per chi ha un giardino e si deve occupare della manutenzione, producendo rifiuti che vanno dal piccolo rametto fino ad una quantità ingente di fogliame.

Usare i biotrituratori è vantaggioso

Utilizzare i biotrituratori si rivela decisamente vantaggioso.

Se non potete, o non volete, acquistarne uno è possibile affittarli rivolgendosi a centri specializzati.

Tra gli innumerevoli vantaggi il più evidente è senza dubbio il fatto che nel giro di pochissimo tempo, questione di minuti, si riduce in modo sensibile il volume dei rifiuti prodotti dalle normali attività di giardinaggio.

Un altro vantaggio non trascurabile è che il biotrituratore rende compostabile praticamente qualsiasi tipo di rifiuto verde e marrone prodotto dal giardino, (o da qualsiasi area verde). In questo modo non saremo più costretti a trasportare tutti i rifiuti nell’area ecologica più vicina.

Inoltre il materiale ecologico, dopo questo trattamento, si decompone in tempi molto più brevi ed in maniera più uniforme, creando un compost di ottima qualità.

biotrituratore a benzina

Biotrituratore senza cesto di raccolta

Cosa controllare per scegliere al meglio

  • Motore: potete scegliere se orientarvi su un biotrituratore con motore elettrico o motore a benzina. Se scegliete un biotrituratore a benzina di sicuro avrà una potenza maggiore: si tratta di uno strumento adatto a grandi volumi, in più la scelta è obbligata se non si dispone di energia elettrica. Per un giardino di media grandezza, con una quantità di rifiuti limitata, si consiglia di scegliere un biotrituratore elettrico.
  • Imboccatura: l’inserimento del materiale di scarto all’interno della macchina deve risultare semplice e comodo, inoltre tutto deve svolgersi con la massima sicurezza. La dimensione dell’imboccatura regola anche la grandezza massima del materiale che ci si può introdurre all’interno. In più dovete controllare che l’imboccatura disponga di un sistema di protezione in grado di proteggere dagli eventuali contraccolpi dovuti dall’impatto tra il materiale inserito e le lame.
  • Tipologia di lame: come abbiamo accennato in precedenza possibile disporre di differenti tipi di lame a seconda dell’uso che se ne deve fare. Di base normalmente si può scegliere tra sfibratrici e sminuzzatrici. A seconda della lama scelta dipenderà la qualità del materiale prodotto dal biotrituratore. Le lame sfibratrici funzionano in modo ottimale sui rami, le lame sminuzzatrici sono ottime sia per i rami che per qualsiasi rifiuto verde.

    biotrituratore elettrico

    Scarti di giardino

  • Compattezza: è importante che la macchina, quando avrà terminato il suo lavoro, possa essere comodamente riposta senza occupare troppo spazio.
  • Cesto di raccolta: in questo caso si tratta di un accessorio non del tutto indispensabile, ma molto utile per evitare che il materiale prodotto dal biotrituratore si sparga liberamente sul terreno. In questo modo non sarà necessaria una fase ulteriore di raccolta.

Il LIMONE LUNARIO: la pianta ideale per la fioritura invernale
Il limone lunario è una pianta ormai considerata italiana a tutti gli effetti, di natura sempreverde. Proprio per questo è ideale la sua presenza a...
Pavimentazione per esterno: come pianificarla e quali materiali utilizzare
Sia i sentieri che le vie d’accesso sono le principali aree pavimentate attorno alla casa. La pavimentazione può essere usata anche per delimitare co...
La Melissa, una pianta officinale nota come Cedronella o Erba Limona
La Melissa è una pianta erbacea che può raggiungere dimensioni dai 40 centimetri al metro, cresce spontanea ma può essere anche coltivata. Le foglie h...
Fiori per giardini, balconi e aiuole in Aprile
Il gladiolo da valorizzare Aprile  è il mese giusto per curare i gladioli. Scegliete un luogo soleggiato per piantare i cormi, in breve tempo spu...
Andare in vacanza ad Agosto...ma chi cura le piante dell’orto e del giardino
Per chi possiede un giardino, ma soprattutto un orto, assentarsi per anche un breve periodo può risultare problematico. E’ comunque possibile prenders...
Quando scegliere il decespugliatore a benzina
Se il vostro giardino ha una conformazione a più livelli, oppure non è completamente pianeggiante, o ancora se esistono dei punti difficilmente raggiu...
Il Sedum, una pianta grassa dalle molte varietà e dalle poche esigenza
Il sedum è una pianta succulenta rustica, quindi dalle poche esigenze. Ha bisogno di un terreno ben drenante, possibilmente non fertile, e di una posi...
Hypericum un genere di piante medicinali
Hypercum è un genere di piante appartenente alla famiglia delle clusiacee originarie principalmente dell’Europa e del Nord America, ma anche dell’Asia...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!