Attrezzi da giardinaggio: il troncarami, come scegliere l’attrezzatura giusta per potare

Il troncarami è l’attrezzo necessario per potare senza fatica. Questo strumento è in grado di tagliare anche i rami più grandi senza particolari sforzi. In più si evitano le sfilacciature che potrebbero danneggiare la pianta.

Troncarami a incudine

Troncarami a incudine

Delle buone lame e un buon sistema di leva in grado di farci dosare al meglio le forze sono caratteristiche fondamentali di un troncarami efficiente.

E’ molto importante che le lame, oltre ad essere ben taglienti, siano dotate di un grip necessario per trattenere il ramo durante il taglio; ciò eviterà spiacevoli contraccolpi e tagli imprecisi. Per questo motivo è meglio scegliere lame ad uncino e non dritte. L’acciaio delle lame deve essere trattato in maniera particolare da mantenere il filo più possibile.

Come già accennato anche il sistema di leva dello strumento è decisamente importante. E’ infatti di grandissima importanza trasferire lo sforzo alle lame nel miglior modo possibile, senza doversi affaticare più del dovuto.

Di solito si pensa che più lunghi sono i manici dello strumento utilizzato, minore sarà lo sforzo da applicare. Tutto ciò andrà però a scontrarsi con la maneggevolezza, il peso e in ultimo anche la precisione del troncarami. Per ovviare di trovarsi ad utilizzare strumenti poco maneggevoli e dal peso decisamente rilevante ora si preferisce utilizzare dei sistemi dotati di ingranaggi utili a diminuire lo sforzo e a migliorare la precisione del taglio.

Strumenti di questo tipo, diminuendo la lunghezza del manico, ne guadagnano assolutamente in maneggevolezza.

Quando ci si trova a dover acquistare questi strumenti assicuriamoci di trovare quello che soddisfa a pieno le nostre esigenze, valutandone al meglio qualità, peso e soprattutto tecnologia utilizzata. E’ importante tener conto dell’utilizzo che si dovrà fare perché, a seconda delle tipologie, varia molto anche il prezzo dei modelli in commercio.

Prima di effettuare l’acquisto teniamo conto che lo strumento che stiamo per comprare dovrà essere in grado di svolgere il proprio compito non per un biennio, ma è auspicabile che duri per almeno dieci anni.

Troncarami: come scegliere per potare

Le lame

Le lame possono essere principalmente di due tipologie differenti: a passante o a incudine (battente). Il primo tipo è utile per il taglio di rami verdi, la seconda tipologia è più adatta per tagliare rami secchi. Accertatevi che le lame siano rivestite di materiale che impedisca la formazione della ruggine prima di procedere con l’acquisto.

I manici

Come accennato in precedenza maggiore sarà la lunghezza dei manici minore sarà lo sforzo da applicare per eseguire il taglio. In questo caso però dovrà essere maggiore la resistenza del fulcro e dei manici stessi.

Troncarami telescopico

Troncarami telescopico

Sarà importante scegliere attrezzi realizzati con materiali o leghe particolari in grado di ridurne il peso e garantire una buona maneggevolezza.

L’impugnatura

La presa deve essere perfetta sulla nostra mano. Se non avviene ciò l’uso continuo potrebbe facilmente provocare affaticamento del polso e della mano stessa.

Ammortizzatori

Questi elementi devono essere necessariamente presenti. Si tratta di due gommini contrapposti utili ad evitare contraccolpi sui polsi nel momento in cui il ramo cede dopo esser stato tagliato. L’utilità si riscontra soprattutto nei lavori più gravosi.

Diametro massimo di taglio

Questa caratteristica varia a seconda delle nostre specifiche esigenze. E’ conveniente indirizzare la scelta tenendo conto del reale utilizzo che ne faremo. Facendo ciò ne guadagneremo anche in praticità d’uso.

Meccanismi

La presenza di meccanismi di moltiplicazione dello sforzo rendono più facile il lavoro e ne migliorano la precisione.

Questi meccanismi risultano particolarmente utili nella prima fase del taglio, quando la forza richiesta è maggiore. Risultano utilissimi anche quando, durante il taglio, si incontra il centro del ramo, di solito molto più duro del resto.

Consigli per usare al meglio gli attrezzi da giardinaggio

Questi attrezzi sono pericolosi, quindi è molto importante non utilizzarli in maniera impropria. Per esempio è assolutamente sconsigliato utilizzare il troncarami per tagliare rami di spessore maggiore rispetto a quello consigliato. Lo sforzo eccessivo al quale vengono sottoposte le lame risulta infatti per la durata stessa dell’attrezzo.

Troncarami differenti a seconda dell'utilizzo

Troncarami differenti a seconda dell'utilizzo

E’ importante utilizzare il tipo di lame più consone a seconda del taglio che si deve fare. Quindi lame battenti da usare per i rami ormai secchi, lame passanti per le potature di rami verdi. Se si agisce diversamente si rischia di rovinare sia le lame che il ramo da recidere.

Le lame vanno mantenute scrupolosamente disinfettate e pulite. Ciò sarà utile per evitare il propagarsi di malattie da una pianta all’altra. Per pulirle si può usare del normale disinfettante e un semplice straccio per pulire le stesse lame tra un taglio e l’altro.

Dopo l’uso è importante pulire tutto l’attrezzo. Andrà poi ovviamente tenuto lontano dalla portata dei bambini, data l’evidente pericolosità dello strumento.

Piante d’appartamento: come coltivarle durante tutto l’anno
Nei nostri appartamenti non sempre si creano le condizioni ottimali per la crescita e la sopravvivenza in salute delle piante. Esistono però delle bu...
Curare le piante: come riparare le ferite degli alberi
Può capitare spesso di “ferire” una pianta, magari durante le operazioni di potatura graffiando in modo profondo la corteccia, oppure possono capitare...
Gli Astri, i fiori di settembre
Settembre è il mese degli astri; si tratta di piante erbacee perenni che costano davvero poco, durano a lungo senza particolari cure, sono facili da r...
Illuminare il giardino: molteplici soluzioni in grado di soddisfare qualsiasi esigenza
E’ necessaria la redazione di un vero e proprio progetto quando si decide di illuminare gli spazi esterni. Come per la realizzazione di qualsiasi altr...
Lavori di giardinaggio da fare nel mese di ottobre
Il mese di ottobre segna la ripresa di molte attività: le vacanze sono ormai uno sbiadito ricordo, le scuole sono iniziate e il lavoro è entrato in pi...
Le piante d’acqua e la cura del laghetto nei mesi freddi
Prima dell’arrivo della stagione fredda è importante occuparsi delle piante più sensibili presenti negli specchi d’acqua dei giardini. Alcune temono i...
Il ribes: coltivazione e proprietà di una pianta resistente al freddo
Il ribes è l’unica pianta appartenente alla famiglia delle Grossulariacee, tipica delle regioni montane. Il genere Ribes comprende diverse specie, di ...
Coltivare l'orto in città: corsi, spunti e idee al Castello di Pralormo
Come vi abbiamo già segnalato in altri nostri articoli presso il Castello medievale di Pralormo, To, si terrà dal 31 Marzo al 1 Maggio 2012 MESSER TUL...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!