Cambio di stagione: arriva l’autunno in giardino

 colori autunnali

Lo spettacolo autunnale offerto dallle foglie

Nonostante l’ondata di caldo, da alcuni definita anomala, che sta investendo parte dell’Italia in questo inizio ottobre, è ormai giunto il momento di salutare alcune fioriture che ci hanno accompagnato per tutta l’estate, ormai i boccioli sono pochissimi e i fiori rimasti sui rami stanno appassendo, presto queste piante dovranno lasciare spazio al freddo invernale.

Ma alcuni esemplari resistono ancora con fierezza, come rose, petunie, e alcune tipologie di gerani: queste ultime fioriture dureranno più a lungo sulle piante soprattutto grazie alla temperature che vanno via via abbassandosi, il freddo infatti riuscirà a conservarle meglio.

Cambio di stagione: l’autunno è pronto per essere ammirato

Cerchiamo di goderci come meglio possiamo questi ultimi sprazzi di bella stagione, presto il meteo cambierà, inizierà il freddo, e dovremo aspettare un po’ meno di un anno per godere nuovamente dei colori e dell’allegria della stagione calda.

Ma per un gran numero di fioriture e piante che pian piano diventeranno solo un ricordo estivo, c’è tutto uno spettacolo di colori differenti già pronto per essere ammirato.

Cambio di stagione

Ciliegio in autunno

I colori sono molto diversi da quelli estivi, ma altrettanto belli. Con l’arrivo dei primi freddi e il procedere dei giorni basterà volgere lo sguardo fuori dalla finestra per osservare il cambiamento cromatico che ci offriranno le foglie.

Da un giorno all’altro l’alternarsi di caldi colori dalle tonalità rosse ci sorprenderà: potrebbe bastare una sola notte dalle temperature più basse per assistere al rapido passaggio dal verde estivo ad una più calda tempesta di colori autunnali.

Caldi colori autunnali

Il cambiamento sarà visibile allo stesso modo nei boschi di latifoglie come nei giardini cittadini. Lo spettacolo della natura ci lascerà ancora una volta senza fiato: un quadro dipinto che prende vita ogni autunno vedrà tra i maggiori protagonisti ciliegi, aceri, larici, ginko biloba, faggi, quercia rossa, ippocastano, lagerstroemie e molti altri.

Con l’arrivo dell’autunno vi consigliamo di interrompete ogni tanto la vostra frenetica vita e fermatevi ad ammirare la Natura e il suo evolvere, alcuni scorci vi sorprenderanno: se sarete fortunati riuscirete a scorgere un’unica conifera verde scuro a fare da sfondo a tutte le tonalità del giallo e del rosso tipiche della stagione in arrivo.

Colori, profumi e sapori di una stagione imminente

Bacche di viburnum tinus

Bacche di viburnum tinus

Tra la miriade di colori caldi che l’autunno ci regala c’è un esemplare che si distingue: il laurotino (viburnum tinus) in questa stagione si tinge di blu. Le bacche dalle tipiche tonalità blu di questa pianta, una volta colpite dai raggi del sole autunnale, regaleranno riflessi iridescenti in grado di stupire.

Pensate all’autunno, ma soprattutto ai suoi profumi. Di sicuro vi saranno venute in mente le caldarroste. Che viviate in città, o in qualche piccolo paesino, l’arrivo dell’autunno corrisponde anche con il fragrante odore delle caldarroste. Quanti di noi tornano bambini e non possono che cedere al richiamo del cartoccio di caldarroste durante le passeggiate domenicali? Una prelibatezza alla quale non si può proprio dire di no.

Le pere: le protagoniste dell’autunno

L'autunno e le caldarroste

L'autunno e le caldarroste

Nel frutteto le vere protagoniste dell’autunno sono le pere, dalle più dolci, alle più succose, alle granulose, fino alle varietà più aromatiche.

Tra le più note di sicuro segnaliamo le Kaiser, oppure le Abate dalla tipica forma allungata, oppure le enormi Passa Crassana, o le piccole Volpine.

La scelta è ampia, questa è la stagione per gustarle in tutti i modi possibili. Non aspettate troppo però, perché quelle che normalmente troverete in commercio ad autunno inoltrato, e in inverno, o sono di frigo o arrivano da territori lontani.

Coltivare piante in casa -II Parte-
Coltivare piante in casa è una pratica antica che risale già al 1400 a.C.. Esistono infatti testimonianze di piante ornamentali presenti nelle case de...
La Camelia: un fiore invernale
La camelia può essere coltivata sia in vaso che in piena terra. Il periodo di fioritura va dal mese di dicembre fino all’inizio della primavera. La C...
Il Melo: coltivazione, potatura, varietà e curiosità
l melo è un albero dalle origini antichissime. Dei frutti di quest’albero si hanno reperti già in epoca preistorica. Presente da sempre sia nella mito...
Venaria Reale: riapre il Potager Royal
Dopo più di due secoli di degrado e circa 10 anni per il restauro finalmente riapre il 16 Aprile il Potager Royal. Sarà l’orto più grande d’Italia, ma...
Coltivare la frutta per avere centrifugati freschissimi
I succhi di frutta sono buoni e rinfrescanti, soprattutto col sopraggiungere dei primi caldi. Ovviamente sono sani e ci aiutano a mantenere una buona ...
Una PALMA in GIARDINO: messa a dimora e cure
La palma è una di quelle piante in grado di caratterizzare da sola, un interno giardino. La sua mole e allo stesso tempo la sua leggiadria, consent...
La moltiplicazione per talea dei Gerani (Pelargoni)
I Pelargoni, più comunemente noti come Gerani, sono piante note in tutta Italia. Presenti quasi su ogni davanzale, sono trai i più apprezzati, sia per...
Gli impollinatori. Chi sono gli insetti che visitano i fiori?
Molte specie di insetti, ed in alcuni casi anche i ragni, possono essere trovate sui fiori. Alcune di queste specie visitatrici hanno un ruolo importa...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.