Coltivare l’ananas in casa dopo le feste

Durante l’inverno è facile trovare sulle nostre tavole l’ananas. Soprattutto nei periodi di festività  questo frutto reputato esotico non può mancare. Oltre ad un ottimo gusto e ad un numero molto alto di virtù l’ananas può diventare facilmente anche una pianta ornamentale in grado di arricchire la vostra casa infatti coltivare l’ananas qui da noi, a differenza di quanto si possa pensare, non è per niente difficile.

Conoscere l’ananas

L’Ananas appartiene alla famiglia delle Bromeliacee. Si tratta di una pianta originaria dei territori dell’America meridionale.

Ananas Comosus - frutto in crescita

Ananas Comosus - frutto in crescita

Per l’arrivo di questo frutto in Europa si deve ringraziare Cristoforo Colombo. Nelle regioni tropicali si coltiva per scopi ornamentali, alimentari e in particolare per la produzione di fibre.

Si tratta di una pianta cespugliosa che non raggiunge altezze maggiori del metro e mezzo. Ha un aspetto tipico caratterizzato da una rosetta di foglie rigide dalla forma arcuata, queste si sviluppano con un andamento a spirale lungo il fusto. Nella parte centrale della rosetta di foglie si forma il fusto: è proprio qui che si sviluppa l’infiorescenza di colore rosso o violaceo che successivamente darà origine al frutto.

In ambiente domestico le dimensioni si questo frutto rimangono limitate, nei territori d’origine, o dove il clima è favorevole, il frutto assume la forma di una grossa pigna: si tratta dell’ingrossamento del rachide dell’infiorescenza. L’interno di colore giallo, la parte dura che si trova al centro, normalmente non commestibile, è il fusto fibroso.

Coltivare l’ananas in ambiente domestico

Esistono molte differenti specie di ananas, quello da frutto è l’Ananas Comosus. Si tratta di una pianta ornamentale decorativa coltivabile anche in casa senza particolari problemi o senza la necessità di troppe cure specifiche e particolari.

Coltivare l’ananas

Ananas Comosus - infiorescenza

Per far crescere al meglio l’ananas anche in casa è necessaria solo una giusta dose di attenzione. La temperatura perfetta per questa pianta si aggira sempre intorno ai 15°C, ed è proprio per questo motivo che può crescere anche nelle nostre case senza gravi problemi.

Un altro elemento fondamentale è la quantità di luce, solo collocando la pianta in un ambiente luminoso si possono ottenere buoni risultati: mettiamola quindi vicino ad una finestra dove batte il sole per molte ore al giorno.

In caso di scarsa illuminazione si assiste ad un rapido deperimento del fogliame, queste perderanno per prima cosa la caratteristica screziatura che le contraddistingue.

Nei periodi più caldi si consiglia di intensificare l’irrigazione, evitando comunque dannosi ristagni. Per evitare ciò vi suggeriamo di predisporre uno strato di ghiaia sul fondo del vaso, che andrà poi ricoperto con del semplice terriccio di tipo universale: in questo modo le radici non soffocheranno e si scongiurerà il pericolo di marcescenze dannose. Oltre a predisporre un giusto strato di drenaggio è necessario svuotare spesso i sottovasi.

Durante l’inverno si possono diminuire le irrigazioni ma è opportuno non interromperle, è infatti molto importante lasciare il terreno sempre leggermente umido.

Vi consigliamo di scegliere un vaso di coccio per ospitare il vostro ananas: sicuramente sarà più stabile e permetterà la maggiore evaporazione degli eccessi di acqua. Ogni due o tre anni vi consigliamo di sostituirlo con uno di dimensioni leggermente più grandi.

Per aiutare la crescita rigogliosa di questa pianta usate con regolarità del fertilizzante arricchito di microelementi, intensificatene l’utilizzo in prossimità dei mesi invernali. Si tratta di un esemplare che, se coltivato nella maniera esatta, può durare molti anni, regalando anche graziosi fiori durante la stagione estiva.

Moltiplicare l’ananas con facilità

Esistono due tecniche principali per moltiplicare la pianta di Ananas. La prima è tramite polloni: si deve agire in primavera prelevando i polloni che normalmente si formano alla base della pianta madre. E’ importante prelevare anche l’apparato radicale. L’intera porzione prelevata deve essere collocata in un vaso singolo. Dopo circa due anni si assiste alla fioritura.

Ananas Comosus

Ananas Comosus

Un altro metodo utilizzato per moltiplicare l’ananas è attraverso il ciuffo di foglie. Quindi dopo le feste, una volta mangiato il frutto, basta prelevare il ciuffo di foglie che si trova sopra al frutto stesso.

Utilizzate un coltello ben affilato ed eliminate il fogliame che si trova più in basso. Successivamente mettete a radicare il ciuffo in un barattolo con una piccola quantità di acqua, basteranno un paio di giorni per vedere spuntare le prime radici. Quando queste avranno raggiunto la lunghezza di circa due centimetri è possibile procedere con il rinvaso.

In alternativa, dopo aver fatto asciugare il ciuffo per qualche giorno, lo si può collocare direttamente su del terriccio umido: si otterrà ugualmente la radicazione.

 

Cactus e piante grasse: malattie e parassiti
L’acqua è un elemento prezioso, soprattutto a latitudini tropicali dove questo elemento scarseggia e dove l’esposizione ai raggi del sole è continua. ...
Impianti di irrigazione: tipologie per irrigare al meglio
Innaffiare le piante è senza dubbio un impegno, si è ripagati dallo spettacolo offerto dalla natura: l’odore di terra bagnata, le gocce su foglie e fi...
La campanula PLATYCODON, pianta dei kimono giapponesi
La Platycodon è una pianta erbacea perenne molto graziosa per i suoi fiori a campanula allargata, dai colori delicati e freschi. Questo è il period...
Piante che fanno bene: il nespolo selvatico
Le nespole selvatiche presentano frutti di colorazione marrone chiaro, il periodo di maturazione coincide con il mese di novembre. Si tratta di frutti...
Piante e fiori invernali: la Camellia Japonica Citation
La Camellia è una delle piante ideali se si vuole avere un balcone fiorito anche durante l'inverno, solitamente accompagnato da temperature estremamen...
Il complesso mondo delle piante grasse
Siamo abituati a definire tutta una serie di esemplari come “piante grasse”. Va precisato che tale definizione è impropria dal punto di vista botanico...
I fiori secchi: belli sempre
In primavere e in estate la bellezza delle piante in fiore è impagabile, un tripudio di colori e aromi che può solo affascinare. La bellezza dei fiori...
Le margherite: spazio al colore nella famiglia delle composite
Tutti conoscono le margherite, ma forse non tutti ne conoscono le particolarità. Gli esemplari che fanno parte di questo nutrito gruppo appartengono a...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!