Coltivare il BAMBU’ in casa ed in giardino

Il bambù è una pianta che da qualche anno è molto apprezzata anche in Italia.

Si tratta di una pianta appartenente alla famiglia delle graminacee ed è molto apprezzata per la creazione di barriere, per decorare giardini e per “arredare” i balconi cittadini.

Canne di bamboo

Canne di bamboo

Esistono più di 60 generi di bambù al mondo con, più di un migliaio di specie differenti, solitamente si trovano nelle zone tropicali, variando di lunghezza, diametro e colori.

La coltivazione del bambù e la sua cura sono abbastanza semplici e consentono anche ai più inesperti di farlo crescere nel tempo.

Coltivare il BAMBU’

Per piantare il bambù occorre far attecchire bene la pianta al terreno.

Per fare ciò è importante che il terreno sia caldo, in modo tale da permettere la crescita delle radici ed il loro ancoraggio al terreno.

Per consentire questo è ovvio che il miglior periodo dell’anno per coltivare la pianta sia l’estate, ma se vi trovate al Sud e potete già apprezzare le temperature calde anche Maggio può essere considerato un mese perfetto.

Al di là di questo anche al Nord, se si verifica un periodo di costante caldo, si potrà decidere di coltivare il bambù, anche se con un pizzico di rischio in più.

A questo punto vi occorrerà scegliere il terreno più adatto. Il bambù preferisce un terriccio fresco e drenante, evitando gli acquitrini, che per altro non ama.

Dopo aver piantato il vostro bambù, è ora di occuparsi dell’annaffiatura.

Irrigare il BAMBOO

Per garantire una crescita costante ed una vitalità adeguata, sarà importante controllare l’irrigazione della pianta.

 pianta di Bamboo

Foglioline della pianta di Bamboo

Il bambù richiede un’innaffiatura precisa che cambia a seconda della specie.

Poiché le specie in vendita sono molte, quello che vi posso consigliare, senza dilungarmi troppo, è quello di acquistare il vostro bambù in un vivaio specializzato, in modo da farvi fornire il dosaggio corretto d’acqua, specifico per la pianta acquistata.

In ogni caso, non amando i ristagni d’acqua, pur mantenendo un’idratazione costante, dovrete fare attenzione agli acquitrini.

In linea di massima si può comunque con certezza affermare che se si decide di collocarlo nella terra, saranno necessarie maggiori innaffiature, al contrario dovranno essere più controllate, se si deciderà di collocare il bambù in vaso.

Come potare il BAMBU’

Anche il bambù necessita di alcuni accorgimenti comprendenti la potatura.

Solitamente viene consigliato di fare la potatura anche una volta ogni due anni, seguendo il punto in cui i germogli hanno terminato la loro crescita.

In questo modo potrete controllare la sua evoluzione, rinvigorendo la pianta.

Curiosità sulla pianta di Bamboo

coltivare bambù

Bamboo in vaso

Forse non tutti lo sanno ma anche il bambù fiorisce, solo che sono pochi i fortunati a godere di questo spettacolo in quanto la fioritura del bambù avviene ogni 60-120 anni di vita.

Quindi solo chi riesce ad accompagnarsi a lui per una vita intera, forse avrà il piacere di vedere il fiore della pianta del bamboo.

I nemici del Bamboo

Come tutte le piante, anche il bambù ha i suoi nemici, che mettono a rischio la sua crescita e nel peggiore dei casi, anche la vita.

Ad esempio il bambù può essere attaccato dagli Acari, soprattutto se la pianta si trova in casa. In questo caso si dovrà procedere con un prodotto anti-acaro che andrà a dissolvere il problema.


Acari e Coccinelle possono provocare seri danni alla pianta di bamboo

Oltre agli Acari anche le Coccinelle possono risultare un problema in quanto queste, intaccano la sua guaina protettrice provocando gravi danni.

In questi casi dovrete ricercare un prodotto specifico per scacciare le coccinelle e liberare la pianta da questo piccolo e, apparentemente ingenuo nemico.

Se si decide di piantare il bambù, ad esempio per creare delle barriere in giardino, dovrete prestare molta attenzione ai parassiti del terreno che possono intaccare le radici.

Anche il topo di campagna, gli scoiattoli e i cinghiali potrebbero essere un problema, sopratutto per le giovani piante.

Come avete visto in realtà non sono molti gli accorgimenti da seguire per avere un bambù robusto e bello sia in casa che nel vostro giardino, ciò che occorre sapere è a quale specie appartiene quella acquistata, piantarla e dopodichè osservarla di tanto in tanto per accorgersi eventualmente di qualche problema.

In ogni caso non lasciatelo mai seccare, perchè potrebbe distaccarsi dal terreno, morendo!

La Melissa, una pianta officinale nota come Cedronella o Erba Limona
La Melissa è una pianta erbacea che può raggiungere dimensioni dai 40 centimetri al metro, cresce spontanea ma può essere anche coltivata. Le foglie h...
La PISCINA in giardino: consigli utili per la scelta del modello
Quando arriva la bella stagione, molti di noi iniziano a sognare la piscina e solo pochi fortunati, con un giardino a disposizione, anche piccolo, pos...
Coltivare le piante aromatiche: alcuni trucchi del mestiere e facili regole per la conservazione
Per alcune tipologie di piante aromatiche è possibile raccogliere il fogliame durante tutto l’anno, come per esempio accade con rosmarino, salvia e al...
Pronto soccorso verde: si è ammalata l’Hosta
L’Hosta è una pianta dalle foglie molto grandi di colore verde acceso; si tratta di una pianta quasi indistruttibile; nonostante la crescita lenta può...
Come curare la fumaggine e proteggere le piante
La fumaggine è una malattia fungina causata da funghi saprofiti che non attaccano la pianta. Questi funghi si nutrono di una sostanza zuccherina, nota...
Sicurezza al primo posto anche quando si lavora in giardino
Le statistiche affermano che l’ambiente domestico è ricco di pericoli, ciò lo conferma anche il numero sempre più alto di incidenti domestici. Diventa...
Come coltivare lo Zafferano (Crocus Sativus)
Lo zafferano è una spezia molto apprezzata in ambito culinario e solitamente viene acquistata all'interno dei supermercati in piccole bustine, anc...
Preparare il giardino al nord: piantare le rose a radice nuda
Per prima cosa è giusto chiarire cosa sono le rose a radice nuda; premettendo che si possono trovare anche altri esemplari sempre a radice nuda. Le pi...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!