Come creare un giardino

La disposizione del giardino nello spazio rispetto alla casa e le sue funzioni

Il carattere e la personalità del giardino, dipendono dalla scelta di una particolare disposizione, che a sua volta dipende sempre dalla funzione che s’intende attribuirgli. Questa è essenzialmente di tre tipi: economica, microclimatica ed umana. Nella pratica questi ruoli si combinano e si completano in ogni caso in modo molto personale; può accadere che l’uno condizioni l’altro.

giardino schematico all'italiana

giardino schematico all'italiana

La funzione economica del giardino si riduce il più delle volte nella coltura di piante che producono frutti. L’elemento dominante dell’utilizzazione dei terreni disponibili a questo effetto, ne è lo sfruttamento il più intensivo possibile. Non si potrà raggiungere quest’obiettivo se non coltivando le colture secondo dei principi definiti. Uno di questi concerne la giusta ripartizione della luce, poiché più le colture sono esposte alla luce, maggiore è il loro rendi¬mento e migliore la qualità.

La prima condizione necessaria per beneficiare al massimo della luce solare consiste non solo ad allineare le piante in modo razionale, ma anche di stabilirne il numero e l’altezza adeguati. La superficie del terreno disponibile per la coltura alimentare dovrebbe anche determinare il numero e la natura benefica delle specie coltivate. In uno spazio ristretto non potranno essere coltivati che arbusti di frutta a crescenza limitata e dei legumi o ortaggi che crescono rapidamente una sola volta all’anno.

I giochi d'acqua nel giardino sono un elemento caraterrizante del area verde

I giochi d'acqua nel giardino sono un elemento caraterrizante del area verde

Le possibilità di sfruttamento intensivo dipendono in modo tassativo dalla qualità del suolo, del clima, dell’irrigazione e da altre condizioni naturali. Anche se è possibile influire in una certa misura su questi fattori, per la maggior parte del tempo non li si può modificare. Per ottenere un rendimento elevato da un giardino-orto bisogna alternare le colture. Si rispetta generalmente questo principio per le colture annuali o biennali, ma lo si dimentica nel caso di colture a lungo termine. Bisognerà quindi pianificare queste rotazioni sistematiche nell’orto sin dal momento della creazione del giardino.

Il sistema di alternanza di culture di breve e di lunga durata, presenta, oltre allo sfruttamento razionale del suolo, altri vantaggi sul piano della cultura. La sistemazione di grandi parti di terreno, l’uno a fianco all’altro per delle culture di breve durata, crea un’area delimitata, di piante basse, che permettono all’aria ed al sole di penetrare

all’interno del giardino. Pertanto il clima generale nel giardino è migliorato, ed anche una serie di malattie e di parassiti resistono molto meno nella zona areata e ben soleggiata.

La funzione microclimatica significa che un giardino attorno ad una casa influenza e migliora nettamente il microclima e l’igiene dei luoghi di abitazione. Il verde ha un effetto rinfrescante, esso svolge un ruolo nell’equilibrio igrometrico (aumento umidità aria, formazione di “rosé”) e partecipa in modo favorevole al ciclo dell’acqua nella natura. Tenendo conto delle condizioni di sistemazione dei nostri giardini oggi, i prati sono molto importanti, in quanto essi assorbono meglio, e da lontano, le precipitazioni che un suolo arido.

Le piantagioni di un giardino modificano egualmente la circolazione dell’aria. Lo studio di questo fattore fa apparire l’aspetto benefico o nocivo delle differenti correnti di vento, secondo la funzione attribuita a questa o a quella parte di giardino. Nei giardini dove vi sono dei meli, ci si sforzerà di ripararli dal vento, onde non far cadere i frutti prematuramente durante la seconda metà dell’estate e durante l’autunno. Per i giardini situati nelle vallate, tutti i venti sono utili, perché portano una bella aereazione. È possibile regolare il flusso dei venti, piantando delle siepi rompi vento, oppure lasciando passare in parte il vento e regolandosi sulla loro altezza.

L’aria circolante tra gli spazi verdi contiene inoltre molto meno polvere che da altre parti, in quanto le foglie servono da filtro alla polvere. Più le foglie sono larghe, più questo effetto si fa sentire. A causa della ridotta velocità dell’aria, la polvere portata dal vento resta in sospeso sin dal primo urto contro questa barriera di vegetazione. Questo però significa anche che, vicino a queste siepi che fanno da riparo al vento, la quantità di polvere nell’aria è nettamente più alta; pertanto sarà bene non costruirvi una terrazza o un posto di riposo.

percorsi rilassanti nel giardino

percorsi rilassanti nel giardino

I cespugli, gli arbusti, le siepi, non servono solo di scudo alla polvere ed ai venti, ma sono anche una barriera contro i rumori. Anche per ciò le foglie giocano un ruolo molto importante. Le più efficaci sono quelle pelose; però anche i prati ben tenuti sono egualmente utili a questo riguardo.

La verdura esercita anche una sua influenza sui micro organismi presenti nell’aria. Molte piante liberano nell’atmosfera degli olii essenziali, delle resine ed altre sostanze che frenano lo sviluppo della microflora. Numerosi microorganismi si depositano egualmente sulle foglie, dove sono trattenuti da fenomeni di tensione superficiale e per adesione, il che rende più facile la loro distruzione per effetto dei raggi solari. Non bisogna dimenticare alla fine l’effetto di repulsione che numerose specie vegetali esercitano sugli insetti.

Sul piano dell’igiene il ruolo che la flora esercita nel ciclo dell’ossigenazione, è una delle funzioni capitali. L’azione psicologica del mondo vegetale sull’uomo non è affatto trascurabile. Più un giardino è armonioso ed equilibrato al livello delle sue forme, tanto più esercita una influenza positiva sulla psiche umana, e in parte, come effetto secondario, sulla sua salute psichica.

Per poter migliorare realmente in modo ottimale la situazione microclimatica nello spazio giardino, bisogna rispettare le seguenti regole al momento della sua creazione: la transizione tra l’abitato ed il giardino sarà molto limitata; così la verdura del giardino avrà un contatto diretto con la casa. Nei progetti di piantagione si accorderà l’importanza alla distribuzione delle piante in altezza; ad esempio combinando le piante basse (che quindi sopportano l’ombra) e le piante di alto fusto. Si possono anche disporre delle piante vivaci sotto degli alberi da frutta. Le conifere ed i sempreverdi hanno un’importanza basilare nella produzione di questo microclima, per non parlare dei rampicanti. Questi meritano veramente che se ne faccia gran caso, in quanto grazie alla loro produzione di ombra, esse impediscono l’eccessivo riscaldamento dei muri e delle installazioni durante le calde giornate assolate d’estate, e riducono così al minimo la loro perdita di calore durante la notte, cosa non augurabile.

II prato è un elemento che presenta molteplici aspetti; il suo ruolo è particolarmente importante. Esso permette una infiltrazione rilevante dell’acqua nel suolo, protegge l’ambiente dalla polvere e dal rumore, favorisce lo sviluppo dei microorganismi nel suolo, e, nei confronti degli altri spazi coltivati a giardino, esso possiede una superficie di zone coperte e da foglie molto più grande; questo esercita la sua sua importante azione su dei numerosi altri processi microclimatici. Poiché lo spazio disponibile è il più delle volte limitato, si potrà raramente utilizzare la distesa del prato, ma bisognerà espandersi su superfici residue. Si potrà pensare a dei sentieri non utilizzati, l’orlo delle terrazze in pendenza, ed anche dei terreni consolidati vicino alla casa. Così, anche sotto questo punto di vista, si farà tutto il possibile per sfruttare al massimo lo spazio del giardino.

Alternaza di arre verdi e ricche bordure

Alternaza di arre verdi e ricche bordure

Il valore umano del giardino risiede soprattutto nella sua funzione di distensione, e nel suo effetto estetico globale. L’uso che ne viene fatto dipende dal grado di intimità di questo spazio. È indispensabile che questa parte del giardino abbia un aspetto un po’ intimo, onde permettere di fornire una sensazione di riposo totale e reale, in tutta libertà. La cosa più importante è sicuramente l’isolamento visivo nei confronti del vicinato. Questo può essere realizzato solo in certe parti del giardino, che saranno state scelte e selezionate.

Questa funzione implica una comunicazione tra l’ambiente ed il giardino: saranno state previste delle porte che diano direttamente sul giardino oppure dei tramezzi scorrevoli. Se ve ne sono diversi, è possibile che ogni parte della casa corrispondente ad una parte del giardino, abbia un accesso diretto alla parte di giardino assegnata. La zona di riposo del giardino sarà molto spesso la terrazza o un terreno destinato alla distensione. Questi dovrebbero essere in parte coperti, ed in ogni caso ben pavimentati. I due tipi di zone di distensione potranno trovarsi sia nelle immediate vicinanze delle zone di soggiorno della casa, sia isolati dall’altra parte del giardino.

Non si può immaginare una zona di riposo senza che il giardino sia stato ammobiliato. Qualunque sia la loro varietà, tavoli, sedie e panche, dovranno essere in grado di compiere le loro funzioni, e cioè dovranno essere adatte a restare all’aria aperta. Le altalene ed altri giochi saranno sempre molto graditi ai bambini.

La terrazza del soggiorno costituisce una transazione tra la casa ed il giardino.

La terrazza del soggiorno costituisce una transazione tra la casa ed il giardino.

Ogni giardino dovrebbe comprendere un prato, destinato alle attività di svaghi. Esso ha come scopo quello di soddisfare il bisogno di un riposo attivo sia degli adulti che dei bambini, che devono avere una zona dove poter giocare. Questa zona offrirà anche la vista dell’acqua, sotto forma di un piccolo bacino, di una fontana, di un piccolo ruscello o di un filo d’acqua, in quanto questi elementi, oltre al loro effetto distensivo, hanno un’importanza considerevole sul piano estetico e microclimatico.

Dato che lo spazio di un giardino riservato alla distanza deve essere utilizzato anche dai bambini, è necessario creare per loro un angolo, attrezzato al meglio; naturalmente verrà scelto un punto ben visibile dalle finestre della casa, dalla terrazza, o dalla zona di riposo dei grandi.

Alfine di poter approfittare del giardino ogni volta che ciò sia possibile, si darà molta importanza all’alternanza del sole e dell’ombra durante la giornata. Bisognerebbe che l’insieme delle piantagioni e tutti gli elementi costituenti il giardino siano disposti in modo tale da dare la possibilità di scegliere, in ogni momento, tra una zona in ombra ed una esposta al sole. A questa condizione i giardini diverranno gradevoli e confortevoli, in quanto, secondo la disposizione del momento, l’ospite del giardino vi troverà un posto di suo gradimento. Lo studio concernente l’alternanza dell’ombra e del suolo riguarderà evidentemente in primo luogo le terrazze, le zone di riposo ed i prati.

L’uso di lampadari elettrici scelti bene completerà la funzione di gradimento del giardino. Le lampade avranno come scopo non solo quello di poter circolare anche dopo il calar del sole, ma anche quello di mettere in evidenza le zone più belle del giardino.

Una fonte di calore accrescerà le possibilità di soggiorno nel giardino, in quanto durante la maggior parte del tempo, non è possibile, ad esempio all’inizio della primavera, in autunno, o nelle fresche serate estive, rimanere a lungo seduti in terrazza. Allo scopo di riscaldare, ovviamente in zone limitate del giardino, verranno impiegate un camino, un focolare oppure altri tipi di fonte di calore.

(rif.bibl. “L’enciclopedia del giardiniere” idee per progettare un giardino)

Come progettare e costruire un laghetto nel giardino
Decidere di realizzare un laghetto o stagno nel proprio giardino non può essere solo una scelta estetica per abbellire il giardino e la casa. Bisogna ...
I giardini e le aree verdi migliorano la vita e la salute umana
Dalla seconda metà del ‘900 l’espansione dell’edilizia in occidente in tutte le sue forme architettoniche e funzionali, ha dato un forte impulso a...
Il giardino delle QUATTRO STAGIONI: non rinunciamo alla sfioritura
E' nato un nuovo concetto tra gli architetti del paesaggio e del verde: seguire, all'interno del proprio giardino, il normale ciclo di vita del fiore ...
Tipi di fiori differenti e infiorescenze
Chi è appassionato di giardinaggio e di fiori riesce a riconoscere quasi sicuramente i fiori di molte piante. Questa operazione risulta più complicata...
Il giardino in Aprile: scegliere i colori dei fiori delle piante perenni
Aprile è il mese migliore per dar vita alle nuove aiuole di piante perenni. Le fioriture sono differenti ed è importante decidere gli accostamenti cro...
Le rose, il prato, le siepi: cosa fare in Aprile
Durante il mese di aprile andranno curati anche alberi, arbusti, rosai e prati. Si devono concimare i prati, potare le sempreverdi, curare le siepi.
Un fiore invernale: la Camelia Sasanqua
Le camelie invernali sono le piante che meglio rispondono alle richieste dei più esigenti. Si tratta di esemplari particolarissimi, frutto di ricerche...
I fiori all'ombra
Ormai siamo in estate, le giornate sono sempre più lunghe e più calde. Per alcune piante questo periodo è il migliore perché possono finalmente fruire...


3 Commenti di Come creare un giardino

  1. franco

    11 maggio 2010 at 19:32

    vorrei gentilmente sapere se ci sono delle tipologie di siepi particolarmente indicate come barriera antirumore e come disporre le piante, quante usarne.
    La mia abitazione dista 40mt da una strada provinciale dalla quale ci separa un fossato. L’idea sarebbe quella di porre una siepe per circa 50mt di lunghezza lungo il fossato da far crescere sia in altezza che in larghezza senza particolari problemi. Ultima domanda, quale può essere la spesa? La ringrazio.

  2. admin

    22 maggio 2010 at 20:56

    Non esistono specie particolari, sono ovviamente da preferire quelle che creano una grande massa di foglie fitte il lauro ceraso può andare bene, è bene pensare anche a piante più alte da abbinare alla siepe in modo da creare una barriera anti rumore più efficace.

  3. mammola

    7 marzo 2012 at 16:19

    entro in punta di piedi
    posso sapere come curare i miei gerani prima che si ammalino come ogni anno fanno il rami nero e muore quel pezzo di ramo così man mano e poi sono sempre sofferenti li vedo me ne accorgo che non stanno bene pure se gli do le vitamine e cure

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!