Come fare un GIARDINO ROCCIOSO


giardino roccioso fai da te

Un giardino roccioso

Si potrebbe definire, senza voler risultare dissacrante, il “giardino zen” europeo.

L’ho definito così perché si tratta sempre di un angolo di paradiso, ricreato dall’uomo, che ripropone in miniatura, paesaggi alpini e montuosi.

Non è necessario avere a disposizione un grande spazio, basta scegliere il luogo adatto per ricreare un paesaggio roccioso suggestivo e scenografico.

Negli ultimi dieci anni sempre di più questa tendenza, inizialmente molto frequente nelle aree collinari e montane, è arrivata fino alla città, colorando in modo particolare, rotatorie, aree urbane e giardini privati.

Il giardino roccioso, infatti è molto bello durante tutto l’anno e consente di avere un po’ di montagna e di natura selvaggia anche negli ambienti grigi e frenetici della metropoli.

Le soluzioni progettuali che si possono sviluppare sono molteplici; seguendo la propria fantasia e le caratteristiche floreali e vegetative dei paesaggi montani, è possibile ricreare il proprio giardino roccioso, personalizzandolo fino all’ultimo “masso”.

Le pietre per il giardino roccioso

Per prima cosa un giardino roccioso deve avere dei grandi massi che riproducono la struttura montuosa.

Si può decidere, a seconda dello spazio a disposizione, di che dimensioni e quanti masi inserire (meglio se questi vengano raccolti in montagna, piuttosto che acquistati).

Dopodichè è possibile decidere di utilizzare massi più rastremati con un taglio più morbido, che richiamano le aree alpine più vicine e a contatto con i fiumi, oppure è possibile preferire quelli più lanceolati, a cuspide che richiamano le vette alpine.

giardino roccioso fai da te

Agrifoglio

Per ricreare al meglio un giardino roccioso, è meglio avere a disposizione un terreno in pendenza in modo da ricostruire anche visivamente l’ambiente montano.

Alcune persone realizzano, grazie alla presenza di nicchie e insenature, piccole grotte naturali, attraverso l’uso di rocce, ghiaia e muschi.

Per rendere poi la cosa maggiormente d’effetto, è meglio preferire fiori con petali di colore intenso, in contrasto con altri di colore più chiaro e pastello, che entrano a far parte del giardino roccioso, includendo al suo interno piante sempreverdi, con fogliame verde smeraldo, molto intenso.

Il terreno per creare un giardino roccioso montano

Come fare un GIARDINO ROCCIOSO

Pino mugo

Per prima cosa è importante preparare il terreno che accoglierà il vostro giardino roccioso.

Il terreno prescelto dovrà essere pulito, privo di sassi, corpi estranei e larve.

Dopodichè è il caso di vangare bene il suolo in modo da facilitare gli arbusti con lunghe radici nell’attecchimento.

Il terreno ideale deve essere leggero di conseguenza è necessario mescolare quello del suolo con letame maturo, con della torba e con della terra di foglie. Il miscuglio creerà il terreno adatto alla messa a dimore di rocce e piante.

Le piante per il giardino roccioso

creare  giardino roccioso

Saponaria Rossa

Come ho detto in precedenza, la scelta delle piante è un aspetto fondamentale per la realizzazione di questo giardino scenografico.

Nelle prossime righe ve ne presenterò qualcuna d’esempio, in modo che possiate avere un input per cominciare la vostra avventura senza partire alla cieca.

Una cosa che ovviamente dovrete ricordarvi è che per ripropore un paesaggio montano, vi servono piante locali del territorio montano.

Ma vediamo alcune specie.

AGRIFOGLIO

L’agrifoglio è una pianta tipica, che consente di avere del colore per tutto l’anno.

L’agrifoglio è una pianta sempreverde conosciuta per le sue bacche rosse e le sue foglie spinose.

Il colore dell’agrifoglio è solitamente brillante, di conseguenza permette di ottenere l’effetto scenografico ricercato in questo tipo di giardino.

L’unica cosa importante da sapere, se si decide di utilizzare l’agrifoglio, è quella di mettere a dimora due piante, in modo da garantire l’impollinazione.

CAMPANULA CARPATICA

piante giardino roccioso

Campanula carpatica

Questa pianta ha bellissimi fiori dai delicati toni azzurrati ed è una specie vegetativa molto vigorosa, tanto che diventa, di tanto in tanto, necessario contenere la crescita attraverso la potatura.

Sicuramente una pianta adatta per la creazione del giardino roccioso.

SAPONARIA

Questa è un’altra pianta perenne da fiore molto adatta per creare un giardino roccioso montano.

La saponaria si caratterizza per la formazione di ampi cuscini di fiori rosa, molto di impatto.

PINO MUGO

Pino mugo

Pino mugo

Questa pianta è una conifera tipica delle montagne alpine.

Un aspetto importante è la sua lenta crescita che consente di inserirlo all’interno del giardino roccioso, senza eccessivi ingombri.

I suoi aghi sono di un verde intenso che donerà quel giusto colore montano al nuovo giardino metropolitano.

Queste sono solo alcune delle moltissime piante che potreste utilizzare per la realizzazione del vostro giardino roccioso. Come ho detto più volte l’unica cosa importante è l’aspetto della scelta: piante autoctone delle zone montane alpine e degli appennini.

Con il vostro gusto e la molteplicità di possibili scelte, sono sicura che sarete in grado di realizzare il “vostro piccolo angolo di paradiso!

Coltivare un prato inglese
La progettazione del prato è un’operazione a lungo termine. E’ necessaria una giusta preparazione del terreno prima della semina o della copertura con...
Creare una porta nel verde con le rampicanti ispirandosi ai Giardini Hanbury
Passeggiando nei parchi la nostra attenzione può essere facilmente catturata da angoli dalle atmosfere e dal fascino particolare. Sarebbe bello riusci...
Creare un giardino a risparmio idrico
La scarsità di acqua può essere un problema stagionale o un problema di tipo strutturale. E’ comunque molto importante tenerne conto, poiché rappresen...
Sostituire un tetto tradizionale con un tetto verde
L’utilizzo di un tetto verde è sicuramente più idoneo in caso di nuove costruzioni, principalmente perché in caso di nuove costruzioni si possono cont...
Consigli per piantare e diradare i bulbi
Se si vuole garantire una fioritura abbondante per l’anno prossimo è il momento giusto per estrarre i bulbi di almeno due anni dal terreno. Questa op...
E’ tempo di piantare un nuovo albero in giardino
L’estate sta volgendo al termine e l’autunno, con le sue temperature miti e il terreno ancora tiepido dalla stagione appena trascorsa, è il periodo ot...
Le piante d’acqua e la cura del laghetto nei mesi freddi
Prima dell’arrivo della stagione fredda è importante occuparsi delle piante più sensibili presenti negli specchi d’acqua dei giardini. Alcune temono i...
Lavori di giardinaggio in attesa della bella stagione
Siamo ancore a Gennaio ma la bella stagione non è poi così lontana. Per non trovarci completamente impreparati è consigliabile iniziare, con calma ovv...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!