Come scegliere le piante stagionali da mettere a dimora nel giardino

Quale pianta scegliere?

Quale pianta scegliere?

Quando scegli una pianta per il tuo giardino come prima cosa verifica che la stagione per il trapianto in un nuovo terreno sia quella giusta. Questo per due motivi: il primo è che hanno solitamente più possibilità di radicare bene, Il secondo è che le piante di stagione sono generalmente più economiche in quanto si trovano in abbondanza.

Se stai per scegliere piante con i fiori, e questi sono già in parte presenti sulla pianta verifica che fiori siano novelli ovvero nelle prime fasi di sviluppo. Cresceranno velocemente avendo più tempo per abituarsi al nuovo terreno e alla nuova esposizione alla luce, in breve tempo la pianta radicherà e favorendo lo sviluppo di un maggior numero di fiori. Piante giovani con la maggior parte dei boccioli poco aperti e altri quasi aperti del tutto sono sempre una buona scelta.

Evita di prendere le piante con parti deteriorate o con stello floscio la qualità delle foglie deve essere uno dei criteri predominanti di scelta è dunque mrglio scegliere piante con le foglie sane rigogliose che proteggano in modo omogeneo gli stelli.

La terra in cui sono posate deve essere umida senza però macchie superficiali di muffa (le macchie indicano che la pianta è stata irrigata troppo). E’ importante controllare che non vi siano insetti, funghi parassiti o altri tipi di malattie patogene che potrebbero aggredire anche le altre piante del tuo giardino. Per fare questo, controlla sempre la parte retrostante delle foglie a volte anche foglie belle sul lato esposto alla luce presentano patologie sul lato sottostante.

Arrivati a casa (meglio in verità pensarci prima dell’acquisto) è importante scegliere bene la posizione dove dimorare le piante, è bene informarsi per capire se le piante acquistate prediligono il sole o la penombra, non mettere mai una pianta che ama il sole all’ombra o viceversa vanificheremo il tempo passato a sceglierle con cura.

Le piante messe a dimora si abitueranno alla loro nuova posizione nel giro di qualche settimana. In questo arco di tempo vi è la possibilità che la pianta perda qualche foglia per lo stress, per il cambio di temperatura e di terreno, non bisogna preoccuparsene è normale se si limita nel tempo ad un paio di settimane.

Durante la messa a dimora in genere è preferibile mantenere la terra del vaso in cui si sono comprate avendo cura di non staccarla dalle radici durante il travaso. Per quanto riguarda il fertilizzante, è preferibile non metterlo alle piante appena comprate se la pianta era vaso, di solito, la terra avrà già i nutrienti necessari, potrai aggiungere un po’ di concime dopo tre quattro settimane.

Alcune piante necessitano di condizioni specifiche. Le rose, ad esempio, hanno bisogno di molta luce; la gardenia va piantata d’estate; le ortensie hanno bisogno di molta umidità e, in zone ventose, è meglio prediligere alberi o cespugli, più resistenti posti a protezione di altre piante che soffrono il vento. Per questi ed altri motivi è sempre bene conoscere le esigenze specifiche delle piante scelte.

Agrumi ornamentali
Gli Agrumi ornamentali: dai giardini storici a quelli moderni Il ruolo degli agrumi dal punto di vista ornamentale, oltre che agricolo, è nel cor...
La Camelia: un fiore invernale
La camelia può essere coltivata sia in vaso che in piena terra. Il periodo di fioritura va dal mese di dicembre fino all’inizio della primavera. La C...
Il Mandorlo: un albero da frutto da piantare nel mese di febbraio
Il mandorlo è una pianta da frutto tipica dell’area del Mediterraneo, appartiene alla famiglia delle rosacee ed è una pianta perenne da frutto; si col...
Impatiens o fior di vetro: seminato a Marzo fiorisce fino all’inverno
L’impatiens è una pianta economica e molto semplice da coltivare. Ideale sia su balconi esposti a nord che in giardini parzialmente in ombra questa pi...
Al mare o in montagna: curare il giardino e l'orto ad Aprile
I cambiamenti climatici che avvengono ad inizio primavera sono differenti a seconda dei climi. In più l'aumentare delle temperature provoca anche lo s...
Il giardino a maggio: bordure e aiuole fiorite
Siamo ormai a primavera inoltrata; molte piante ci hanno regalato magnifiche fioriture, altre dovranno ancora fiorire. Di seguito elencheremo cosa far...
Seminare il prato
Seminare il prato è un’operazione piuttosto semplice, ma va eseguita seguendo delle regole ben precise se si vuole ottenere un risultato invidiabile. ...
Le piante Composite, dal giardino alla tavola
Le composite (dette anche asteracee) sono la famiglia di piante da fiore più numerosa, con oltre 20.000 specie: circa il 10% di tutte le specie da fio...


2 Commenti di Come scegliere le piante stagionali da mettere a dimora nel giardino

  1. simona

    6 agosto 2009 at 17:39

    Grazie! Un articolo molto intessante.

  2. Lara

    7 agosto 2009 at 16:50

    Complimenti per il sito!Molto interessante ed informativo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!