Curare l’orto: quando seminare le cipolle

La cipolla (Alium Cepa) è una bulbosa biennale, normalmente coltivata come pianta annuale. Si presenta con l’aspetto di un bulbo di grandi dimensioni, fatto a strati, con la parte più esterna dalla consistenza simile a quella della carta. La colorazione di questo ultimo strato varia molto a seconda delle varietà differenti.

Il fusto ha nella parte più bassa delle foglie di forma tubolare, vuote all’interno. Durante il periodo estivo genera una ombrella con piccolissimi fiori di colore bianco e verde.

Le cipolle da seme

Il miglior modo per riprodurre le cipolle Allium Cepa[/caption]g>è tramite seme. Per stabilire il periodo giusto di impianto e di raccolta bisogna considerare l’utilizzo che ne verrà fatto e il tipo di varietà.

Le cipolle destinate ai sottaceti possono essere seminate a spaglio o in file direttamente nell’orto già a partire da marzo o da aprile. La raccolta non avviene prima di settembre.

Per quanto riguarda le cipolle da consumare fresche nei mesi estivi e primaverili è necessario coltivarle in semenzaio a fine estate, oppure in inverno. Quando compare la quarta fogliolina è possibile trapiantarle in piena terra. La raccolta sarà scalare a partire da luglio.

Cipolle appena colte

Cipolle appena colte

Le cipolle da conservazione autunnale – invernale si seminano nei mesi invernali, rigorosamente in semenzaio, e possono essere spostati in piena terra a partire dal mese di marzo. La raccolta inizierà tra luglio ed agosto. Successivamente è necessario porre le cipolle al sole, in un luogo aerato, per farle asciugare.

Cos’è il semenzaio

Il semenzaio è una sorta di vivaio nel quale far crescere i semi prevalentemente nei mesi in cui la temperatura risulta più bassa. Normalmente si tratta di una cassetta ma può essere realizzato anche in un limitato pezzo di terreno.

La differenza fondamentale tra semenzaio e serra è che il semenzaio si riscalda solamente tramite l’apporto della luce solare.

E’ però molto importante definire le caratteristiche del terreno di semina: questo deve infatti essere ben drenante, costituito da terriccio universale, disinfettato e concimato (meglio se con fertilizzante organico o minerale setacciato, non dimenticatevi di aggiungere una parte di sabbia).

Le operazioni da svolgere per seminare le cipolle in semenzaio sono piuttosto semplici. Per prima cosa preparate la cassetta con la tipologia di substrato appena descritta. Il terriccio deve risultare soffice e deve garantire un ottimo drenaggio. Prima di procedere con le operazioni di semina vi consigliamo di pressarlo leggermente.

Procedete poi con la semina vera e propria, avendo cura di distanziare i semi a mano, in modo tale che le piante in crescita non abbiano eccessivi problemi di spazio.

Cipolle bianche

Cipolle bianche

Terminate le operazioni di semina proteggete ulteriormente i semi con uno strato di terriccio preventivamente setacciato, Per irrigare vi consigliamo di utilizzare un semplice nebulizzatore. Questo non sposterà i semi.

Le piante in crescita in semenzaio hanno bisogno di costante supervisione, vanno infatti seguite giornalmente e irrigate appena se ne presenta la necessità. Ricordatevi comunque che è importante, per una buona riuscita, che il terreno non si presenti né eccessivamente secco, né eccessivamente umido.

E poi? Spostare le cipolle in piena terra

Circa dopo 70 giorni dalla semina, quando le piccole piantine hanno raggiunto circa 15 centimetri, sarà possibile spostarle in piena terra.

Per quanto riguarda la conformazione del terreno definitivo è opportuno scegliere un medio impasto per evitare la comparsa di marciumi radicali ed

Coltivazione in semenzaio

Coltivazione in semenzaio

eventuali malattie fungine. Prima del trapianto ricordatevi di concimare con compost organico e vangare. Successivamente è necessario zappettare con frequenza per aerare il terreno. E liberarlo il più possibile dalla presenza di fastidiose infestanti.

L’acqua è necessaria solo al momento della germinazione, o se si presentano periodi di intensa siccità. Tra un’innaffiatura e l’altra controllate comunque il grado di umidità del terreno, è molto importante evitare ogni tipo di ristagno.

La raccolta delle cipolle avviene normalmente in piena estate: il clima non è umido e le foglie non devono essere completamente secche. E’ possibile estrarre le cipolle dal terreno con estrema facilità. Scegliete giornate asciutte e utilizzate una paletta, facendo molta attenzione a non danneggiarle.

Acqua in giardino: Una risorsa esenziale per la crescita delle piante
L'acqua è una risorsa importante, come possiamo risparmiarla e guadagnare il rispetto dell'ambiente? Non solo ponendo attenzione agli sprechi ma con i...
L’Hippeastrum, meglio conosciuto come Amaryllis: cura della pianta e curiosità
Come abbiamo precedentemente esposto l’hippeastrum può essere coltivato sia all’aperto che al chiuso. I bulbi conservati in questa maniera produrranno...
L'ACANTO dai giardini ai capitelli corinzi
L'Acanto, Acanthus Mollis, è una pianta che comunemente viene associata ai capitelli corinzi dei grandiosi templi Greci; in realtà, in natura, è u...
Come fare il compostaggio ed una compostiera fai da te
Il compostaggio è una tecnica di uso comune in grado di trasformare tutti i rifiuti verdi in ottimo concime di prim’ordine. In più si tratta di una pr...
Ad ottobre cambia il paesaggio al mare e in montagna
Ad ottobre cambia il clima ed inevitabilmente cambia anche il paesaggio, cambiano i colori e i profumi. Ma cosa succede nei nostri giardini? A seconda...
Come scegliere piccole serre da balcone per proteggere le piante durante l'inverno
In tutta Italia è ufficialmente arrivato il freddo, da Nord a Sud le temperature si sono abbassate e questo crea non pochi problemi per la sopravviven...
Un fiore invernale: la Camelia Sasanqua
Le camelie invernali sono le piante che meglio rispondono alle richieste dei più esigenti. Si tratta di esemplari particolarissimi, frutto di ricerche...
Il Giacinto: pianta ornamentale per giardini e balconi
Il Giacinto è una pianta gradita soprattutto per il suo aspetto ornamentale, grazie ai suoi particolari fiori, romantici e delicati. Il giacinto ha...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!