Curare le piante al ritorno dalle vacanze

Quando si torna dalle ferie è facile trovare le proprie piante un po’ sofferenti. Servono solo poche mosse per riportarle al normale splendore; di seguito vi spieghiamo che cosa fare per ridare bellezza alle vostre piante di casa.

Salute delle piante a rischio: poca acqua, poca luce e poca aria

Nonostante si siano utilizzati tutti i sistemi necessari per farle sopravvivere al meglio sicuramente le piante avranno sofferto la mancanza di acqua, la scarsità di luce e di aria, nonché il cambio repentino delle abitudini di innaffiatura. Gli accorgimenti da utilizzare sono davvero semplicie saranno efficaci per dare nuova vita alle piante da interno che attualmente versano in stato di sofferenza (più o meno evidente).

I problemi riscontrabili al ritorno dalle vacanze

Curare le piante

Curare le piante

A prima vista le nostre piante potrebbero sembrare “svenute”. Non spaventatevi: le piante si afflosciano quando manca loro l’acqua; correre ai ripari non è difficile, vi basterà riempire la vostra vasca (o delle bacinelle) con almeno quattro dita di acqua, successivamente mettere i vasi all’interno e lasciarli per circa trenta minuti: in questo modo il terriccio si inumidirà completamente. Fate poi scolare l’acqua in eccesso, in maniera tale da evitare il problema opposto, cioè eventuali fenomeni di marcescenza. A questo punto potrete ricollocare la vostra pianta sul rispettivo sottovaso, in poche ore si verificherà la ripresa completa e si potrà valutare quali foglie vanno eliminate e quali sono ancora vitali.

Quando collocate le piante all’interno della vasca vi consigliamo di praticare un lavaggio: questo non servirà solamente per pulire la pianta, migliorandone l’aspetto, si aumenterà anche il grado di umidità intorno alla pianta, in modo tale da favorirne una più rapida ripresa.

Il passo successivo da compiere sarà quello di fornire ad ogni pianta la giusta quantità di illuminazione. E’ quindi necessario spostarle in un luogo dove possono ricevere una buona luce: se durante la nostra assenza sono state lontane da finestre, o in luoghi scarsamente illuminati, potrebbero averne risentito, e il loro aspetto sofferente ve lo confermerà.

E’ importante non ricorrere immediatamente alla luce diretta del sole, dopo un periodo in semi oscurità un trattamento di questo tipo potrebbe avere effetti deleteri. Scegliete quindi una finestra riparata da una tenda leggera, potrete abituare gradualmente le vostre piante all’illuminazione diretta.

Pulire le foglie

Pulire le foglie

Basterà regolare l’apporto di luce e acqua per ridare un aspetto gradevole e sano alle piante ospitate nel vostro appartamento. Per far si che le piante ritrovino un aspetto più vivo sarà necessari procedere con l’eliminazione di foglie ingiallite e di rami secchi. Prima di fare altri interventi, come lo sfoltimento o una leggera potatura, sarà necessario che ogni esemplare si riabitui alle nuove condizioni di luce e umidità. Basteranno pochi giorni, sarà poi possibile procedere con le normali operazioni di manutenzione.

Ristabilire il quantitativo energetico necessario

Dopo aver fatto passare circa una settimana dall’immersione delle piante nella vasca, con la prima innaffiatura è opportuno aggiungere del fertilizzante per piante verdi, senza comunque superare le dosi strettamente consigliate sulla confezione.

Dopo il nostro periodo di assenza è opportuno ristabilire la giusta quantità di nutrimento necessario alla crescita delle piante; sarà quindi necessario procedere con concimazioni ripetute ogni due settimane, in questo modo i nutrimenti presenti nel terreno riusciranno a rimanere costanti.

E’ anche possibile utilizzare dei prodotti in grado di fornire una rapida sferzata di energie alle nostre piante, come per esempio dei fito ricostituenti per le piante più debilitate: da spruzzare direttamente sulle foglie, o diluire nell’acqua d’irrigazione. In questo modo si riuscirà a riattivare tutte le più importanti funzioni metaboliche della pianta in tempi più veloci.

Quando le foglie ingialliscono

ritorno dalle vacanze

Irrigazione durante le vacanze - piante in vaso

Tra i problemi più comuni rilevabili al ritorno delle vacanze c’è sicuramente l’ingiallimento delle foglie: questo fenomeno è causato dalla mancanza di acqua, di luce, di nutrimento, ma soprattutto dalla carenza di ferro nel terreno.

Si consiglia di utilizzare un prodotto rinverdente a base di ferro, in poco tempo le foglie ritorneranno ad assumere delle splendide tonalità di verde e la pianta ritroverà un aspetto sano. Questi prodotti agiscono infatti in maniera rapida, riequilibrando le quantità di ferro grazie ad un’immediata assimilazione. Anche in questo caso si può trovare una vasta gamma di prodotti, sia da spruzzare direttamente sul fogliame che da diluire in acqua. Inoltre in questo caso si può optare anche per la soluzione dei microgranuli: si tratta di piccole palline da distribuire su tutta la superficie del terreno e interrare leggermente aiutandosi anche solamente con un cucchiaio. Cambia il modo di somministrazione ma tutti questi prodotti funzionano con la medesima efficacia.

Curare le piante con le cure giuste al momento giusto

Di seguito un breve elenco delle condizioni in cui più facilmente potreste trovare le vostre piante di appartamento al rientro dalle vacanze, e i relativi accorgimenti per riportarle in salute.

Ingiallimento foglie al rientro dalle vacanze

Ingiallimento foglie al rientro dalle vacanze

  1. Se notiamo che il terreno si è seccato tanto da risultare indurito a causa della scarsa quantità di acqua, è necessario smuoverlo in superficie utilizzando semplicemente una forchetta o una paletta. Praticando questa semplice operazione si deve stare attenti a non danneggiare le radici, soprattutto quelle più superficiali.
  2. Quando le piante non ricevono acqua per un periodo piuttosto lungo è opportuno reidratarle completamente. Procedete quindi immergendo direttamente i vasi in bacinelle contenenti qualche centimetro d’acqua. Togliete i vasi solo quando le bollicine d’aria presenti nel terreno cesseranno di risalire in superficie. In seguito lasciate scolare tutta l’acqua in eccesso.
  3. Se le piante presentano accumuli di polvere sul fogliame utilizzate una spugna bagnata per lavare tutti e due i lati della foglia. Agite con cautela per non rovinarle.
  4. Se la pianta presenta fogliame secco e marcio questo deve essere eliminato: se non si procede con rapidità si possono sviluppare pericolosi marciumi.
  5. E’ possibile ritrovare la pianta protesa verso la fonte di luce. Per raddrizzarla basterà girare il vaso di 180°, in maniera tale che anche il lato che è stato in ombra si riequilibri naturalmente.
  6. Al rientro dalle vacanze è il momento adatto per somministrare un buon quantitativo di fertilizzante. L’operazione va ripetuta ogni settimana, in modo tale da fa riprendere completamente la pianta e da ostacolare la precoce caduta di fogliame e fiori.

Arredi per esterni: novità dal Salone Internazionale del mobile per giardino
la nuova tendenza dell'arredare l'outdoor;con design e qualità. Al salone del mibile di milano tante novità per giardino e terrazzo.
Come scegliere l'albero di Natale
Si avvicinano le feste di Natale e ci ritroviamo a dover pensare all’acquisto dell’albero. L’offerta è vastissima, a partire dagli esemplari veri, ...
La pacciamatura una tecnica per proteggere le piante
Solitamente si intende la pacciamatura come un mezzo per proteggere apparato radicale, colletto, tronchi, bulbi e rizomi solamente dalle basse tempera...
Le particolarità dell’Hibiscus moscheutos o Ibisco d’acqua
L’Hibiscus moscheutos nei vecchi testi si classifica come Hibiscus palustris ed è comunemente noto come Ibisco d’Acqua. Ama i terreni umidi ma non co...
La luna di ottobre 2011
Mentre l’autunno tinge la natura di colori caldi, le piante si preparano al tanto atteso riposo vegetativo. E’ necessario fin da ora preparare sia fio...
Capire meglio l'influenza della luna sulle piante
L’effetto esercitato dalla luna sul nostro pianeta influenza la vita dei campi e delle colture. Questo particolare effetto era già noto anche agli egi...
La famiglia delle Bromeliacee
Le piante appartenenti alla famiglia delle Bromeliacee sono davvero particolari. Esistono alcune varietà coltivate principalmente per i bellissimi cap...
Piante aromatiche non solo in cucina: dalla cosmesi all’uso ornamentale
Le piante aromatiche sono tra gli esemplari che, se coltivati a dovere, possono avere molteplici usi differenti. Normalmente si utilizzano con frequen...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!