Erbe spontanee commestibili: il 24 Marzo a Castello Quistini

L’Officina botanica di Castello Quistini a Brescia organizza domenica 24 Marzo un breve corso per conoscere e imparare a riconoscere le principali piante infestanti commestibili per poterle impiegare in cucina e come erbe officinali.

erbe_spontanee_centocchio_

Erbe spontanee: Centocchio

Erbe spontanee commestibili: erbacce buone da mangiare

Infatti alcune erbe chiamate “infestanti” si possono utilizzare in cucina come altre erbe spontanee per preparare piatti insoliti e gustosi, per bagni benefici o per salutari tisane, l’importante è conoscerle e saperle riconoscere, perchè non tutte le “erbacce” sono da buttare!

topinambur

Erbe spontanee: Topinambur

Il corso sul riconoscimento delle piante e erbe spontanee si terrà domenica 24 Marzo nel pomeriggio, dalle ore 14,00 alle ore 18,00, presso Castello Quistini in Via Sopramura 3a a Rovato, in provincia di Brescia; chi parteciperà potrà imparare alcuni loro utilizzi in cucina e i diversi utilizzi fitoterapici.

Verrà tenuto da Marilena Pinti, autrice della pubblicazione dell’Ecomuseo di Valle Trompia: “Le nostre erbe spontanee”, naturopata ed esperta di erbe spontanee, specializzata sulle proprietà delle erbe selvatiche, sui lori utilizzi in cucina o nella cura della persona, che da 24 anni gestisce una azienda agricola a Sarezzo e che conduce una fattoria didattica con particolare attenzione all’habitat naturale del luogo.

Erbe spontanee medicinali: Centocchio

Vi sono piante infestanti diffusissime in natura come ad  esempio il Centocchio, noto anche come “Paerina”, che è un’erbacea  che possiamo trovare praticamente ovunque in Italia, definita come erba infestante, ma che può essere utilizzata contro il prurito e l’eczema e viene indicata anche per disturbi come la bronchite.

Erbe spontanee commestibili: il Topinambur

ortica

Erbe spontanee: ortica

Un’ altra pianta infestante molto diffusa è il “Topinambur“,  che oltre a regalare bellissimi fiori gialli, presenta un tubero commestibile dal sapore molto gradevole che può essere consumato sia crudo nelle insalate che cotto, come contorno o aggiunto ai minestroni.

I tuberi del Topinambur hanno il pregio di poter essere utilizzati liberamente dai diabetici in quanto non contengono glucosio.

Piante infestanti commestibili: l’Ortica

Pianta infestante molto nota è l’Ortica, utilizzabile come infuso o decotto, caratterizzata da grandi proprietà diuretiche e depurative, oltre essere ricca di proteine, vitamine, enzimi, e sali minerali.

L’Ortica ha molteplici usi in cucina,  può essere impiegata infatti come verdura cotta, nelle minestre, nei risotti e persino cruda nelle insalate miste.

Il corso, teorico e pratico, vi permetterà di conoscere e riconoscere le principali varietà di infestanti presenti comunemente in tutti i giardini e prati.

Per ulteriori informazioni sull’evento e sugli altri corsi organizzati da Officina botanica e da Castello Quistini www.castelloquistini.com.

 

Il lampone: pianta facile da coltivare e frutto goloso
Il lampone è un frutto di bosco facile da coltivare. Resiste bene alle gelate, visto che il suo habitat naturale è tipicamente montano. Solo in presen...
Le primule: coltivazione e moltiplicazione
Le primule sono piante perenni molto rustiche, dalle corolle colorate. Ci regalano la loro fioritura in primavera, sono adatte per una coltivazione al...
Il Biancospino, una pianta spontanea per attenuare l'ipertensione
Il Biancospino si trova comunemente nelle campagne Italiane. Proprio come l’aglio è una pianta dalle capacità ipotensive, funzionando anche come cardi...
Il fico d'India: una cactacea da frutto
Il fico d’India è una pianta appartenente alla famiglia delle cactacee originaria dell’America del Sud, molto diffusa in Italia in particolare nel...
Florarte 2012,Villa Cavazza, Modena 7, 8 e 9 Aprile
Il 7,  8 e 9 aprile si terrà l'ottava edizione di Florarte, evento dedicato alla riscoperta delle meraviglie che la vita en plein air può offrire, mos...
VerdeMura 2012 a Lucca dal 30 marzo al 1 aprile
Dal 30 marzo al 1 aprile 2012 si terrà a Lucca la quinta edizione di VerdeMura, mostra mercato del giardinaggio, dei prodotti tipici e del vivere all’...
Coltivare l'orto in città: corsi, spunti e idee al Castello di Pralormo
Come vi abbiamo già segnalato in altri nostri articoli presso il Castello medievale di Pralormo, To, si terrà dal 31 Marzo al 1 Maggio 2012 MESSER TUL...
Workshop fotografico sulla macrofotografia naturalistica, il 27 Maggio 2012
Domenica 27 Maggio 2012, a Rovato in Franciacorta, all'interno del giardino botanico di Castello Quistini, è in programma un interessante workshop fot...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!