I giardini e le aree verdi migliorano la vita e la salute umana

Gli spazi verdi dei parchi inducono tranquillità e senso di benessere

Dalla seconda metà del ‘900 l’espansione dell’edilizia in occidente in tutte le sue forme architettoniche e funzionali, ha dato un forte impulso all’interesse per le piante ornamentali.

Il ricorso alle piante per l’arredo degli spazi urbani, del giardino, del balcone o dell’interno della casa evidenzia il bisogno dell’uomo di rendere questi spazi migliori dal punto di vista estetico e più vivibili, avvicinando l’uomo alla natura.

Le piante e la psiche umana

La relazione tra l’uomo e la natura e l’idea che questa sia in qualche modo connessa al generico concetto di “buona salute” ha profonde radici nella filosofia, nell’arte e nella cultura popolare, dagli antichi Greci fino ai filosofi Trascendentalisti.

Più recenti sono le scoperte scientifiche che provano in maniera indiscutibile gli effetti positivi degli spazi verdi sulla mente umana nel generare serenità ed aumentare il senso di autostima.

Effetto terapeutico dei giardini verdi

Nel 1984 venne pubblicato un breve articolo scientifico pubblicato sulla prestigiosa rivista “Science”, con il provocatorio titolo “La vista dalla finestra può influenzare il recupero post-operatorio”.

Questo studio, effettuato su individui operati alla colecisti in un ospedale della Pennsylvania nel corso di 10 anni, evidenziò che i pazienti con una vista su una zona alberata hanno avuto minori tempi di ricovero e meno richieste di antidolorifici rispetto ai pazienti le cui finestre davano sul muro di cinta dell’ospedale.

I benefici dal punto di vista psicologico da chi pratica attività di giardinaggio sono stati già evidenziati sin dagli anni ’70.

Più recentemente, uno studio portato avanti dall’università di Essex (Inghilterra), pubblicato sulla rivista scientifica “Environmental Science & Technology“ ha dimostrato che gli effetti positivi della natura sulla salute mentale umana si estrinsecano soprattutto sulla salute mentale ed hanno evidenti ripercussioni sul sistema immunitario.

Questo studio ha evidenziato che ‘5 minuti di movimento nel verde’ (camminare, fare giardinaggio o occuparsi dell’orto) sono sufficienti ad aumentare il senso di autostima e di benessere, riducendo i rischi di sviluppare malattie mentali quali depressione e ansia.

I fiori ed il benessere

i fiori inducono spontaneamente emozioni positive

Uno studio pubblicato nel 2005 sulla rivista scientifica Evolutionary Psychology, ha dimostrato che i fiori inducono spontaneamente un sorriso in chi li riceve e un aumento dei “pensieri positivi” nei giorni successivi.

In questo studio si ipotizza che proprio le emozioni positive generate dai fiori siano il principale motivo della loro coltivazione da 5000 anni a questa parte.

Importanza del verde nelle città

Gli effetti benefici delle aree verdi non si limitano alla psiche umana. I giardini e dei parchi all’interno delle città fungono infatti da “polmoni verdi” riducendo l’inquinamento, infatti le piante assorbono CO2 con la fotosintesi e liberano ossigeno.

Le piante devono essere oggi considerate un elemento importante per rendere le aree in cui viviamo a misura d’uomo.

Chi ha la fortuna di possedere una casa con un giardino (anche piccolo) può valorizzare questo elemento fino a farlo diventare una piccola oasi di pace attraverso la giusta scelta delle piante e la loro cura.

A questo scopo, le piante che daranno forma al giardino dovranno avere idonee caratteristiche estetiche, genetico – sanitarie e rispondere ai moderni criteri di architettura paesaggistica e salvaguardia della natura.

Laghetto in giardino e giochi d’acqua nel verde
Non si può immaginare un giardino senza acqua. Se ne ha bisogno sia per bagnare le piante sia come elemento di composizione e d’arredo. Numerose s...
Fiori e infiorescenze dalle forme e dai colori singolari
La natura è straordinaria; ciò si avverte maggiormente osservando alcuni fiori dalla forme e dai colori assolutamente singolari. Questa spettacolarità...
La Robinia e i suoi fiori colorati
La robinia si riconosce dall’albero da fusto sottile e chioma ampia. Il fogliame è sempre mosso dal vento. Le specie più piccole, specialmente in prim...
I gerani: coltivazione e parassiti dei re dei balconi
I gerani sono diffusissimi, è piuttosto strano immaginarsi balconi e giardini sprovvisti di questi esemplari. Va segnalato che negli ultimi anni quest...
Chelone lyonii “Hot lips” una pianta facile per il giardino acquatico e non solo
Si tratta di un’erbacea perenne tipica dei corsi d’acqua, con fioritura tra luglio e settembre. Il Chelone lyonii “Hot lips” è stato presentato solo ...
Una piccola pianta succulenta: la Delosperma
La Delosperma è una piccola pianta succulenta in grado di crescere su suoli sassosi, poveri e con poco terreno. Si adatta bene ai giardini rocciosi, d...
Scegliere le piante per l’acquario domestico
Per la realizzazione di un acquario che si rispetti è necessario introdurre anche delle piante acquatiche. Queste piante non si limitano ad assolvere ...
La Stella di Natale: come farla durare più di una stagione
E’ una delle protagoniste del Natale, in questo periodo si vede e si può acquistare praticamente ovunque; stiamo parlando della Stella Di Natale, nota...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!