Impatiens o fior di vetro: seminato a Marzo fiorisce fino all’inverno

L’impatiens, detto anche fior di vetro lisette è una pianta economica e molto semplice da coltivare. Ideale sia su balconi esposti a nord che in giardini parzialmente in ombra questa pianta regalerà una fioritura dai colori accesi da marzo fino all’inizio dei mesi invernali.

Impatiens

Impatiens o fior di vetro

Il nome di questa pianta deriva dal fatto che i suoi frutti, delle capsule, una volta maturi, appena toccati si aprono violentemente spargendo lontano i semi contenuti all’interno delle stesse capsule.

E’ una pianta perenne, che non supera i 40 centimetri di altezza. Coltivata come autunnale è perfetta per bordature e aiuole, ma risulta anche ottima come pianta ornamentale in casa.

Le cure da prestare a questa pianta sono davvero poche. Predilige l’ambiente soleggiato ma non soffre particolarmente se si trova in ombra. In vivaio se ne trovano di molti colori; i fiori, caratterizzati da cinque petali ed uno sperone, all’inizio sono piccoli ma col tempo si ingrandiranno, in concomitanza con la crescita della pianta.

Molte varietà di impatiens

In vivaio sono reperibili varietà di due specie differenti di impatiens: l’Impatiens schleteri, nativa della Nuova Guinea, e l’Impatiens walleriana, originaria dei territori di Mozambico e Tanzania.

Queste due specie sono caratterizzate da fiori dalle tonalità del rosso, rosa, porpora, bianco e arancione. La prima specie predilige un clima tropicale di tipo caldo umido, con fioritura tra la primavera e l’autunno; la seconda predilige climi temperati e freschi, fiorisce durante tutto l’anno, o comunque fino a quando la temperatura non scende al di sotto dei 10 – 15° C.

La coltivazione dell’ impatiens è facile

Questa pianta si sviluppa e vive con poche cure. Il substrato da scegliere, sia coltivandola in vaso che in giardino, deve essere leggero, fertile e ben drenato. Se coltivata in vaso si dovrà optare per un contenitore di 12-13 centimetri per piantina.

Impatiens come bordatura

Impatiens come bordatura

Come ogni pianta a seconda delle quantità di luce e calore che riceve crescerà più o meno velocemente. Avrà quindi uno sviluppo lento a marzo, per poi velocizzare a luglio.

Il terreno deve essere mantenuto sempre piuttosto umido, aumentando acqua e innaffiature con l’aumentare della temperatura esterna.

Da marzo a settembre è anche opportuno aggiungere una quantità di fertilizzante all’acqua di innaffiatura, in maniera tale da rendere la pianta più rigogliosa.

Parassiti e malattie delle piante

Gli afidi sono un nemico di questa pianta. Sono dei piccolissimi parassiti di colore verde o marrone che succhiano nutrimento alle foglie facendole deperire.

Si trovano in colonia e sulla pianta lasciano una mielata appiccicosa che può dar origine ad un fungo di colore nerastro: la fumaggine. E’ possibile eliminare il parassita lavando la pianta con dei prodotti appositi.

I fiori di vetro si trovano bene anche in casa

Impatiens coltivata in vaso

Impatiens coltivata in vaso

Se posizionata in un luogo luminoso ma non direttamente esposta ai raggi solari è possibile coltivare con successo l’impatiens anche in casa.

Quando inizia il caldo sarà però opportuno spostare la pianta in luoghi d’ombra, magari collocandola tra qualche pianta più grande.

Se coltivate le piante in balcone è opportuno riportarle in casa nel mese di ottobre, in maniera tale da farle resistere all’inverno, essendo queste delle piante perenni.

Durante i mesi freddi è meglio mettere le piante in luoghi soleggiati e non eccessivamente caldi; l’ideale sarebbe davanti ad una finestra. Durante l’inverno perderà molte foglie, per poi riprendere la stagione vegetativa nel mese di marzo.

Come moltiplicare l’impatiens

Nel mese di marzo è bene seminare le specie autunnali e perenni sia in terra che in vaso. Una volta che la piantina avrà raggiunto una dimensione ragguardevole si dovrà procederle col distanziarle circa 15 centimetri l’una dall’altra, in maniera tale da consentire una crescita ottimale.

E’ possibile moltiplicare le specie perenni anche mediante talea. Si dovrà tagliare i rametti che risultano più vigorosi di circa 8 – 10 centimetri. Successivamente andranno collocate in vasetti contenenti terriccio fertile da mantenere sempre umido.

Impatiens wallerana

Impatiens wallerana

Vanno posti in posizione luminosa, ma non ai raggi diretti del sole, fino a quando non avranno sviluppato le radici. Dopo ciò è bene collocarle in terra o in vaso.

Se durante il mese di marzo la temperatura non è ancora particolarmente mite è possibile seminare le impatiens in una cassetta piena di terriccio fertile, successivamente coperta con un telo di plastica. Questa cassetta si deve collocare in una zona soleggiata e andrà costantemente inumidito il terreno, magari utilizzando uno spruzzatore. Una volta che le piante si saranno sviluppate, raggiungendo una dimensione consona, potranno essere spostate nella posizione definitiva.

Le Cycas: bellissimi fossili viventi, sembrano palme ma...
Origini nella preistoria Le cycas sono piante dall’aspetto palmiforme evolute oltre duecento milioni di anni fa. La apparente somiglianza di...
La rosa di Natale. Un fiore bianco fra la neve
La rosa di Natale fiorisce a dicembre. Il suo nome botanico è Elleboro. I suoi fiori bianchi crescono sotto la neve, anche con pochissimi raggi di sol...
Un laghetto artificiale fiorito in giardino
Basterà poco per rivitalizzare e rendere più attraente il vostro giardino. Sarà infatti molto facile ottenere un rigoglioso giardino d’acqua utilizzan...
Il robot rasaerba: una comodità per la cura del prato
Uno degli aspetti più impegnativi  nell'avere un giardino, riguarda la cura e l'impegno che la persona deve metterci per farlo crescere bello e rigogl...
Un’antica pianta insetticida: Neem
Questa pianta viene utilizzata dagli agricoltori indiani da circa tremila anni. Si tratta di un albero a crescita spontanea presente in tutto il paese...
Il problema della cocciniglia nelle piante d'appartamento in autunno
Si attesta la presenza di più di 5.000 specie differenti di cocciniglie divise per aree geografiche di appartenenza. Solamente un numero limitato di e...
Fiori gialli: allegri anche in autunno
Guardando i giardini in autunno tutto sembra molto triste. Serve una sferzata di colore per ravvivare le giornate più grigie. In questo articolo vi su...
I kaki: preziosi frutti autunnali
I kaki sono originari della Cina, anche se vedono il loro maggior successo in Giappone, dove la diffusione è ormai radicata nel tempo. Il frutto di q...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.