Jasminum Nudiflorum (Gelsomino di San Giuseppe): una pianta invernale

Continua la mia ricerca nel trovare piante che possano fiorire durante il periodo invernale.

Questo perchè ritengo sia importante poter coltivare in inverno potendo già durante la stagione fredda,vedere  i propri risultati, magari attraverso la fioritura.

Il Jasminum Nudiflorum, chiamato in gergo Gelsomino di San Giuseppe, è una specie di gelsomino molto resistente al freddo.

gelsomino di San Giuseppe

Il gelsomino di S.Giuseppe cresce ampiamente se non viene tenuta sotto controllo attraverso la potatura

E’ originario della Cina ed è un arbusto conosciuto perchè è in grado di fiorire durante la stagione fredda.

Il gelsomino di S.Giuseppe è un arbusto a foglie caduche, con rami lunghi e sottili.

Le sue foglie sono lucide con un colore che tende al verde scuro.

Il suo nome gergale deriva dal fatto che si dice fiorire in particolare, il giorno di S.Giuseppe, che cade il 19 marzo.

Al di là di questo è considerato una pianta invernale, in quanto non risente delle basse temperature.

I suoi fiorellini gialli sbocciano partendo dalla base dei rami per poi arrivare fino alla cima del rametto.

Jasminum nudiflorum

Jasminum nudiflorum

Il gelsomino è una pianta che, se curata adeguatamente, cresce abbondantemente, in tempi relativamente brevi, il che vuol dire che spesso sarà necessario svolgere una serie di potature, in grado di aumentarne la resistenza e la crescita continua e sana.

Coltivazione del GELSOMINO

La semina del gelsomino di San Giuseppe deve essere effettuata in aree riparate.

Il Gelsomino di San Giuseppe non necessità di particolari cure.

Il terreno migliore per la sua coltivazione, è ricco di humus, con l’aggiunta di concimi idonei.

Ma il gelsomino riesce a crescere anche in terreni difficili, come pieni di sassi e poco equilibrati.

Quando ci si trova a voler piantare il gelsomino, occorre metterlo delicatamente a dimora sia in giardino che in vaso, ricordandosi che se si decide per il vaso, gli si deve garantire lo spazio per crescere.

Dopodichè occorre garantire un adeguato drenaggio, magari distribuendo del materiale grossolano intorno alle sue radici.

Quando è stato piantato, occorre sapere che è necessario fare attenzione agli afidi e alle cocciniglie che tendono ad attaccarlo rovinando le sue foglie.

Meglio ricercare un antiparassitario idoneo alla pianta.

Annaffiatura del Jasminum Nudiflorum

Dopo aver piantato il Jasminum Nudiflorum, occorre effettuare un’innaffiatura preventiva, che permetta alle radici di attecchire. A questo punto se esposto alle intemperie, il gelsomino, riesce a crescere sfruttando anche soltanto le normali precipitazioni.

Il fiore del gelsomino

Il fiore del gelsomino

Ovviamente in periodi di sicità occorrerà bagnare il terreno in modo da garantire alla pianta il nutrimento adeguato.

Se invece decidete di piantarlo all’interno di un vaso, è meglio bagnare il gelsomino al massimo ogni 20 giorni.

Con queste poche indicazioni vi sarà possibile iniziare ad osservare la sua crescita e lo sbocciare del fiore.

Il fiore è di un giallo delicato, è composto solitamente da 6 petali uniformi che si sviluppano lungo il ramoscello della pianta.

Il gelsomino di S.Giuseppe è una pianta resistente, ma con caratteristiche estetiche molto raffinate.

La sua capacità di resistere durante l’inverno, vi permetterà di colorare il vostro balcone o il vostro giardino, ammirandolo tutto l’anno, senza pensare troppo ai bruschi cambi climatici.

Il giardino a giugno: bordature e aiuole fiorite
Cosa fare per coltivare al meglio aiuole e bordature nel mese di giugno.
Non solo gigli: la famiglia delle liliacee
Le Liliacee sono una famiglia di piante molto vasta e varia. Aglio, asparago, amarillis e molte altre piante appartenenti a questo gruppo sono caratte...
La Gaillardia: una pianta erbacea perenne che resiste alle basse ed alle alte temperature
La Gaillardia è una pianta dai colori piuttosto accesi, originaria dell’America settentrionale. Conta almeno una decina di specie di erbacee perenni n...
Thunbergia Grandiflora: pianta decorativa o pianta infestante?
La Thunbergia Grandiflora è una pianta originaria del subcontinente indiano, attualmente è presente anche nel continente Australiano come pianta rinse...
Le cure del mese di settembre per le piante in casa e in balcone
Da fare in casa e in balcone, ecco la lista.
Preparare il prato ai mesi freddi
Il prato è la parte del giardino che necessita delle cure maggiori; se si tratta inoltre di una varietà particolarmente delicata, solitamente con erba...
Il frutteto: dall’acquisto alla messa a dimora
E’ molto semplice realizzare un piccolo frutteto familiare nel proprio giardino o in terrazzo, è però necessario attuare una preparazione specifica: s...
Cura delle piante grasse: come pulirle
Tra le operazioni da svolgere normalmente per mantenere al meglio le nostre piante d’appartamento c’è anche la pulizia delle piante grasse, anche se –...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!