Laghetti, fontane, cascate: elementi idrici per il giardino acquatico

Il fascino dell’acqua è universale, e vale sia in presenza di climi caldi che di climi freddi.

Storicamente già i giardinieri della Persia e dell’India padroneggiavano ruscelli e cascate in maniera tale da far scorrere l’acqua con continuità attraverso paesaggi aridi.

In Asia monaci giapponesi e cinesi costruivano grandi laghi e godevano del riflesso del territorio circostante che si specchiava in essi.

Anche in Europa durante il Rinascimento giardino d’acqua e terrazzamenti simboleggiavano l’abilità dell’uomo nel domare la natura a proprio piacimento.

Giardino acquatico

Giardino acquatico

Qualsiasi giardino acquisterà di bellezza grazie alla presenza di elementi idrici, sia di natura vivace che contemplativa.

L’acqua può considerarsi un calmante sia per la capacità di creare giochi visivi con i suoi riflessi, sia per il rumore che produce, in grado di placare gli animi, continuamente sollecitati da rumori di traffico e similari.

Qualunque sia la scala dell’elemento idrico che si aggiungerà al giardino, questo ne diventerà un punto focale.

E’ importante quindi costruirlo correttamente perché, se ben fatto, sarà un vantaggio.

Dove collocare un laghetto artificiale in giardino

Esistono tre regole fondamentali da seguire per decidere dove collocare l’elemento idrico.

Principalmente deve essere un luogo che gode di luce solare per almeno metà giornata.

Sono da evitare luoghi troppo soleggiati perché favoriscono lo sviluppo di alghe, che rischiano di consumare tutto l’ossigeno del laghetto.

Per ovviare al problema è possibile coltivare piante acquatiche in grado di ombreggiarne la superficie.

La seconda regola è quella di evitare di collocare un laghetto sotto a degli alberi, poiché le radici possono comprometterlo sollevando il terreno.

In ultimo si consiglia di collocare il laghetto in un punto visibile sia dalla casa che dal tetto, in modo tale da farlo diventare un punto focale apprezzabile.

Progettare un elemento idrico per il giardino acquatico

Per quanto riguarda i laghetti come elementi idrici ne esiste un’enorme varietà. Ma esistono anche altri tipi di elementi idrici collocabili nei giardini, questi vanno dai vasi con fiori galleggianti, alle fioriere, alle fontane a muro o alle pittoresche sorgenti che fanno scorrere l’acqua sulle rocce.

Laghetto da giardino

Laghetto da giardino

L’elemento idrico va scelto in base alla funzione e alla compatibilità con il paesaggio circostante.

Se decidete di collocare un laghetto nel vostro giardino tenete presente che uno specchio d’acqua più grande è più facilmente controllabile di uno di piccole dimensioni. E’ infatti molto più probabile che non si geli d’inverno e non si surriscaldi durante il periodo estivo; in maniera tale da mantenere una temperatura più costante durante tutto l’anno, utile per preservare la sopravvivenza di piante, pesci ed altri organismi.

E’ bene assicurarsi di avere i permessi dell’acquedotto per la realizzazione di un laghetto prima di iniziarne gli scavi. Se si tratta di un laghetto piccolo non dovrebbero sussistere problemi, ma se il laghetto inizia ad essere di dimensioni considerevoli potrebbero servire autorizzazioni speciali.

Ricordatevi, in ogni caso, di dotare il laghetto di una staccionata intorno per garantirne la sicurezza, soprattutto se avete bambini piccoli.

Laghetti formali

Esempi di utilizzo dei laghetti formali sono i giardini europei del diciassettesimo e diciottesimo secolo. Si utilizzavano per sottolineare l’importanza di una costruzione o di una scultura.

Per la realizzazione del proprio laghetto si può attingere da questi modelli formali, in questa maniera un cortile o un piccolo giardino beneficieranno sicuramente delle qualità dell’acqua.

I giardini formali sono caratterizzati solitamente da una forma geometrica, le piante sono ridotte al minimo. Elemento decorativo caratterizzante può essere la presenza di un vaso o di una pianta di gigli acquatici collocati nel mezzo. Ma molto più spesso la funzione del lago è quella di specchio, che andrà a sottolineare e riflettere l’intorno.

Laghetti e cascate artificiali con effetto naturale

Stagno da giardino

Stagno da giardino

Questi laghetti sono solitamente di forma libera, organica col progetto, in armonia col paesaggio, in maniera tale da non sembrare un elemento imposto.

Il modello formale di questi laghetti è la natura: arricchiteli quindi di ruscelli, rocce collocate in modo casuale, piante galleggianti e gigli sulla superficie.

Laghetti e cascate artificiali vanno collocati nella parte più bassa del giardino, dove effettivamente troverebbero posto in natura. Se non si potrà mantenere un effetto naturale è meglio utilizzare elementi come le fontane piuttosto che le cascate.

Uno stagno naturale per il giardino

Qualsiasi tipo di giardino può godere di uno stagno naturale, anche in centro città. Ovviamente più grande è meglio è. Se le dimensioni lo consentono consigliamo di collocare al centro un piccolo isolotto da utilizzare come rifugio per piccoli animali.

Dovete assicurarvi che ci sia una pendenza naturale da un lato dello stagno, in maniera tale da dare la possibilità di creare una piccola spiaggetta in ghiaia, utilizzabile – nel caso – come abbeveratoio. Arricchitelo di piante spontanee come canneti, borragine e pratolina.

Fontane da giardino

Poiché l’acqua di uno stagno necessita, per rimanere salubre, di ossigeno si potrà optare per l’inserimento di fontane utili per il riciclo dell’acqua.

Esistono tipologie di fontane adattabili ad ogni giardino, si può spaziare dallo stile vittoriano al moderno; anche le cannelle sono di ogni tipo: dal gocciolio delicato, alle bolle, ai flussi d’acqua.

Fontane da giardino

Fontane da giardino

Più sono importanti i flussi d’acqua che volete, maggiori dovranno essere le portate delle pompe d’acqua. Si ipotizza che una capacità di 5000 litri può soddisfare perfettamente le esigenze di ogni stagno domestico.

Ricordatevi che se volete piantare gigli d’acqua o piante similari queste potrebbero essere disturbate dai continui flussi d’acqua; nel caso optate solo per dei piccoli spruzzi piuttosto che una grande quantità d’acqua.

Altri elementi idrici

Se avete un giardino piccolo ecco alcuni suggerimenti per creare elementi idrici d’effetto:

  • Grandi vasi cinesi
  • Vecchie vasche o lavandini
  • Mezzi barili di vino
  • Vasche per uccelli
  • Ciotole basse con fiori galleggianti

Coltura idroponica: la coltivazione senza terra, solo in acqua
Il sistema di coltivazione idroponica ci consente di far crescere le piante senza l'impiego di terra. Nell'articolo si riportano le prime informazioni...
Piante da fiore in appartamento come prolungarne la vita
Tutte le piante superiori hanno fiori, più o meno abbondanti o più o meno attraenti: come è noto essi sono infatti gli organi deputati alla riproduzio...
L’Hippeastrum, meglio conosciuto come Amaryllis: cura della pianta e curiosità
Come abbiamo precedentemente esposto l’hippeastrum può essere coltivato sia all’aperto che al chiuso. I bulbi conservati in questa maniera produrranno...
Impatiens o fior di vetro: seminato a Marzo fiorisce fino all’inverno
L’impatiens è una pianta economica e molto semplice da coltivare. Ideale sia su balconi esposti a nord che in giardini parzialmente in ombra questa pi...
Curare le rose dopo la fioritura
Le rose si devono curare anche dopo la fioritura, in particolare le specie rifiorenti. Se si presta loro le cure adeguate e si forniscono le energie n...
Gerani in inverno, come farli sopravvivere anche ad estate conclusa
I gerani sono i protagonisti dell’estate, si trovano con facilità e colorano i giardini e i balconi con allegria. Di solito a fine stagione vengono el...
Coltivare in inverno nell'orto: la bietola
La bietola, Beta Vulgaris, è un ortaggio molto antico. Appartiene alla famiglia delle Chenopodiaceae ed è molto utilizzata in cucina per insalate e pe...
Coltivare orchidee: più semplice di quanto sembri
Le orchidee, ora di gran moda, di sicuro hanno il potere di rendere un ambiente decisamente più elegante e di classe. Spesso abbiamo ripetuto che la m...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!