La lantana: pianta ornamentale o invasiva?

La lantana è una pianta arbustiva appartenente alla famiglia delle verbenacee originaria delle aree subtropicali americane. Questa pianta venne introdotta nel 1600 in Olanda dal Brasile dagli esploratori olandesi. Successivamente la Lantana venne introdotta nel resto dell’Europa, in America del Nord, in Asia ed in Africa. La lantana riscontrò subito grande interesse dal punto di vista ornamentale grazie alla bellezza dei fiori intensamente colorati che possono essere, a seconda della varietà, gialli, arancioni, bianchi, violetto e rosa. Oggi questa pianta è tra le più diffuse specie ornamentali ed è coltivata in tutto il mondo.

Esigenze colturali della lantana

La semina si può effettuare a febbraio-marzo con temperature superiori a 15°C. La moltiplicazione può avvenire anche per talea, prelevando in estate porzioni di rametti di 7-9 cm che verranno messi a radicare su un apposito substrato in cassoni alla temperatura di 15-18°C.

La lantana cresce bene su suoli ricchi di sostanza organica e si avvantaggia delle irrigazioni sopratutto in estate. Questa specie può essere posta in zone soleggiate del giardino, preferibilmente anche ventilate.

Il tallone d’Achille di questa pianta è il freddo, per cui è sconsigliabile coltivare all’aperto la lantana in tutte quelle zone con temperature invernali che spesso scendono al di sotto dei 10°C. Nel caso in cui la lantana venga coltivata in vaso, è consigliabile riportarla in zone riparate durante i periodi più freddi.

Lantana camara pianta infestante e aggressiva

lantana pianta

La lantana si caratterizza per i fiori riuniti in corimbi che possono essere di svariato colore a seconda della varietà

La Lantana camaraè una specie capace di svilupparsi anche in condizioni difficili dal punto di vista pedologico e climatico. Questa grande capacità di adattarsi e diffondersi, portarono la Lantana, nelle zone dove essa veniva introdotta, ad invadere pascoli, aree agricole e foreste, divenendo una specie infestante.

Tuttora la Lantana camara viene considerata una delle dieci specie infestanti più pericolose di sempre.

I danni dovuti all’invasione della Lantana furono particolarmente evidenti in aree calde, come l’Australia, il sud Africa, le isole Hawaii. In Australia questa specie si diffuse in modo incontrollabile invadendo quattro milioni di ettari. Per porre rimedio all’invasione di questa specie si introdussero nelle aree colpite alcune specie di insetti che si nutrivano della Lantana e che quindi aiutarono limitarne la diffusione, determinando un esempio di controllo biologico applicato alle piante infestanti.

Usi nella medicina popolare

pianta infestante

La lantana può essere posta in zone soleggiate e ventilate del giardino

La lantana è una pianta che ha trovato molti usi nella medicina popolare. Un’infusione fatta con foglie e fiori di lantana era considerata un buon rimedio contro l’influenza e il mal di stomaco. In Africa una preparazione di radici di lantana veniva utilizzata nei bambini contro il mal di stomaco. In Asia decotti e unguenti a base di lantana venivano invece utilizzati per lenire le piaghe dei lebbrosi e contro la scabbia.

Alla base di tutti questi utilizzi nella medicina popolare sta il fatto che la lantana è una pianta molto ricca in alcaloidi, terpeni ed altri metaboliti che tutt’oggi la rendono una pianta interessante dal punto di vista fitochimico e farmaceutico.

Attenzione alle bacche della lantana: sono tossiche per l’uomo e gli animali domestici, causano irritazioni cutanee e lesioni epatiche.

La pericolosità delle bacche di questa pianta fu osservata in modo più evidente nelle zone dove questa invadeva i pascoli, causando a volte gravi casi di avvelenamenti nel bestiame.

Concimazione e fertilizzazione delle piante: consigli utili
Spesso le piante vengono coltivate in terreni non abbastanza buoni o non del tutto adatti alla loro crescita; ciò avviene per esempio nei vasi, fiorie...
I fitofarmaci per la salute delle nostre piante
La salute delle nostre piante passa anche attraverso l’uso dei fitofarmaci, è necessario però utilizzarli con moderazione. Qualsiasi sia la composizio...
Le piante stagionali esplodono in tutta la loro bellezza. Come utilizzarle al meglio
Seguendo mode spesso cicliche per un certo periodo la maggior parte di aiuole e bordature di giardini storici e urbani erano ricchi di piante stag...
Le rose, il prato e le siepi: cosa fare in giugno
Le rose, il prato e le siepi: cosa fare nel mese di giugno per curarle al meglio.
Come risparmiare l’acqua in giardino
Nei mesi estivi è normale verificare un aumento del consumo idrico. Le piante coltivate hanno infatti bisogno di maggiori quantitativi di acqua per le...
Cura di orto e frutteto in previsione del riposo invernale: come mantenere il terreno
La stagione fredda, nonostante comporti il riposo vegetativo della maggior parte delle piante, è comunque un periodo di forte stress per il terreno. P...
Affrontare i malanni invernali con le proprietà del timo
Il timo è un compatto arbusto perenne che cresce a forma di cespuglio. Una delle caratteristiche di questa pianta è l’enorme produzione di rami che te...
La Forsizia (Forsythia), una pianta dalla particolare fioritura
La Forsythia è una pianta appartenente alla famiglia delle oleaceae (come l’olivo). Le specie facenti parte di questo genere hanno origine tra la Cina...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!