Lavori di giardinaggio in attesa della bella stagione

Ferite Alberi

Ferite Alberi

Siamo ancore a Gennaio ma la bella stagione non è poi così lontana. Per non trovarci completamente impreparati è consigliabile iniziare, con calma ovviamente, ad organizzare il giardino per renderlo ospitale e pronto ad accogliere tutte le nuove piante. Alcune operazioni di normale manutenzione vanno svolte sistematicamente e senza interruzione. Si tratta di lavori spesso noiosi ma comunque indispensabili per la salute del giardino. Ricordatevi dunque di rastrellare le foglie, di potare le piante rampicanti e di togliere gli accumuli di neve dai rami.

Se nel vostro giardino prevedete la presenza di  salute del giardino.è il momento di iniziare con la manutenzione. Premunitevi di nuove piante e piantatele, quelle vecchie invece devono essere rincalzate. In più, per ottenere dei buoni risultati, iniziate a concimare il terreno con prodotti specifici.

Anche prato e siepi hanno bisogno di cure particolari e di un po’ di manutenzione per superare la stagione fredda ed arrivare al meglio alla primavera. Se il prato presenta un aspetto sofferente è importante agire in maniera sistematica per prima cosa livellandolo a dovere, in secondo luogo è meglio eliminare tutte le tracce di muschio presenti, poiché questo tende a soffocare il substrato con conseguenze spesso disastrose. In ultimo non dimentichiamoci che anche durante l’inverno è opportuno garantire una giusta aerazione anche al nostro prato. Naturalmente non dimentichiamoci delle siepi: queste vanno rastrellate, potate ed è meglio eliminare tutti i parassiti finchè si è ancora in tempo.

Prima di tutto pulizia del giardino

Tra le operazioni necessarie per la conservazione del nostro giardino sicuramente ci saranno dei tronchi d’albero feriti. Analizzando gli alberi presenti in giardino ne troverete alcuni con crepe o profonde fessurazioni. E’ importante agire in maniera tempestiva per evitare che queste ferite diventino un veicolo per la prolificazione e l’attacco di fastidiosi parassiti.

pulizia giardino

Attenzione al muschio

Procedete quindi in questo modo: utilizzate una lama pulita ed affilata per eliminare la parte della pianta ormai compromessa. Cercate di togliere tutta la porzione malata, marcia o annerita dalla presenza di eventuali funghi. Successivamente tappate il buco con del mastice da innesti, in questo modo la pianta sarà salva e la ferita non risulterà più un pericoloso problema.

Un’altra importante operazione da svolgere per mantenere al meglio il giardino è la raccolta delle foglie. Si deve evitare che il fogliame rimanga per toppo tempo sul prato poiché si rischia di sviluppare marciumi diffusi che possono espandersi anche nel substrato. In più la presenza del fogliame sul prato impedisce purtroppo all’acqua di penetrare, ciò ovviamente danneggia il substrato.

Procedete quindi con la raccolta sistematica, e a scadenze regolari, del fogliame. Oltre a fare del bene al vostro prato potete ammucchiarlo e conservarlo per produrre dell’ottimo compostaggio.

La manutenzione del prato in inverno

Non dimenticatevi mai di tenere sotto controllo il vostro prato. In particolare in questi mesi invernali è possibile assistere alla comparsa del muschio. Solitamente questo si forma a causa di un’esagerata quantità di umidità nel terreno. E’ importante combatterlo il prima possibile spargendo sul terreno del solfato di ferro. Per quanto riguarda il dosaggio attenetevi scrupolosamente alle dosi consigliate, quantità maggiori rischiano di creare problemi aggiuntivi piuttosto che benefici per il prato. Inoltre evitate di rastrellare il prato fino a quando il muschio non sarà completamente secco, in caso contrario rischiereste di espandere ancora di più il problema.

Lavori di giardinaggio

Lavori di giardinaggio: riordinare rose e rosai

Quando il prato sarà libero sia da muschio che da fogliame (e naturalmente anche dall’eventuale neve) potete ossigenare il terreno utilizzando speciali scarpe chiodate in grado di bucate la superficie calpestata. Questo è sicuramente un metodo molto comodo e rapido, andrà comunque benissimo anche una normale forca. La maggiore permeabilità nei confronti di acqua e di aria del prato porterà sicuramente grandi giovamenti.

Nuova vita in attesa della bella stagione

Sappiamo bene che la maggior parte delle piante rampicanti in questo periodo sono in pieno riposo vegetativo; è quindi proprio questo il periodo migliore per metterle in ordine ridistribuendo al meglio i rami, eliminando quelli doppi o malconci. Utilizzate sempre cesoie ben affilate e disinfettateper eseguire queste operazioni, in più tagliate sempre almeno un centimetro sopra una gemma.

Crisantemi

Crisantemi

Terminate le operazioni di riordino legate nuovamente i rami e controllate anche le legature che non avete toccato, devono essere tutte ben strette.

Ma non sono solo le piante rampicanti ad aver bisogno di una vigorosa risistemata. Ormai anche i crisantemi hanno completamente esaurito la loro fioritura, si può quindi procedere con una potata anche piuttosto drastica. Una sfoltitura di circa 10 – 15 centimetri non potrà che avere effetti benefici in grado di favorire anche nuove ramificazioni.

Se volete moltiplicare i vostri crisantemi potete sfruttare i fusti appena tagliati: ricordatevi quindi di tagliarli sempre diagonalmente e almeno 3 centimetri sotto un nodo. Successivamente basterà collocarli in un vaso con del terreno leggero: dopo due – tre settimane di luce e temperatura costante di circa 10° C la radicazione sarà avvenuta con successo. Spostate quindi le nuove piantine in vasi più grandi, in primavera saranno abbastanza forti per essere messe a dimora in piena terra.

La fioritura delle piante stagione per stagione
I fiori ci regalano magnifici spettacoli di colori durante tutto l’anno. Oltre alle specie che vengono coltivate nei giardini c’è la possibilità di go...
Le BEGONIE: specie e cura di una delle piante più variegate e diffuse
La begonia è uno dei fiori più utilizzati e conosciuti al mondo, soprattutto per la sua varietà di specie, in grado di accontentare ogni gusto. ...
Scegliere il Platano per valorizzare parchi e giardini
Il Platanus Orientalis, cioè quello nostrano, grazie alla particolare corteccia dalla colorazione cangiante, ha un grande valore ornamentale. In più s...
La lavanda: un pianta officinale molto usata in aromaterapia
La Lavandula officinalis è una pianta appartenente alla famiglia della labiate originaria dei paesi Mediterranei dove cresce spontanea nelle zone ...
Coltivare l’orto in attesa dell’inverno
L’estate è il periodo più rigoglioso per l’orto: le varietà da poter coltivare sono innumerevoli e rese più gustose grazie al clima favorevole e alle ...
Elleboro: la rosa che ama il freddo
Gli Ellebori sono piante di facile coltivazione in grado di regalare profumate fioriture invernali. Non è necessario un terreno particolare per coltiv...
Ortiere e kit orto, tutto ciò che serve per coltivare l'orto sul terrazzo
Il fenomeno dell'orto sul terrazzo In città si assiste sempre più spesso al fenomeno sociale degli orti a km.0 che rappresenta la rivoluzionaria nece...
Progettare il giardino in tre passi
Dopo aver approfondito l’intorno e capito la tipologia di terreno a nostra disposizione è possibile partire con la progettazione vera e propria. Ci si...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!