Lavori in giardino mese per mese: Marzo

Abbiamo notato tutti che le giornate si stanno allungando e pian piano anche le temperature stanno cambiando. I rami stanno assumendo colorazioni verde pallido e i primi fiori stanno per sbocciare.

Cactacee

A marzo è importante innaffiare i cactus

E’ giunto il momento di preparare il necessario per mettere a dimora gli arbusti e le erbacee all’interno delle aiuole.

Anche per l’orto il momento è importante: vanno seminati i pomodori, gli zucchini e le melanzane. Le piante aromatiche necessitano di potatura, così come le rose. Per accelerare il risveglio vegetativo si può spargere fertilizzante sul prato e alla base delle piante.

Lavori in casa e sul terrazzo

Rinvasare le piante

E’ possibile che le radici inizino a fuoriuscire dal foro di drenaggio dei vasi. E’ arrivato il momento di rinvasare le piante in un contenitore di dimensioni maggiori. Il nuovo vaso deve essere preparato con attenzione: sul fondo si deve collocare uno strato di ghiaia e sopra va messo del terriccio di buona qualità.

Se invece scegliamo di mantenere lo stesso vaso premuriamoci di sostituire la terra con del nuovo terriccio correttamente concimato, in maniera tale da fornire alla pianta tutti gli elementi nutritivi necessari per la crescita.

Aiutiamo le piante con del fertilizzante

In questo periodo ricordatevi di aggiungere all’acqua per le innaffiature anche del fertilizzante. Questo aiuterà la pianta nel suo risveglio vegetativo. E’ anche importante smuovere un po’ la terra, per ammorbidirla e aerarla. Abbiate cura di distribuire l’acqua in maniera uniforme, facendo si che l’intero terreno si inumidisca.

piantare bulbi

I bulbi vanno trapiantati prima dell' inizio della primavera

Radici da controllare

Durante il rinvaso di una pianta è facile notare radici infeltrite o particolarmente aggrovigliate. In questo caso sarà necessario tagliarle. Per eseguire questa operazione si consiglia l’utilizzo di un coltello ben affilato. Si dovranno eliminare tutte quelle radici che fuoriescono dai confini della terra.

Queste eliminazioni saranno utili per sviluppare la produzione di nuove radici, rinforzando la pianta, che, grazie al rinvaso in nuovo terriccio, acquisterà maggiore vigore.

Bagniamo le cactacee

Se avete agito in maniera corretta le vostre cactacee avranno passato l’inverno all’asciutto, senza subire quasi nessun mutamento. Da marzo in poi inizia però la stagione vegetativa; sarà quindi necessario incominciare a bagnarle, anche se con moderazione.

E’ consigliabile nebulizzare il terreno nelle ore più calde ogni due settimane circa; andando avanti con la stagione gli apporti d’acqua andranno resi più frequenti e regolari.

Piantare i bulbi

Miniserre

A marzo vanno aperte le Miniserre

I bulbi e le piante con fioritura tardo primaverile o estiva vanno invasati con luna crescente per ottenere ottimi risultati.

Il terriccio da utilizzar deve essere piuttosto sabbioso ma con un ottimo drenaggio. Si consiglia di scegliere più specie differenti e di collocarle tutte nello stesso vaso, sistemandole su più strati. Nel periodo di fioritura si otterrà un’aiuola straordinaria.

Aprire le miniserre

Durante tutto l’inverno alcuni di voi avranno utilizzato delle miniserre per conservare le piante in un ambiente riparato dalle intemperie.

Ora il clima sta diventando più mite ed è arrivato il momento di aprirle. Inizialmente sarà opportuno farlo nelle ore più calde della giornata, in maniera tale da far prendere aria alle piante, evitando che umidità e calore sviluppino fenomeni di muffe o malattie fungine.

Pian piano lasciate le miniserre aperte per un tempo sempre più lungo, compatibilmente con l’innalzamento delle temperature. Ciò consentirà un risveglio graduale delle piante, con conseguente acclimatarsi naturale.

Manutenzione degli attrezzi

Con la bella stagione il tempo che spenderete con le vostre piante e il lavoro da affrontare sarà molto. Vanno quindi controllati per tempo tutti gli attrezzi da utilizzare. Dovendo gestire nel migliore dei modi trapianti, potature e fissaggio delle piante è bene mettere a punto tutti gli strumenti necessari e, nel caso, comprarne di nuovi più funzionali.

potare le rose

Potare le rose è un'altra operazione da fare a Marzo

Lavori in giardino

Attenzione ai marciumi

Se i terreni risultano troppo compatti e con un’umidità elevata c’è la possibilità dell’insorgere di marciumi localizzati nel colletto e nelle radici.

Questo fenomeno è da attribuirsi ad un fungo che si conserva e successivamente si propaga tramite residui di colture decomposte. Attacca prevalentemente giovani piante e i germogli. Si manifesta formando zone scure alla base dei fusti.

Potare le rose

A breve la pianta si risveglierà. Diventa necessario correggere la forma e indurre lo sviluppo dei nuovi rami prima che questo avvenga. E’ necessario agire sui rami più vecchi, effettuando dei tagli decisi in prossimità dei nodi o delle nuove gemme.

Arabis caucasica

L'Arabide va seminata in questo periodo

E’ opportuno tagliare i rami rivolti verso l’interno e quelli troppo vicini. Si consiglia, in questo caso, di mantenere sempre il ramo più vigoroso. Anche i moncherini di potature precedenti, se forati lungo l’asse centrale, andranno eliminati: potrebbe essere presente una larva che passa l’inverno all’interno della pianta, mangiandone il midollo.

Ripuliamo con attenzione il giardino

Con l’arrivo della primavera il prato cambia colore. Dopo il periodo invernale riacquisterà un vivo verde acceso. E’ importante pulire il giardino rastrellandolo con cura. Andranno eliminati tutti i residui di foglie e rami depositati sulla superficie.

Una nuova bordura

In questo periodo si può seminare l’Arabide o Arabis caucasica.

Si tratta di una pianta tappezzante perfetta per le bordature.Inizia la fioritura a marzo e aprile. Possono essere piantate a fine mese, con il riscaldarsi delle giornate.

Durante il periodo estivo e autunnale le piantine cresceranno, sviluppando un cuscino spesso di colore verde scuro. L’anno dopo, ad inizio primavera, questa coltre verde si ricoprirà di fiori dalle tonalità bianche e lilla.

Lavori nell’orto e nel frutteto

Puliamo il terreno e prepariamolo per la semina

In questo periodo soprattutto è importante tenere ben pulito il terreno, eliminando foglie e rami che possono diventare un ottimo nascondiglio per parassiti o anche il luogo ideale per la prolificazione di piante infestanti. Vanno eliminati anche tutti i semi che possono diventare cibo per animaletti indesiderati.

coltivare le Fragole

Nell'orto è il momento di preparare il terreno per le Fragole

Preparando il terreno per la semina dobbiamo premurarci di aggiungere del concime organico, ma anche concime ricco di minerali complessi come azoto, fosforo e potassio.

Si prepara il terreno per le fragole

Va scelta un’area soleggiata e vanno tolti radici e sassi. A fine mese si potranno mettere a dimora le nuove piantine. Il terreno va mantenuto umido; se necessario va coperto con un telo, per evitare l’insorgenza di infestanti.

Balconi Verdi: come creare un balcone verde e profumato
Per i meno fortunati che non possiedono un giardino possono per avere un po’ di verde attorno casa accontentarsi di un terrazzo, di un balcone o ...
Ad ogni pianta il suo terriccio
Quando si acquista una pianta in vivaio, non basta comprare un sacco di terriccio universale per essere sicuri che quello farà al caso suo. In ...
Moltiplicazione delle piante per talea
La moltiplicazione delle piante, detta anche propagazione agamica, si distingue dalla riproduzione sessuale o per seme. La moltiplicazione si b...
Gradevoli frutti di bosco: il lampone
Il lampone è un frutto buonissimo, cresce su un cespuglio robusto facile da coltivare. Basteranno poche cure e questa pianta si ammalerà raramente. M...
Dalla nocciola piemontese a quella romana, scopriamo le varietà di nocciole italiane
Le nocciole italiane sono considerate le migliori al mondo. Si tratta di una pianta dalle origini molto antiche, già presente da tempi immemori su tut...
Piante profumate e fiori profumati da coltivare in casa
Tra le attrattive delle piante, in particolare quelle da fiore, c’è anche la profumazione. E’ importante considerare che però non sempre sono solo i f...
Piante a fioritura invernale: KALANCHOE PUMILA
Anche oggi vi voglio parlare di una pianta in grado di fiorire per essere ammirata anche durante il periodo invernale. Ogni pianta ha infatti la sua s...
Aromatiche poco conosciute: la Santoreggia
La santoreggia è nota anche come erba dei Satiri. I romani utilizzavano normalmente quest’erba aromatica, Satureia Hortensis, per insaporire le salse ...


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.