L’importanza dei materiali inerti per la vita delle piante

Abbiamo parlato più e più volte dell’importanza di drenare il terreno, in modo tale da evitare ristagni d’acqua e consentire di fornire alla pianta il giusto apporto di ossigeno evitando anche il compattamento del terriccio. I materiali inerti, cioè quelli che non collaborano al nutrimento della pianta, svolgono comunque un’azione estremamente importante, in quanto permettono la vita delle radici. E allora, quando si decide di coltivare una pianta e mantenerla sana nel tempo, diventa di fondamentale importanza conoscere anche la varietà dei materiali da drenaggio in modo da scegliere quello più idoneo.Cerchiamo di capire insieme le funzioni dei materiali inerti in modo da comprendere realmente la loro importanza.

Caratteristiche  dei materiali inerti drenanti

Materiali inerti

Ghiaia

Una delle caratteristiche più importanti dei materiali inerti è la loro sterilità che li rende inattaccabili da insetti, muffe, funghi, il che gli garantisce una vita stabile evitando cali funzionali. Ovviamente si tratta di materiali naturali e quindi atossici, sicuramente un altro aspetto positivo sia per la pianta che per l’uomo che decide di utilizzarli. Inoltre l’utilizzo dei materiali inerti, come già accennato in precedenza evita il compattamento del terriccio, che spesso, provoca il soffocamento delle radici. L’utilizzo di materiali drenanti infatti, garantisce il corretto flusso di ossigeno all’interno del vaso, permettendo una corretta aerazione. I materiali inerti permettono un drenaggio delle acque stabile ed equilibrato, evitando i ristagni tanto temuti . Inoltre, a volte, quando si utilizza un vaso trasparente e magari si decide di effettuare dell’idrocoltura, i materiali inerti possono diventare anche un valido aiuto estetico che valorizza l’ornamentalità della pianta. Ma ora vediamo come scegliere quello più idoneo rispetto alla tipologia della pianta.

Piante e fiori da esterni

Quando si decide di avere una fioriera esterna il materiale inerte più idoneo è l’argilla espansa. L’argilla espansa si può acquistare comodamente in vivaio e si riconosce per la sua composizione. Si tratta di granuli di dimensone variabile tra i tre e i quattro millimetri. L’argilla espansa è un materiale poroso in quanto ha una struttura interna alveolare. L’argilla espansa solitamente si utilizza oltre che per le piante da esterni, anche per la coltura idroponica. Questo materiale inerte può essere anche impiegato per pacciamare, in quanto evita la crescita di piante infestanti.

Fiori annuali

Pietra pomice

Pietra pomice

Se si vogliono coltivare e mantenere sane le piante annuali, il materiale inerte più corretto da utilizzare un substrato composto da un terriccio organico composto per circa la metà di vermiculite che permette far fluire l’acqua ancora più velocemente mantenendo morbido e sano il terreno. La vermiculite non è altro che un materiale minerale ricco di alluminio. La vermiculite si riconosce per la sua composizione: una serie di piccole lamelle.

Aiuole e bordure

Se invece ciò che vi trovate ad affrontare è la coltivazione di aiuole e bordure è consigliabile utilizzare come materiale inerte il lapillo vulcanico, un materiale che si compone di una serie di elementi di forma irregolare che possono raggiungere la dimensione di circa 3 centimetri. La loro struttura è porosa, formata da una serie di cunicoli che permettono sia di funzionare come isolante permettendo un corretto drenaggio.

Piante d’appartamento

Argilla espansa

Argilla espansa

Per le piante d’appartamento ciò che conviene preferire è la pietra pomice, evita i ristagni idrici ed è consigliabile utilizzarla all’interno del substrato per almeno una percentuale del 15%.

Piante grasse

E ovviamente non potevano mancare le piante grasse che, come sempre si differenziano dalle altre per aspetto e cure. Per le piante grasse un prodotto che può andare bene è la sabbia che consente di far scolare velocemente l’acqua evitando che la pianta si imbeva eccessivamente marcendo. Altrettanto utile può essere la scelta del ghiaietto che può svolgere una funzione drenante e pacciamante.

Come avete potuto osservare ogni materiale inerte ha la capacità di far fluire correttamente l’acqua. Ovviamente ognuno di questi ha delle capacità differenti, ma tutti aiuteranno le vostre piante a crescere in modo regolare ed equilibrato. E’ per questo che si deve sempre prevedere la presenza di un materiale inerte.

Impatiens o fior di vetro: seminato a Marzo fiorisce fino all’inverno
L’impatiens è una pianta economica e molto semplice da coltivare. Ideale sia su balconi esposti a nord che in giardini parzialmente in ombra questa pi...
Le acidofile: piante eccellenti anche in mezz’ombra
Se volete creare delle piacevoli macchie di colore nei vostri giardini vi consigliamo di scegliere una giornata particolarmente soleggiata, quando il ...
SARRACENIA: una pianta carnivora ornamentale
Le piante carnivore vengono viste sempre come delle specie affascinanti, in quanto presentano delle caratteristiche insolite rispetto alle normali pia...
Piante tropicali: la Tillandsia
Oggi mi voglio soffermare su una pianta molto particolare. Si tratta della Tillandsia una pianta tropicale  che, sono sicura, catturerà la vost...
Il ribes: coltivazione e proprietà di una pianta resistente al freddo
Il ribes è l’unica pianta appartenente alla famiglia delle Grossulariacee, tipica delle regioni montane. Il genere Ribes comprende diverse specie, di ...
Gerani in inverno, come farli sopravvivere anche ad estate conclusa
I gerani sono i protagonisti dell’estate, si trovano con facilità e colorano i giardini e i balconi con allegria. Di solito a fine stagione vengono el...
La Viola Tricolor o Viola del Pensiero: un fiore che resiste al freddo
La viola è un fiore molto amato per la sua eleganza e delicatezza e soprattutto per quelle sue particolari sfumature che nascono dal bianco per conclu...
Luce e piante, un binomio indissolubile
Lo sviluppo degli esseri viventi è fortemente determinato da alcuni fattori esterni principali, che vengono pertanto definiti fattori di crescita. Nel...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.