Mesembriantemo: una pianta grassa che non teme caldo e siccità

Il Mesembriantemo (Mesembryanthemum o Lampranthus) appartiene alla famiglia delle Aizoacee ed è originario dei territori del Sud Africa.

E’ una pianta largamente diffusa e apprezzata per la bellezza dei suoi fiori; inoltre è molto facile da coltivare e non richiede cure particolari.

La crescita di questo esemplare è rapida, così come la sua fioritura decisamente scenografica.

Alcune note e curiosità sul Mesembriantemo

Si tratta di una pianta succulenta perenne. E’ piuttosto piccola, raggiunge infatti circa 30 centimetri di altezza.

Mesembriantemo Pianta

Pianta di Mesembriantemo

Durante la crescita forma dei piccoli cespuglietti compatti.

Ha un andamento tappezzante ed è caratterizzata da fogliame aghiforme dal colore verde – grigio. Le foglie sono interamente ricoperte da un particolare rivestimento, in grado di consentire un’evaporazione minima; è proprio grazie a questo stratagemma che la pianta riesce a resistere bene anche in periodi di siccità.

La fioritura è rigogliosa: si tratta di margherite dai colori vivaci. Solitamente i fiori sono di colore rosa carico, ma ne esistono alcune varietà nei colori del giallo e dell’arancio. Il Mesembriantemo fiorisce dal mese di maggio fino ad ottobre. I fiori durano all’incirca una settimana, hanno la particolarità di aprirsi durante le mattine particolarmente soleggiate, per poi richiudersi con il calare del sole.

Mesembriantemo fioritura

Fiore di Mesembriantemo

Proprio per questo motivo il significato del nome di questa pianta è “fiore che si apre a mezzogiorno” Deriva dalla parola greca “mesembria” che vuol dire mezzogiorno, unita alla parola “antemi” che vuol dire fiore.

Questa pianta succulenta viene utilizzata molto spesso all’interno dei giardini rocciosi, poiché riesce a crescere particolarmente bene lungo scarpate pietrose o su muretti.

Può essere coltivata anche all’interno di vasi e fioriere senza nessun problema, anzi vegeta con un discreto successo, regalando soddisfazioni anche durante le estati più calde.

Come coltivare questa pianta grassa

pianta grass

Composizione con Mesembriantemo

Se si desidera una fioritura vivace e rigogliosa si deve collocare questa pianta in una posizione soleggiata.  Il luogo ideale per collocare i mesembriantemi, oltre che essere caldo, deve essere riparato sia da pioggia che da correnti d’aria.

Abbiamo già indicato che si tratta di una pianta in grado di resistere bene al caldo, purtroppo però non resiste altrettanto bene alle basse temperature. Nei territori del nord si consiglia di coltivarla all’aperto solo durante la primavera e l’estate. Durante il resto dell’anno la pianta può essere tranquillamente collocata in veranda o direttamente in casa; è importante che non scenda al di sotto dei 10°C, inizierebbe a risentirne.

Si tratta di una pianta succulenta in grado di trattenere umidità, necessita quindi di irrigazioni moderate, da effettuarsi principalmente tra primavera ed estate. Prima di procedere con una nuova innaffiatura è buona norma controllare che il terriccio non sia ancora umido, nel caso è meglio attendere. Dal mese di aprile fino all’inizio dell’autunno la pianta ha bisogno di fertilizzante, questo può essere somministrato ogni 20 giorni diluito direttamente nell’acqua di irrigazione. Per questa operazione utilizzate concimi liquidi ternari o prodotti specifici per piante grasse comunemente venduti nei garden center.

I fiori appassiti devono essere eliminati, in maniera tale da favorire un ricambio continuo e da scongiurare la comparsa di eventuali malattie fungine.

Questa pianta va rinvasata ogni anno. Utilizzate vasi e ciotole basse leggermente più grandi ogni volta, per arrivare fino ad un diametro massimo di 18 centimetri. Si adatta tranquillamente ad ogni tipo di substrato ma consigliamo di utilizzare un terriccio specifico per piante grasse, addizionato da una buona quantità di terriccio fertile.

Si deve garantire un ottimo drenaggio: per far ciò collocate sul fondo del vaso uno strato di ghiaia o di argilla espansa.

Per moltiplicare la pianta si può ricorrere direttamente alla semina in marzo e aprile.

Piccoli problemi e come risolverli

  • Cosa fare se la pianta presenta una fioritura scarsa: la causa potrebbe essere la scarsa illuminazione; si consiglia di spostare la pianta a diretto contatto con i raggi solari.

    Tappeto di Mesembriantemo

    Tappeto di Mesembriantemo

  • La pianta presenta fenomeni di marcescenza: sicuramente si tratta di troppa umidità e di ristagno idrico. Trattate l’esemplare con anticrittogamici, per evitare il diffondersi di malattie, e fate asciugare del tutto il terreno.
  • Si rileva la presenza di insetti neri: si tratta di Afidi, potrebbero essere la causa di una scarsa fioritura. Utilizzate un prodotto biologico antiparassitario. Er prevenire la comparsa di infestanti si consiglia di trattare la pianta ogni inverno con insetticida ad ampio spettro: questo trattamento dovrebbe limitare il rischio di comparsa di afidi e cocciniglia.
  • La pianta sviluppa un fungo: si deve stare attenti al clima primaverile, soprattutto se caratterizzato da abbondanti piogge e sbalzi termici. Prima che le gemme si ingrossino è necessario trattare la pianta con un fungicida.

Come abbinare il mesembriantemo con successo

Questa pianta si abbina molto bene con altre piante succulente che come lei presentano del fogliame aghiforme, amanti delle posizioni in pieno sole e che non patiscono periodi di siccità. Scegliete per esempio Doroteanthus e Delosperma, potranno addirittura essere piantate nello stesso vaso se di adeguate dimensioni. Si consigliano anche mix colorati utilizzando piante tappezzanti tipiche dei giardini rocciosi.

Se si abbinano i mesembriantemi alla Portulaca (una pianta annuale, succulenta, dalla fioritura rigogliosa) si otterrà un effetto cromatico molto bello con un impegno minimo.

Le piante grasse: crescita, fioritura e cura
Tutte le piante grasse sono caratterizzate dalle grandi riserve d’acqua immagazzinate in foglie, fusti e radici, ed è grazie a tale accumulo d’acqua c...
Le piante succulente in giardino: fiori meravigliosi e poche cure
Se ci troviamo in ambienti dalle condizioni sfavorevoli, cioè con scarsità d’acqua e temperature elevate, sarà difficile coltivare piante ornamentali ...
La Rosa, il fiore di Maggio
La rosa è il fiore più amato dagli italiani. Ogni anno, grazie alla sua spiccata variabilità genetica, gli ibridatori propongono nuove varietà. I viva...
Il giardino a giugno: bordature e aiuole fiorite
Cosa fare per coltivare al meglio aiuole e bordature nel mese di giugno.
ORTO: questo è il periodo adatto per la semina di fagioli e fagiolini
Siamo a luglio, in piena estate e, come si sa, ogni stagione accompagna la semina di specifici ortaggi. Oggi vi voglio spiegare come seminare i...
Duranta Repens: una novità sui toni dell'azzurro
La Duranta Repens è una pianta arbustiva appartenente alla famiglia delle Verbenacee. Questo esemplare è presente sul mercato da appena tre anni; il s...
Come curare la fumaggine e proteggere le piante
La fumaggine è una malattia fungina causata da funghi saprofiti che non attaccano la pianta. Questi funghi si nutrono di una sostanza zuccherina, nota...
Piante da interni: il Filodendro
 Il Filodendro Oggi vi voglio parlare di una pianta da interni che da sempre va per la maggiore senza passare mai di moda. Si tratta del Philodendron...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!