Neve in arrivo. Come comportarsi.

Il meteo prevede neve in arrivo a breve su tutta l’Italia. La neve è sicuramente bella da vedere, amata dai più piccoli ma anche dai più grandi. Si tratta di un elemento salutare per il giardino ma può essere anche rischiosa, soprattutto se ghiacciata.

Di seguito vi daremo alcuni pratici consigli su come affrontare l’arrivo di questo evento spesso tanto atteso, ma anche tanto temuto. Se non lo avete fatto andate a procurarvi pale e sale, di sicuro vi saranno utili.

Attenzione: neve in arrivo

Come abbiamo già accennato la neve è di sicuro uno degli avvenimenti più attesi dell’inverno, ma spesso ci dimentichiamo che può risultare anche un elemento di rischio in alcuni luoghi di transito della nostra abitazione, inoltre questa può creare problemi anche alle nostre piante e al nostro giardino, soprattutto se inizia a scendere copiosa.

Spalare la neve da terrazzi e giardini- sapete come fare?

Spalare la neve da terrazzi e giardini- sapete come fare?

Naturalmente i disagi più grandi di una nevicata toccano chi abita in una villetta o in una casa indipendente; esistono però delle problematiche anche per chi abita in appartamento. Se per esempio avete a disposizione un terrazzo piuttosto spazioso vi si presenteranno due problemi principali da risolvere: il carico maggiore sul terrazzi stesso e lo smaltimento della neve. Ma vediamo come procedere.

La neve sul terrazzo. Cosa fare.

Se si pensa ai problemi causati dalla neve che si posa su un terrazzo normalmente è facile credere che si tratti di problemi di carico. Invece non è così, anche perché 50 centimetri di neve normalmente producono un carico statico di circa 500 grammi per ogni centimetro quadrato, quindi decisamente un peso sopportabile.

I problemi di carico possono interessare invece strutture mobili come pergole o gazebo, vasi sospesi o addirittura ringhiere, non sempre infatti questi elementi sono progettati per sopportare carichi aggiuntivi. E’ quindi necessario agire per tempo, prima che l’evento atmosferico si presenti.

Procedete quindi eliminando tutte quelle strutture provvisorie che possono funzionare da accumulatori di carico, come per esempio tende o coperture. Successivamente potete procedere puntellando le tettoie, in maniera tale da evitare che queste cedano sotto il peso eccessivo della neve.

In secondo luogo vi consigliamo di spostare a terra tutti i vasi sospesi e di controllare che tutti gli scarichi presenti su terrazzi e balconi siano liberi da fogliame o detriti in generale che possono ostruire il normale funzionamento.

Ricordatevi inoltre di spargere un po’ di sale, questo eviterà che la neve si ghiacci con l’abbassarsi della temperatura.

La neve in giardino. Come comportarsi

Neve in arrivo.

Neve in arrivo – siete pronti?

Anche in giardino è necessario fare attenzione a pergolati, gazebo e tettoie. Anche se non ci sono problemi di carico da sopportare è bene evitare l’accumulo, anche perché potrebbe comunque essere dannoso per la struttura.

Il giardino normalmente ha dei punti di transito (vialetti, accesso al box auto, accesso alle porte d’ingresso), saranno proprio questi punti quelli da controllare come degli osservati speciali.

Se per esempio il vostro box si trova al di sotto del livello del suolo e sempre bene liberare grate e tombini da eventuali elementi che possono ostruirli, in questo modo si eviteranno spiacevoli allagamenti quando la neve si scioglierà.

Ricordatevi di spargere una buona quantità di sale lungo tutti gli accessi, evitate inoltre l’accumulo di acqua, questa rischia di diventare una lastra di ghiaccio con estrema facilità.

In caso di neve fresca vi consigliamo di procedere rapidamente con l’eliminazione, durante questa operazione evitate di compattarla con i piedi.

Attenzione ai gradini, in caso di neve diventano degli elementi piuttosto pericolosi se scivolosi. Ricordatevi di spargere della segatura, questa – oltre ad assorbire l’umidità – sarà utile per offrire ai vostri piedi una presa maggiore, evitando quindi dolorosi scivoloni.

Spazzare la neve: lo fate correttamente?

E’ importante procurarsi l’attrezzatura da utilizzare in caso di nevicate ad inizio inverno, per prima cosa per riuscire ad avere tutto a prezzi contenuti, in secondo luogo in caso di nevicate pale e sale risulteranno introvabili: tutti si fanno prendere dal panico.

Se disponete di tutto il necessario, aprite la vostra finestra e vi accorgete che il vostro vialetto è ricoperto di neve non vi resta che uscire e iniziare a spalare.

Aiuto nevica!

Aiuto nevica!

Per prima cosa tenete presente che si tratta di un’operazione piuttosto faticosa: se sapete di non sentirvela o avete qualche problema fisico evitate, c’è sempre la possibilità di chiamare qualcun altro per aiutarvi.

In secondo luogo copritevi, soprattutto i piedi: scegliete scarpe pesanti, meglio se stivali.

Vi consigliamo di non sperimentare l’utilizzo di attrezzi non idonei, usate solo pale da neve adatte. Per esempio attrezzi da giardinaggio come i badili rischiano di compromettere gravemente il selciato.

Durante le operazioni di eliminazione della neve cercate di non sforzare la schiena, sono le gambe che devono faticare. In più la neve non va sollevata, ma solamente spinta verso il punto di raccolta.

Il sale sulla neve

Una volta liberata la superficie necessaria ricordatevi di spargere un abbondante strato di sale, eviterete che il percorso si ghiacci. Non utilizzate acqua per eliminare la neve, se proprio volete farlo ricordatevi di aggiungere del sale, cercate poi di spazzare più acqua possibile utilizzando una scopa di saggina, anche in questo caso è opportuno evitare che si formino lastre di ghiaccio.

Vi consigliamo di accumulare la neve all’esterno della vostra abitazione, in questo modo potrà essere rimossa dalla nettezza urbana e l’accumulo non danneggerà il vostro prato.

Modellare le piante con la potatura
Le piante coltivate per scopi ornamentali possono avere due tipi di conformazione della chioma: naturale o modificata. La conformazione modificata ...
Realizzare il giardino in zone difficili
La maggior parte dei giardini ha un punto debole: il terreno. Spesso ad influire sulle condizioni del terreno sono cause ambientali o naturali, come p...
Tipi di fiori differenti e infiorescenze
Chi è appassionato di giardinaggio e di fiori riesce a riconoscere quasi sicuramente i fiori di molte piante. Questa operazione risulta più complicata...
Il giardino in Aprile: scegliere i colori dei fiori delle piante perenni
Aprile è il mese migliore per dar vita alle nuove aiuole di piante perenni. Le fioriture sono differenti ed è importante decidere gli accostamenti cro...
Il Ginkgo e le sue foglie a ventaglio
Il Ginkgo, nella sua varietà più nota “biloba”, è un albero dalle fattezze maestose e svettanti. E’ molto facile trovarlo all’interno dei giardini pu...
La moltiplicazione per talea dei Gerani (Pelargoni)
I Pelargoni, più comunemente noti come Gerani, sono piante note in tutta Italia. Presenti quasi su ogni davanzale, sono trai i più apprezzati, sia per...
Piante pericolose: l’Ambrosia e l'allergia ai suoi pollini
L’Ambrosia è una pianta pericolosa per la nostra salute. Soprattutto nei comuni del nord Italia è d’obbligo provvedere all’eliminazione di questa pian...
Il prato in inverno: la neve
Da sempre consideriamo i ristagni come i nemici maggiori di qualsiasi pianta, quindi anche dei prati. Seguendo questo ragionamento è facile supporre c...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!