L’orto e il frutteto nel mese di Aprile

Da fare nel frutteto

  • Appena finisce la fioritura è bene tenere sotto controllo i ciliegi. Potrebbero comparire afidi neri, parassiti tipici di questo periodo.


    Anice verde

    Anice verde

  • E’ il periodo giusto per moltiplicare il nocciolo tramite margotta, le germinazioni originate dalla base della pianta attecchiranno rapidamente.
  • Durante la prima parte del mese è meglio non rivoltare la terra alla base degli alberi da frutto, eventuali gelate tardive potrebbero danneggiare la pianta soprattutto nella parte inferiore.

Da fare nell’orto

  • A fine mese si possono piantare i fagioli da sgusciare, come per esempio i Solista e i Condor. Poiché questo ortaggio è molto sensibile al freddo assicuratevi che non ci siano più gelate tardive.
  • Gli asparagi possono già essere raccolti. Dopo il raccolto concimate il luogo con stallico maturo biologico.
  • E’ possibile predisporre una bordatura di aromatiche alla base dell’orto. E’ interessante scegliere specie non del tutto comuni come per esempio la borragine, l’anice verde o il dragoncello.

Perché scegliere le sementi a nastro

Semi

Semi

Se volete un orto estivo ordinato e ineccepibile vi consigliamo di utilizzare le sementi a nastro. Si tratta di nastri realizzati in materiale cartaceo. All’interno sono contenute le sementi.

I nastri vanno posti sul terreno umido, si scioglieranno completamente, così da non creare problemi alla germinazione. I semi a loro volta saranno collocati nella posizione ottimale e alla profondità ideale. In più i nastri assorbiranno acqua dal terreno, in maniera da mantenere la corretta umidificazione del substrato.

Questo accorgimento è facilmente reperibile nella maggior parte dei rivenditori.

Volete un nuovo orto? Scegliete la zona adatta

I terreni esposti a nord, nord – est e nord – ovest non vanno destinati alla coltivazione di un orto. Ciò perché in ogni subiscono l’azione dei venti

Orto

Orto

E’ possibile avere risultati apprezzabili per orti esposti a nord solo nel Meridione e nelle zone più calde.

Per la coltivazione di un orto sono quindi da preferire zone collocate a levante, a ponente o come soluzione ottimale decisamente a sud.

Una famiglia di 2-5 persone avrà bisogno tra i 30 e i 50 metri quadri di superficie. Lo spazio va suddiviso in aiuole quadrate o rettangolari di dimensioni che vanno da 1 metro ad un metro e mezzo.

In tal maniera sarà possibile lavorare il centro della parcella senza avere la necessità di camminarci all’interno, basterà rimanere sui sentieri che delimitano l’area.

Coltivare la lattuga

coltivare la lattuga

Lattuga

Per coltivare la lattuga, sia da taglio che da cespo, si possono usare sia semi, sia piante acquistate da vivaisti, o prodotte in semenziario.

Proprio in questo mese è più facile reperire la lattuga in vendita sia nei negozi che nei garden center.

Le lattughe vanno tenute ad una distanza di 30 – 40 centimetri tra le differenti file e 20 – 30 centimetri tra una e l’altra. Se il cespo è particolarmente grosso è bene aumentare le distanze.

Le piantine vanno collocate in piccole buche, avendo cura di porre il colletto a livello del terreno e non interrarlo del tutto.

Queste piante vanno irrigate tutti i giorni, ma non si devono utilizzare quantità sovrabbondanti di acqua, a maggior ragione se il terreno trattiene l’umidità.

L’ulivo: un albero ornamentale in giardino

varietà d'olivo

Ulivo

L’olivo è senza dubbio un albero ornamentale.

Ci sono alcune varietà d’olivo che possono essere piantate nel mese di aprile:

– L ’Ascolana darà olive con la polpa tenera e particolarmente gustosa;

– la Frantoio, albero dal portamento pendulo che produce olive da olio;

– la Uovo di piccione, che produce olive da tavolo che arrivano dalla Tunisia, ottimali per un clima umido, perfette se coltivate assieme ad esemplari da olio.

Aromatiche poco conosciute: la Santoreggia
La santoreggia è nota anche come erba dei Satiri. I romani utilizzavano normalmente quest’erba aromatica, Satureia Hortensis, per insaporire le salse ...
Il rosmarino: coltivazione e proprietà
Il rosmarino (Rosmarinus officinalis) è una pianta arbustiva sempreverde, appartenente alla famiglia delle labiate diffusa nei paesi del bacino del Me...
Le rose, il prato, le siepi: cosa fare in Maggio
Anche per quanto riguarda alberi, arbusti, rosai e prato il mese di maggio è un mese pieno di cose da fare. Di seguito un breve elenco delle operazion...
Un frutto estivo fra i più buoni: il fico
La pianta del fico resiste bene alle basse temperature e alla maggior parte degli agenti atmosferici, compresa la salsedine. Non necessita di cure par...
Le parti del fiore
I fiori, tra tutte le parti che compongono la pianta, hanno la funzione più importante, cioè quella di preservare la specie e di garantirne la moltipl...
Dalla nocciola piemontese a quella romana, scopriamo le varietà di nocciole italiane
Le nocciole italiane sono considerate le migliori al mondo. Si tratta di una pianta dalle origini molto antiche, già presente da tempi immemori su tut...
Il pero: coltivazione, esigenze e varietà
Il pero, Pyrus communis, appartiene alla famiglia delle rosacee, come il melo, il pesco, l’albicocco, il mandorlo, il susino e molti altri alberi prez...
Seminare il prato
Seminare il prato è un’operazione piuttosto semplice, ma va eseguita seguendo delle regole ben precise se si vuole ottenere un risultato invidiabile. ...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!