Le piante variegate: aggiungono colore anche se non sono fiorite

La scelta delle piante variegate è particolarmente indicata per dare un tocco aggiuntivo di colore in angoli vuoti, oppure sono perfette sui davanzali. A differenza dei fiori che dopo poco sfioriscono il loro tocco esotico resterà inalterato durante tutto l’anno.

In molti conosciamo questo tipo di piante e le ospitiamo normalmente a casa nostra, ma non tutti sanno l’origine del fenomeno della variegatura che si presenta sulle foglie di questi particolari esemplari.

Cosa sono le striature

Begonia Rex

Piante variegate: Begonia Rex

La maggior parte delle piante variegate presenti nei nostri appartamenti sono imparentate con esemplari originari delle aree localizzate nei sottoboschi delle foreste. In queste piante si presenta la variegatura come caratteristica tipica delle aree maggiormente esposta alla luce solare, in questo caso la variegatura agisce anche come riduzione di funzionalità della foglia stessa. Normalmente è facile osservare questo fenomeno nelle piante che si trovano ai confini delle radure.

Le striature presenti su queste piante sono solitamente di colore bianco, ed è proprio la parte bianca della foglia a delimitare le aree preposte ad assorbire maggiori quantità di luce. Solitamente si può osservare un aumento delle zone più chiare se si lascia la pianta in aree poco luminose e non esposte alla luce solare diretta.

Dracena Marginata

Piante variegate: Dracena Marginata

Esistono poi altre tipologie di piante variegate che hanno bisogno di grandi quantità di luce per acquistare colorazioni e screziature differenti. Per esempio se le foglie presentano screziature di colore rosso vuol dire che queste sono in grado di assorbire solo una parte specifica dello spettro. Se invece le piante assumono molte colorazioni diverse vuol dire cha assumono la luce in un modo decisamente particolare e molto differente rispetto alle normali foglie di colore verde. Ed è proprio per questa peculiare capacità di assorbire la luce solare in maniera diversa che è necessario, per molte di queste piante, un luogo luminoso e a diretto contatto con la luce solare.

Esistono poi altre motivazioni che giustificano la colorazione, spesso accesa, del fogliame di alcune piante. Alcuni esemplari infatti utilizzano questa caratteristica per attrarre a se gli insetti impollinatori. La poinsettia comune si comporta proprio in questo modo, così come accade con le bromeliacee, in particolare la neoregelia, che sono in grado di cambiare il colore del fogliame, passando da un semplice verde a tonalità più sgargianti come il rosso e il rosa.

Ma le motivazioni per una screziatura sgargiante non si esauriscono qui. Spesso questo fenomeno serve come avvertimento per gli eventuali predatori. Quindi diventa estremamente complicato riassumere in modo organico tutte le motivazioni di questa particolare colorazione assunta dal fogliame di alcuni esemplari di piante. Le regole non sono semplici, soprattutto non sono univoche.

SOS piante: risolvere piccoli problemi

Oltre ad esserci motivazioni differenti a giustificare la screziatura di alcune piante, sono molto diverse anche le necessità di ogni esemplare. Per esempio esistono alcune piante, come coleus e croton, che richiedono grandi quantità di luce per crescere al meglio; altre, come per esempio la fittonia, soffrono la luce diretta del sole.

Piante variegate: ficus Benjamina "Starlight"

Piante variegate: Ficus Benjamina "Starlight"

E’ molto importante stare attenti alle giuste quantità di luce da somministrare alle piante. Spesso, sia in caso di troppa che di poca luce, si potrebbe incorrere a problemi seri. In questi casi la pianta appare sofferente e sfibrata, basterà spostarla in un ambiente più o meno luminoso per farle riacquistare il normale vigore di sempre.

Osservate sempre molto bene le condizioni delle vostre piante. Ogni tanto possono comparire germogli di colore verde. E’ necessario tagliarli il prima possibile al punto di origine. In questo modo si eviterà che le parti completamente verdi prendano il sopravvento.

La nostra piccola collezione di piante variegate

Hedera Helix

Piante variegate: Hedera Helix

Come abbiamo già accennato l’universo delle piante variegate è piuttosto ampio. Molte persone decidono di iniziare vere e proprie collezioni. Normalmente è meglio coltivarle in gruppo, in maniera tale da ottenere le giuste condizioni di vita per tutte.

Per iniziare la vostra collezione personale di piante variegate potete partire da esemplari di begonie, oppure scegliere il caladium se volete iniziare dalle cose difficili.

Vi consigliamo anche coleus: in questo caso potete iniziare l’avventura direttamente dai semi, la gamma di colori è piuttosto vasta, sta a voi scegliere quella che preferite.

Le Cycas: bellissimi fossili viventi, sembrano palme ma...
Origini nella preistoria Le cycas sono piante dall’aspetto palmiforme evolute oltre duecento milioni di anni fa. La apparente somiglianza di...
La Robinia e i suoi fiori colorati
La robinia si riconosce dall’albero da fusto sottile e chioma ampia. Il fogliame è sempre mosso dal vento. Le specie più piccole, specialmente in prim...
Le acidofile: piante eccellenti anche in mezz’ombra
Se volete creare delle piacevoli macchie di colore nei vostri giardini vi consigliamo di scegliere una giornata particolarmente soleggiata, quando il ...
Coltivare il CAPRIFOGLIO dal profumo inebriante
Il Carifoglio, pur essendo una pianta rustica molto bella, non si trova spesso all'interno dei giardini, è capace di crescere ovunque, in diverse cond...
Cosa fare in piena estate per piante in casa e in balcone
Come orto, frutteto, e giardino anche le piante che si trovano in casa e in balcone hanno bisogno di cure e attenzioni maggiori durante la stagione es...
La lavanda: un pianta officinale molto usata in aromaterapia
La Lavandula officinalis è una pianta appartenente alla famiglia della labiate originaria dei paesi Mediterranei dove cresce spontanea nelle zone ...
Capire meglio l'influenza della luna sulle piante
L’effetto esercitato dalla luna sul nostro pianeta influenza la vita dei campi e delle colture. Questo particolare effetto era già noto anche agli egi...
L'importanza dei materiali inerti per la vita delle piante
Abbiamo parlato più e più volte dell'importanza di drenare il terreno, in modo tale da evitare ristagni d'acqua e consentire di fornire alla pianta il...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!