Piante verdi dalle foglie curiose e particolari

Filodendro

Filodendro

Oltre alla bellezza dei fiori per la maggior parte delle piante ornamentali gran parte dell’interesse risiede nelle foglie.

Queste ricoprono gli steli, hanno forme spesso molto originali e disegni colorati che ne adornano la superficie.

Le sfumature hanno tutte le cromie del verde, dalle più sgargianti alle più intense che virano spesso verso la colorazione rossa; specie particolari hanno foglie caratterizzate da sprazzi metallici capaci di brillare intensamente.

Foglie dalle forme più svariate

Come detto in precedenza non sono solo i fiori a rivestire l’interesse in una pianta, ma anche le foglie.

Spesso queste sono caratterizzate dai contorni e forme particolari; alcune sono in grado di stupire per la loro originalità, altre sono molto semplici ma non per questa ragione meno belle e degne di attenzione, come per esempio accade per il Filodendro, l’Anturio e il Caladio; tutti e tre questi esemplari sono caratterizzati da foglie dalla tipica forma a cuore.

Per quanto riguarda una famiglia molto ampia come quella delle felci e delle palme la divisione delle foglie in successive foglioline più piccole avviene in maniera ordinata,

pianta verde

Felce

mantenendo un ordine preciso e simmetrico in grado di dare un effetto visivo di forte impatto, soprattutto se collocate in luoghi dallo sfondo in netto contrasto col verde vivo del fogliame.

Le foglie più rappresentative sono quelle dalla forma molto simile ad elementi che non hanno nulla a che fare con il mondo delle piante, come per esempio le enormi foglie a forma di corno d’alce tipiche del Platycerium bifurcatum, noto appunto come felce corno d’alce; o il filodendro dalle tipiche foglie lobate dalla nervatura centrale che ricorda molto costole e sterno di un essere umano.

Ci sono poi molti esemplari provvisti di foglie semplici, almeno nel contorno. Spesso queste foglie, dalla forma lanceolata o ovale, al loro interno hanno un disegno dal grande valore ornamentale. Spesso questi tratti sono così perfetti da sembrare artificiali, sia per simmetria che per colorazione: la distribuzione del colore all’interno del fogliame è incredibile per la perfezione geometrica e l’originalità raggiunta. Esempi tipici di tale perfezione sono la Vriesia, la Calathea e la Maranta.

Platycerium bifurcatum

Platycerium bifurcatum

Piante verdi con infinite sfumature

Il verde è il colore che più contraddistingue il mondo vegetale, ed è quello tipico del fogliame delle piante.

Qualsiasi cromia di verde, dal più chiaro al più scuro, dal più al meno intenso, è presente nei vegetali. La Begonia rex per esempio regala una collezione molto ampia di varietà dai colori verdi brillanti.

Ma non esiste solo il verde declinato in ogni sua sfumatura. Le specie ornamentali sono infatti caratterizzate molto spesso dall’intensità delle loro colorazioni.Tipiche del mondo vegetale sono anche le tonalità del giallo e il bianco. Queste

foglie colorate

Maranta

compaiono in alcune specie variegate, come per esempio l’Hypoestes, la Dracena o il Pothos. In queste piante il colore si distribuisce a chiazze irregolari sulla superficie della foglia, oppure si trova lungo striature longitudinali che percorrono la foglia su tutta la sua lunghezza.

Il rosso è un altro colore spesso presente sul fogliame. Questo si ritrova in tutta la gamma delle sue colorazioni, dal granata intenso delle Ginura e del Coleo, per passare alle tonalità più aranciate e vivide del Croton.

E non vanno dimenticati i rossi intensi delle foglie che proteggono le particolari infiorescenze di Guzmania e di Stella di Natale.

Ginura

Ginura

Le foglie carnose delle piante succulente sono invece spesso caratterizzate da una sfumatura argentata; si tratta di un sottile strato di protezione composto da una sottile peluria in grado di dare questa particolare colorazione.

Alcune specie particolari hanno delle foglie che cambiano la tonalità in base alla luce che ricevono; sarà quindi molto importante valutare in quale posizione collocarle, se in un ambiente più o meno luminoso.

MARZO: è ora di piantare l'Aralia Japonica
L'Aralia è una pianta molto affascinante, che può essere collocata sia in appartamento che in giardino, crescendo rigogliosa in tutta la sua maestosit...
Piante in vaso: irrigare risparmiando acqua
Il problema maggiore nel gestire un terrazzo durante la stagione estiva è sicuramente l’irrigazione: con l’aumentare della temperatura deve diventare ...
Consigli utili per la cura delle piante d’appartamento
Con l’arrivo dell’estate e l’innalzarsi della temperatura le piante in appartamento hanno bisogno di qualche cura in più. Per prima cosa bisogna aumen...
Seguire il calendario lunario di Luglio 2011
Luglio è un mese caratterizzato dal colore: tutte le aiuole e le bordature sono ricche di fioriture, nell’orto e nel frutteto i raccolti sono al massi...
Cosa fare a Gennaio: gestire le piante in casa e sul terrazzo
Durante i mesi invernali orto e giardino hanno sicuramente bisogno di meno cure, ma per gli amanti delle piante i piccoli lavori da sbrigare non si fe...
Piante profumate e fiori profumati da coltivare in casa
Tra le attrattive delle piante, in particolare quelle da fiore, c’è anche la profumazione. E’ importante considerare che però non sempre sono solo i f...
La lantana: pianta ornamentale o invasiva?
La lantana è una pianta arbustiva appartenente alla famiglia delle verbenacee originaria delle aree subtropicali americane. Questa pianta venne introd...
Eleganti piante d’appartamento: le orchidee
Le orchidee rientrano forse tra le piante più comuni e amate che popolano i nostri appartamenti. Si tratta di esemplari molto belli che ultimamente st...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!