Il ribes: coltivazione e proprietà di una pianta resistente al freddo

Il ribes è l’unica pianta appartenente alla famiglia delle Grossulariacee, tipica delle regioni montane. Il genere Ribes comprende diverse specie, di cui le più note sono sicuramente Ribes rubrum (ribes rosso), Ribes sativum (ribes bianco) e Ribes nigrum (ribes nero).

Caratteristiche di adattamento

ribes rosso

frutti di ribes rosso

Questo arbusto  si adatta a quasi tutti i tipi di terreno, anche poveri, ma preferisce quelli leggeri, freschi tendenti all’argilloso con un pH intorno a 6,5. I terreni troppo acidi ne ostacolano a crescita. Il ribes è una pianta dalla grande resistenza al freddo.

Per facilitare il suo sviluppo ed evitare l’insorgere di malattie causate da funghi parassiti, è consigliabile impiantare in una zona con una buona circolazione d’aria.

Cresce bene sia in zone soleggiate che ombreggiate. Per esempio può essere piantato  ai bordi delle case o sotto grandi alberi.

Le alte temperature possono determinare una scarsa o assente produzione di frutti.

La coltivazione del ribes

Il ribes è una pianta la cui coltivazione è piuttosto semplice ed economica.

La moltiplicazione si effettua per talea usando porzioni legnose di fusto che abbiano almeno due anni di età. Le talee possono essere impiantate da novembre a febbraio.

All’impianto è preferibile lasciare nella porzione sopra terra almeno tre gemme. Le piantine vanno distanziate almeno 1-1,5 metri.

Si può ricoprire il suolo attorno alla zona d’impianto con del materiale pacciamante per facilitare l’attecchimento.

Le irrigazioni devono essere moderate ma costanti per evitare stress idrici specie dopo la fase d’impianto.

La potatura del ribes

piantina di ribes

piantina di ribes

La potatura assume particolare importanza nella coltivazione di questa pianta sia per darne la forma desiderata che per mantenere la produzione costante negli anni.

Dopo il primo anno dall’impianto è bene rimuovere tutti i rami tranne i 6-8 più vigorosi. Il ribes produce molti polloni alla base del tronco: se questi sono  troppo numerosi vanno eliminati insieme ai rami più vecchi tra fine dell’inverno e l’inizio della primavera.

I rami più produttivi sono quelli che hanno 2-3 anni di età. La piena maturità della pianta si raggiunge solo dopo il terzo anno, da questo momento da ogni pianta si potranno raccogliere 5-8 kg di frutticini ogni stagione produttiva.

Proprietà del ribes

I frutti di ribes sono molto aromatici ed apprezzati in gastronomia per guarnire crostate, dolci e per accompagnare formaggi freschi di vario genere. Inoltre la elevata presenza di sostanze  antiossidanti, vitamina C, antociani e fenoli rendono questi frutti un alimento particolarmente benefico per l’organismo.

In particolare il ribes è un tonico per l’apparato digerente ed il fegato oltre ad avere effetti diuretici ed alleviare lo stress e la fatica fisica.

Di recente, una ricerca scientifica condotta da ricercatori neozelandesi e pubblicata sulla rivista Molecular Nutrition and Food Research, ha messo in luce le virtù di alcune molecole contenute nel ribes nero nel contrastare l’asma.

La Melissa, una pianta officinale nota come Cedronella o Erba Limona
La Melissa è una pianta erbacea che può raggiungere dimensioni dai 40 centimetri al metro, cresce spontanea ma può essere anche coltivata. Le foglie h...
Coltivare i frutti di bosco: mirtilli, more, lamponi ... un pieno di vitamine
Nonostante non si tratti più esclusivamente di coltivazioni spontanee questi piccoli frutti vengono ancora chiamati frutti di bosco. Ormai ribes, lamp...
Specchi d’acqua vitali: i giardini acquatici
I fiori d’acqua e tutte le piante coltivate all’interno di specchi d’acqua o giardini umidi vivono solo durante la bella stagione, cioè quando sono pr...
Seguire il calendario lunario di Maggio 2011
Nel mese di Maggio il giardino è al suo massimo splendore, trabocca di fiori e di ogni tipo di profumo. Anche orto e frutteto sono in piena attività. ...
Le tecniche di propagazione delle piante
Esistono diverse tecniche efficaci per riprodurre con facilità le piante. Tra le più comuni abbiamo margotta e talea; alcune di queste si possono effe...
Piante rampicanti da vaso: la Thunbergia Grandiflora
Si tratta di una rampicante, meno nota rispetto alla più famosa e diffusa Thumbergia Alata: una pianta decorativa stagionale venduta in piccoli vasi, ...
Pensare per tempo alle varietà primaverili: la pianta di pesco
L’origine del nome di questa pianta ne fissa la terra d’origine il Persia, ma l’origine effettiva del pesco è da ricercarsi in Cina, dove effettivamen...
Dopo le feste: recuperare l'albero di Natale
Come ogni anno molte persone preferiscono acquistare un abete naturale per creare la giusta atmosfera natalizia. Ma dopo la fine delle feste cosa f...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!