Seguire il calendario lunario di Luglio 2011

Luglio è un mese caratterizzato dal colore: tutte le aiuole e le bordature sono ricche di fioriture, nell’orto e nel frutteto i raccolti sono al massimo della loro produzione, ricchi e abbondanti. E’ il momento giusto per godersi questo spettacolo regalato dalla Natura, ricordando comunque irrigazioni regolari da eseguire quando la temperatura si abbassa.

Succede nel mese di Luglio

Questo mese la luna nuova sarà nei nostri cieli due volte: il 1° luglio e il 30 luglio; il plenilunio invece avverrà proprio a metà mese: il 15.

La luna di luglio, nelle vecchie tradizioni contadine, viene chiamata Luna del Fieno: ciò deriva dal fatto che nei mesi estivi si è soliti accatastare nei campi le balle di fieno. Questa luna indica l’abbondanza del raccolto appena eseguito. Ci sono invece antiche tradizioni pagane che identificano questa luna come la Luna delle Erbe: in questo periodo le erbe officinali riescono a raggiungere il loro massimo potenziale curativo, grazie alla maggiore concentrazione di principi attivi.

Violacee

Violacee

Nei paesi nordici questa lune è chiamata Luna del Tuono o dei Temporali, poiché indica il cambiamento climatico verso la stagione più fredda.

Dare un nome alla luna, in maniera tale da sottolineare il legame tra cicli lunari e cicli naturali, è un’usanza già praticata dagli indiani d’America; in Europa questa tradizione arriva dall’Inghilterra.

La pianta di luglio: il Girasole

Il girasole è la pianta protagonista del mese di luglio. Appartiene alla famiglia delle Composite ed è una pianta originaria dell’America. In molti indicano il suo paese d’origine con il Perù, altri indicano invece il Messico. In Europa è arrivata nei primi dieci anni del ‘500 principalmente come pianta di tipo ornamentale. Nel ‘700 si iniziarono a sfruttare anche le sue caratteristiche oleifere. Il maggiore sviluppo lo ebbe nei territori della Russia a partire da metà ‘800. Attualmente si coltiva in tutto il mondo, ed è al secondo posto (solo dopo la soia) tra le piante maggiormente utilizzate per la produzione di olio. Oltre alle varietà coltivate per lo sfruttamento industriale ne esistono altre tipicamente ornamentali.

Si tratta di una pianta annuale o perenne di grande dimensione, dotata di radice fittonante. L’altezza e variabile solitamente tra i 40 e i 250 centimetri a

calendario lunario luglio 2011

Girasole

seconda delle varietà considerate. Le varietà di dimensioni limitate possono essere coltivate anche in vaso senza alcuna difficoltà. In piena terra sono invece ottimi per sottolineare angoli  recinzioni, soprattutto nelle varietà di altezza maggiore; quelli più bassi andranno bene all’interno di bordature. La pianta di girasole è caratterizzata da un fusto eretto in grado di ramificare solo nella parte superiore. Le foglie sono peduncolate e seghettate. La fioritura avviene solo in estate, nel periodo compreso tra agosto e ottobre, I fiori sono dei capolini di notevole dimensione, con un disco centrale solitamente più scuro e delle ligule gialle dalle diverse tonalità. Completata la fioritura segue la fruttificazione.

Questa pianta teme le basse temperature, è bene non scendere al di sotto dei 12 – 14°C. Predilige un substrato fresco e fertile ma è in grado di crescere anche in presenza di suoli più aridi e sassosi. Per quanto riguarda l’esposizione il girasole ama il sole, l’esposizione a mezzogiorno è quella in grado di dare i migliori risultati.

In merito all’irrigazione non sono necessarie grandi quantità di acqua: controllate sempre che il terreno sia asciutto prima di bagnare nuovamente. Il girasole è in grado di affrontare periodi di siccità ma soffre i ristagni di acqua.

La propagazione avviene tramite divisione dei cespi in primavera, o attraverso semina nel mese di aprile. Non è necessaria una potatura ma vanno eliminate le parti secche. La pianta va protetta dalle limacce. Si deve fare attenzione alle malattie fungine più comuni utilizzando appositi prodotti fungicidi.

Il diario della Luna di Luglio

  • In giardino.

Con la luna calante si devono eseguire le potature: vanno tagliati tutti gli arbusti con fioritura primaverile, i rosai rampicanti che non rifioriscono, si deve ridare forma alle siepi, le erbacee perenni si devono cimare appena inizieranno a sfiorire. Per quanto riguarda il prato vanno diradati i tagli e aumentata l’altezza, in maniera tale da preservarlo dal caldo eccessivo.

diario della Luna

Fragoleto

Con luna crescente è il momento giusto per moltiplicare i fiori: le piante legnose vanno divise con talee e margotte; le perenni ormai sfiorite vanno divise in cespi; digitali, viole, violacee, pratoline e primule si possono seminare. Nel frutteto va effettuata la potatura verde sulle drupacee e su tutti gli arbusti da frutta.

  • Nell’orto e nel frutteto.

Con luna calante nell’orto è il momento della pacciamatura per tutte le aiuole. Barbabietole, lattughe, radicchio e finocchi vanno seminati in piena terra. Angurie e meloni necessitano di essere cimati; il porro va trapiantato.

Con luna crescente nell’orto si seminano bietole, fagioli, ravanelli e zucchine. Nel frutteto va impiantato il fragoleto.

  • In casa e in balcone.

Con luna calante vanno cimate le dalie e eliminati tutti i boccioli più bassi. Le rose vanno potate ed eliminati gli arbusti ormai sfioriti.

Con luna crescente si devono preparare le talee per gli arbusti da fiore e per quelli rampicanti. Le piante all’interno vanno trasferite all’aria aperta, posizionandole possibilmente in zone ombreggiate. Anche in casa è meglio evitare l’esposizione al sole di ogni pianta, soprattutto nelle ore più calde della giornata.

Consigli per organizzare giardini di piccole e grandi dimensioni
I giardini più piccoli richiedono una pianificazione molto attenta e dettagliata proprio perché c'è la possibilità di integrare più elementi in uno sp...
Un bosco verticale a Milano, la nuova sfida dei grattacieli verdi
Il quesito è sempre lo stesso: è possibile realizzare grattacieli che si coniughino con i bisogni dell’ambiente? La risposta arriva dal progetto dello...
Gradevoli frutti di bosco: il lampone
Il lampone è un frutto buonissimo, cresce su un cespuglio robusto facile da coltivare. Basteranno poche cure e questa pianta si ammalerà raramente. M...
Perché il costo dello zafferano è così alto?
Tutti conosciamo lo zafferano e lo abbiamo usato almeno una volta nella nostra vita per preparare un risotto. Solitamente si vende in polvere, i pisti...
Piante da fiore anche in casa
La durata dei fiori è spesso limitata nel tempo, questa è ancora più breve quando si parla di piante da fiore in appartamento. Nonostante la breve dur...
Angelica: una pianta medicinale quasi dimenticata
L’angelica è una pianta erbacea alpina dall’aspetto decisamente gradevole. Se curata al meglio è in grado di raggiungere anche dimensioni piuttosto ra...
Bulbose anche in inverno
Avrete forse fatto caso che le bulbose sono sempre più presenti nei negozi di fiori e nei garden center già a partire dal mese di novembre. Si tratta ...
Creare il giardino: la messa a dimora
Dopo aver progettato il proprio giardino, deciso dove collocare tutte le essenze, decisi i punti di vista più significativi, è importante passare all’...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.