Villa Taranto. Appuntamenti a Verbania Pallanza

Un bel giardino non ha bisogno di essere grande, ma deve essere la realizzazione del vostro sogno anche se è largo un paio di metri quadrati e si trova su un balcone”.  Sono queste le parole del Capitano Neil Mc Eacharn, ed è grazie a lui che dobbiamo la nascita dei meravigliosi giardini di Villa Taranto.

Nel 1931 il Capitano scozzese decise di acquistare la villa della Marchesa di Sant’Elia per trasformare i giardini esterni in un magnifico esemplare di giardino all’inglese. Le volontà del Capitano erano chiare: oltre alla bellezza indiscussa del giardino era importante rendere adatto il luogo per accogliere molte differenti varietà botaniche.

Villa Taranto

Villa Taranto

Piante da tutto il mondo

I lavori si conclusero nel 1940 e il giardino era pronto ad ospitare varietà botaniche provenienti da tutto il mondo, spesso anche molto rare. Non solo una varietà botanica pressocchè infinita, ma anche magnifici giochi d’acqua rendono davvero splendida questa location.

La volontà del Capitano è sempre stata quella di tramandare queste meraviglie attraverso il tempo, ed è per questo che decise di donare la proprietà allo Stato Italiano.

Ad oggi il patrimonio botanico di Villa Taranto è vastissimo: si possono contare circa 1.000 piante non autoctone e più di 20.000 varietà e specie con particolare valenza botanica.

Attualmente la villa ospita la sede della Prefettura della provincia del Verbano – Cusio – Ossola ma si ha la possibilità di visitare i magnifici giardini da Aprile fino al mese di Ottobre. In questo periodo sono molte le attività e le mostre tematiche che si svolgono all’interno dei magnifici giardini. Di particolare bellezza le attività che prendono vita tra fine giugno e inizio luglio.

Dalie in mostra

Dalie in mostra

Dalie in mostra

Da fine luglio fino a fine ottobre è possibile visitare il bellissimo “Labirinto delle Dalie”. Lo spettacolo affascina ed incanta: è possibile infatti ammirare più di 1.500 piante, circa 350 differenti varietà dello splendido fiore. Le Dalie sono fiori particolarissimi, in grado di regalare coloratissime fioriture dalle sfumature e dalle dimensioni differenti.

Sono molte le varietà da non perdere. Sicuramente non potrete non soffermarvi sulle decorative caratterizzate da grandi fiori, stupende per esempio le varietà “Emery Paul”: in questo caso i fiori superano spesso i 25 centimetri di diametro. Altre varietà davvero particolari sono le Pompom, e tra queste da ammirare sicuramente la “Little William” caratterizzata da particolarissimi capolini sferici a nido d’ape.

Victoria Cruziana in fiore

Un’altra meraviglia in fiore si potrà osservare dal primo luglio fino a fine ottobre sempre nei maglifici giardini di Villa Taranto: si tratta

Victoria Cruziana

Victoria Cruziana

della Victoria Cruziana.

La Victoria Cruziana è una particolarissima pianta acquatica, forse la più bella, di sicuro la più particolare. L’area d’origine di questa pianta è l’America meridionale, in particolare si trovano stupendi esemplari di Victoria Cruziane nei bacini fluviali del Rio delle Amazzoni.

A partire dal 1956 questa pianta ha trovato il suo habitat naturale presso Villa Taranto, ed è proprio nella serra dei giardini che nei periodi di massimo splendore riesce a raggiungere anche due metri di diametro.

I fiori di questo esemplare sono davvero particolari: si aprono nel primo pomeriggio, sono di colore bianco e hanno la profumazione tipica dell’ananas, il secondo giorno si chiudono il mattino e si riaprono in serata di colore rosa. Durante la fase di impollinazione, che dura fino a fine serata, dal rosa si passa al rosso più intenso. La mattina successiva sfioriscono e lasciano spazio ai frutti.

Informazioni generali

Per maggiori informazioni in marito alle attività e agli eventi di Villa Taranto vi consigliamo di visitare il sito www.villataranto.it. Maggiori informazioni si possono reperire consultando anche il sito www.grandigiardini.it.

La Nandina domestica: un pianta policroma
Le foglie hanno colori mutevoli, i fiori sono bianchi, le bacche sono rosse e resistono durante tutto l’inverno: è la Nandina domestica. Resiste al fr...
Al mare o in montagna: curare il giardino in piena estate
Nei mesi estivi le differenze climatiche tra i territori montani e quelli marini sono sostanziali, così come sono molto diverse le operazioni da svolg...
L’albero delle orchidee: la Bauhinia
Si tratta di una pianta non troppo conosciuta. Una volta vista vi colpirà grazie alla fioritura profumata e dalle tonalità rosa. Per crescere in piena...
Piante pericolose: l’Ambrosia e l'allergia ai suoi pollini
L’Ambrosia è una pianta pericolosa per la nostra salute. Soprattutto nei comuni del nord Italia è d’obbligo provvedere all’eliminazione di questa pian...
Quando e come piantare le rose nel modo giusto
Se vogliamo avere delle belle rose che decorino il nostro giardino è importante, prima di tutto, piantarle nella maniera corretta. Di seguito vi sveli...
Al Castello Quistini in Franciacorta, il 13 Maggio presentazione del libro "Alchimie in giardin...
Domenica 13 Maggio alle ora 16, nella splendida cornice di Castello Quistini in Franciacorta, verrà presentato dall'autrice Maria Rosa Garatti, il...
INTERPOMA 2012, dal 15 al 17 Novembre a Bolzano
Da giovedì 15 a sabato 17 novembre 2012 si terrà INTERPOMA 2012, appuntamento fieristico biennale, unico nel settore, interamente dedicato alla coltiv...
Frutti antichi il 3 Marzo a Brescia
Domenica 3 Marzo per tutto il giorno a Brescia,  presso il Brescia Garden, si terranno una serie di incontri gratuiti, assaggi e degustazioni per far ...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.