Il Bucaneve o Stella del Mattino un fiore che può essere coltivato anche in giardino

0
60

In inverno, contrariamente a ciò che si può pensare normalmente, la vita delle piante non si ferma; al contrario alcune sono fiorenti e attive.

L’esempio più comune è quello relativo alle piante del sottobosco, abituate a convivere con questo rigido periodo dell’anno.

Ma aldilà del muschio e del fogliame di stallo ci sono una serie di fiori molto belli e particolari che crescono spontanei e ravvivano gli ambienti apparentemente spogli della stagione.

Un esempio che può essere portato tranquillamente anche nel proprio giardino è il romantico bucaneve, una pianta perenne ideale nel mese di gennaio.

Galanthus Nivalis

Bucaneve o Galanthus Nivalis

Il bucaneve conosciuto anche come Galanthus Nivalis, oltre ad essere una pianta perenne, è una pianta erbacea e bulbosa, appartenente alla famiglia delle Amaryllidaceae.

Il bucaneve è una delle piante in grado di crescere spontaneamente nel nostro territorio e si presenta in molti modi differenti, con differenti fiori e soprattutto, diversi momenti di fioritura.

Come sempre uno degli aspetti importanti prima di sapere come coltivarlo, è ciò che riguarda la storia della pianta.

Storia della Stella del Mattino

Il nome Galanthus Nivalis ha un significato specifico legato alle caratteristiche del fiore stesso.

Il termine Galanthus Nivalis deriva da due parole greche: “gala” e “anthos” che identificano un fiore bianco come il latte.

Si parla da sempre del bucaneve, proprio per la sua presenza in ambienti naturali come quelli del bosco. Già nella leggenda di Adamo ed Eva è possibile ritrovare un richiamo al fiore come simbolo di speranza. Inoltre il bucaneve viene chiamato “Stella del mattino” in quanto è uno dei primi fiori ad apparire all’inizio dell’anno.

Il Bucaneve: caratteristiche della piante

Il bucaneve è una pianta provvista di bulbo ed ogni anno produce le foglie ed i fiori.

Le foglie sono di tipo radicale ed infatti fuoriescono a partire dal bulbo per poi, nella parte superiore, diventare lunghe e di un verde bluastro.

I fiori invece sono di tipo pendulo e, seppur non siano molto profumati, sono delicati e romantici.

Durante la crescita l’andamento delle foglie e dei fiori segue in modo molto scrupoloso l’andamento delle temperature.

Come ho già accennato prima il bucaneve è un fiore invernale e questo fa’ si che con l’arrivo dei primi caldi, la parte aerea si stacchi seccandosi. In questo modo il bucaneve si prepara ad un lungo riposo, per risvegliarsi nuovamente con l’arrivo dell’inverno e del nuovo anno.

piante del sottobosco

I bucaneve sono piante del sottobosco

Insomma una pianta da fiore che “ragiona” al contrario e che quindi vi potrà colorare e ravvivare gli esterni durante l’inverno.

Coltivare il Bucaneve in giardino

A questo punto non mi resta che mostrarvi come si coltiva in giardino il bucaneve.

Il bucaneve è una pianta molto semplice da coltivare, soprattutto per la sua naturale e spontanea crescita in natura; di conseguenza è una pianta che cerca di adattarsi anche alle condizioni più avverse.

La prima cosa da sapere è che all’interno dei garden è possibile trovare una serie di Galanthus in grado di prendere facilmente piede in giardino.

Solitamente si riconoscono per il loro piccolo bulbo. E’ consigliabile acquistare molti bulbi, collocandoli a poca profondità in modo ravvicinato l’uno dall’altro.

Per quanto riguarda la posizione i bucaneve richiedono un luogo non soleggiato direttamente, ma che garantisca una buona luminosità.

Per quanto riguarda le annaffiature il tutto si semplifica in quanto la pianta è autosufficiente, accontentandosi delle normali e naturali intemperie.

Tutto cambia se però ci si trova in un periodo di siccità, in quel caso conviene inumidire il terreno, ricordando che, come molte altre piante, anche il bucaneve non ama i ristagni idrici.

Se quindi volete la “Stella del mattino” nel vostro giardino o sul vostro terrazzo non vi resta che decidere la giusta posizione e iniziare con la messa a dimora dei bulbi. Vi accorgerete della sua bellezza e delle grandi doti ornamentali che può avere una pianta appartenente al nascosto sottobosco.

Lascia un Tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.