La Stevia, docificante naturale a zero calorie

La Stevia pianta perenne del Sudamerica

La Stevia, Stevia Rebaudiana Bertoni, è una piccola pianta perenne, cresce fino a 80 cm., della famiglia dei crisantemi e proviene dal sudamerica.

Da essa si ottiene un ottimo dolcificante naturale da utilizzare in cucina, con zero calorie: adatto alle persone diabetiche, che  non altera il livello di zucchero nel sangue, non provoca carie e placca dentale.

Il dolcificante ottenuto dalla Stevia inoltre è privo di ingredienti artificiali e, a differenza dei dolcificanti sintetici, non ha tossicità.

La pianta è nota da millenni in molte regioni del Sud-America che la impiegano anche a fini curativi, in alcuni stati la si utilizza addirittura come rimedio contro il diabete.

Da noi la Stevia è invece utilizzata da poco, basti pensare che negli USA solo nel 2008 la Food and Drug administration ha consentito alla libera circolazione della pianta e dei suoi derivati ed in Europa dal 2012 è permesso l’utilizzo e la commercializzazione di questa pianta.

stevia

La pianta della Stevia al Castello Quistini

Il motivo per cui era da noi e negli Stati Uniti era vietata, pur essendo invece ammessa e impiegata in molte parti del mondo come il Giappone, era per ragioni definite sanitarie (si pensava potesse essere cancerogena) ma che in realtà avevano probabilmente motivi più politico-economici, in quanto si tratta di un prodotto ottenibile da una pianta facilmente  coltivabile con altissime proprietà dolcificanti.

Molto più dolce dello zucchero

La Stevia possiede altissime capacità dolcificantiè infatti molto più dolce del comune saccarosio, basti pensare che nella sua forma naturale dolcifica 10/15 volte più dello zucchero classico e la polvere estratta dalle foglie dolcifica dalle 70 alle 400 volte più dello zucchero.

Questo dolcificante a zero calorie è sempre più utilizzato, multinazionali come la Coca-Cola e la Pepsi ben presto lanceranno sul mercato alcuni prodotti dietetici contenenti questo ingrediente.

Foglie di Stevia

Foglie di Stevia, dalle quali si ottiene un ottimo dolcificante a calorie

Se vi piacciono le piante officinali e volete vedere le piantine di Stevia e altre erbe rare potete visitare l’azienda agricola di Castello Quistini, specializzata anche in Rose da collezione.

Per visitare il vivaio basta prenotare telefonicamente al 320 8519177 tutti i giorni della settimana o andare la Domenica dalle 10,00 alle 12,00 e dalle 15,00 alle 18,00- www.castelloquistini.com.

Il rosmarino: coltivazione e proprietà
Il rosmarino (Rosmarinus officinalis) è una pianta arbustiva sempreverde, appartenente alla famiglia delle labiate diffusa nei paesi del bacino del Me...
Eliminare le tossine e depurare il fegato con il carciofo
La Natura ha pensato a tutto, ogni vegetale che ha creato l’ha fatto con una finalità specifica. Per esempio il carciofo svolge attività depurative, è...
Menta: la salute a portata di mano
La menta è in pieno vigore proprio in questo periodo estivo. Può essere tranquillamente allevata sia in piena terra che in vaso. Appartiene alla famig...
I GIRASOLI: coltivazione, cura e nemici
I girasoli sono piante molto apprezzate soprattutto per il loro colore e la loro dimensione. Una delle caratteristiche principali, da cui deriva an...
Il fico d'India: una cactacea da frutto
Il fico d’India è una pianta appartenente alla famiglia delle cactacee originaria dell’America del Sud, molto diffusa in Italia in particolare nel...
La senape: non solo un ottimo condimento
La senape è una pianta rustica, cresce bene in ogni luogo anche se preferisce terreni argillosi e calcarei. Quella che abitualmente si trova sul merca...
Agrifiera 2012 Pontasserchio, San Giuliano Terme, Pisa, dal 21 Aprile al 1 Maggio
Dal 21 Aprile al 1 Maggio 2012 si terrà a Pontasserchio, nel comune di San Giuliano Terme, Pisa, la 103a  fiera dell'agricoltura, zootecnia, artigiana...
Sapordivino a Villa Trissino Marzotto, Vicenza 9 e 10 Giugno 2012
Sapordivino è un’importante rassegna di vini che si svolge in Veneto. La cornice è tra le più interessanti in Italia; si tratta infatti del parco ...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.