Come avere un giardino fiorito con i colori della primavera

Cotogno Giapponese (Chaenomeles japonica)

Cotogno Giapponese (Chaenomeles japonica)

La selezione degli arbusti da piantare all’interno del giardino deve essere fatta accostando con cura e gusto le piante secondo la loro forma e dimensione, i tempi ed i colori della fioritura, la particolarità del loro fogliame. Il risultato di un attenta progettazione ci appagherà a lungo la vista e l’olfatto al risveglio del giardino, con il succedersi prestabilito delle fioriture primaverili, colori e profumi sapranno incantarvi.

Fioriture mese dopo mese

Per avere fioriture sin dal mese di marzo scegliete i cotogni giapponesi (Chaenomeles japonica) e i meli da fiore (Malus) che introduce le prime note di rosso nel giardino; nello stesso periodo i rami nudi delle magnolie si ricoprono di fiori paffuti e variopinti, anche i fiori bianchi delle spiree (Spiraea) e fiori tappezzanti azzurri del Ceanothus Repens accenderanno i primi colori del giardino.

Melo da fiore (Malus)

Melo da fiore (Malus)

Nel mese di aprile si potranno avere fioriture coloratissime e profumate, pronte a soddisfare qualunque esigenza, scegliendo, se avete spazio sufficiente, un alberello di Cornus florida, che con suoi fiori smaglianti in primavera e con magnifici frutti e foglie in autunno coloreranno il vostro giardino per l’intera stagione. Specie intramontabili da inserire nel giardino sono poi le sempre belle ginestre (Cytisus), le peonie dai fiori giganti e gli iris.

(Cornus florida)

(Cornus florida)

Sul finire della primavera per avere ancora bei fiori tra maggio e giugno, si possono mettere a dimora rose, e glicini (Wisteria), con cui si potranno ricoprire muri, archi e gazebo, scegliendo i lillà (Syringa) e le clematidi (Clematis), avremo una raffinata fioritura. Non scordate la Potentilla (gialla , rosa o bianca) e le ortensie, che vi potranno deliziare sino all’autunno.

Una corretta coltivazione garantisce la pronta ripresa dei nuovi arbusti in primavera.

E dunque bene, in fase d’impianto, predisporre una buca molto più grande della zolla radicale da dimorare: le nuove piccole radici avranno così a disposizione una maggiore quantità di terreno soffice in cui svilupparsi con più facilità. Sul fondo della buca distribuite poi uno strato di ghiaia, eviterà così il ristagno dell’acqua prolungato a contatto con le radici, non dimenticate poi uno strato di fertilizzante preferibilmente organico.

Prima di inserire la nuova pianta, ricoprite con un po’ di terra soffice il concime, così da evitare che le radici possano risentire del contatto diretto con il fertilizzante.

Laghetti, fontane, cascate: elementi idrici per il giardino acquatico
Il fascino dell’acqua è universale, e vale sia in presenza di climi caldi che di climi freddi. Qualsiasi giardino acquisterà di bellezza grazie alla p...
La melanzana: si semina a marzo si raccoglie in estate
Si tratta di una coltivazione estiva tipica dei paesi con climi caldi. E’ infatti l’ortaggio per eccellenza dell’estate. A dimostrazione di ciò esiste...
Muri fioriti con le erbacce perenni
Le erbacee perenni sono tutte quelle piante con la tipica consistenza erbacea, o che più semplicemente non sono provviste di parti legnose. Il loro...
Il giardino fiorito grazie ad alberi e arbusti
Sono le piante legnose che regalano il maggior numero di fiori nei nostri giardini. Queste piante inoltre ogni anno aumentano di dimensione, in manier...
Le peonie risvegliano il giardino in primavera
Le peonie appartengono alla famiglia delle erbacee che durante l’inverno si essiccano completamente, per poi svegliarsi con l’inizio della primavera, ...
Al mare o in montagna: curare il giardino in piena estate
Nei mesi estivi le differenze climatiche tra i territori montani e quelli marini sono sostanziali, così come sono molto diverse le operazioni da svolg...
Contro il vento: come proteggere le piante
Il freddo intenso e le correnti d’aria possono creare molti più danni di quanto si possa immaginare. Il vento e l’abbassamento di temperatura sono una...
Creare il giardino: la messa a dimora
Dopo aver progettato il proprio giardino, deciso dove collocare tutte le essenze, decisi i punti di vista più significativi, è importante passare all’...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!