Il BUCANEVE: un fiore invernale

Il bucaneve in gergo scientifico è stato battezzato come “Galanthus nivalis” ma la maggior parte delle persone lo conosce come “Stella del mattino”.

bucaneve fiore invernale

Il bucaneve fiorisce verso fine inverno

Il nome popolare bucaneve deriva dal fatto che è uno dei primi fiori che appare dopo l’inverno.

E’ una pianta che, se viene curata adeguatamente, porterà alla nascita di graziosi e piccoli fiorellini bianchi come la neve.

In realtà potrete godervela per tutto l’inverno, perché a febbraio mostrerà i suoi fiori, ma durante l’inverno crescerà solenne, aspettando il momento giusto per sbocciare.

Questo perchè il bucaneve riesce a resistere a temperature estremamente rigide (anche sotto lo zero), senza essere danneggiate.

Caratteristiche del BUCANEVE

Il bucaneve è una pianta decidua con bulbo perenne che produce fiori e foglie durante l’anno.

Il suo fiore ha un colore bianco latte, ed è estremamente delicato nella sua forma leggiadra.

Le foglie si generano direttamente dal bulbo.

Il bulbo in commercio non è di grandi dimensioni, è di circa 3 cm.

I bulbi, se piantati in grandi vasi o in giardino, si riproducono per divisione.

Proprio per questo, occorre dividere quelli che si sono coltivati, togliendo quelli nuovi.

Il bucaneve riesce a resistere a temperature estremamente rigide (anche sotto lo zero).

In questo modo potrete vederne crescere molte, senza alcuna ostruzione da parte degli altri bulbi piantati inizialmente.

Il Galanthus fiorisce solitamente intorno a febbraio, ma se viene adeguatamente curato, in casa può sbocciare prima del tempo.

Il fiore quando sboccia, è piacevole alla vista, ma non emana un odore particolarmente gradevole.

La dimensione del fiore è di circa 3 cm.

I petali si distribuiscono a forma di stella e sono lunghi circa 20 mm.

Il frutto che viene generato dal bucaneve è di forma ovoidale.

Il Galanthus riesca a raggiungere i 20 cm di altezza.

Coltivare il BUCANEVE

Per coltivare il bucaneve nel proprio giardino non ci voglio grandi capacità.

La cosa principale da fare è interrare il bulbo acquistato, collocandolo ad una profondità pari al doppio del diametro del bulbo stesso, dopodichè  basta bagnare la terra.

La cosa importante è garantire alla pianta alcune ore di sole durante l’arco della giornata.

Cercate di collocarle a Sud durante l’inverno, in questo modo il bucaneve riuscirà a catturare gran parte della radiazione solare disponibile durante il periodo invernale.

Altra cosa importante è l’annaffiatura. Dopo averle piantate nel vaso, è necessario bagnarle, durante tutto l’inverno.

Se la lasciate sul terrazzo, e il clima prevede molte piogge, non bagnatela, perchè è già riuscita a catturare l’acqua di cui necessita.

Quando il bucaneve sboccia, è possibile notare le striature che dal bianco vanno verso il verde

Come la maggior parte delle piante, non ama avere un terreno troppo carico di acqua, ama l’equilibrio.

E’ quindi importante controllare la terra, intervenendo nell’annaffiatura solo quando effettivamente il bucaneve ne ha bisogno.

La cosa importante è comunque non lasciare il bucaneve in carenza di liquidi, soprattutto durante la fioritura, perchè c’è il rischio di far appassire il fiore e i suoi boccioli.

Per un’adeguata coltivazione è necessario piantare il bucaneve all’inizio della stagione fredda. In questo modo la pianta potrà seguire il corso naturale di crescita.

Se avete fatto tutto nel modo giusto, durante il periodo invernale, comincerete a notare la crescita del fusto eretto che porta con se il primo fiore a campanula.

Al nord, in climi più rigidi è possibile acquistare il bucaneve alpino, mentre in ambienti più temperati è consigliabile scegliere la specie orientale.

Il bucaneve è una pianta estremamente bella, di facile coltivazione e crescita.

Occorre veramente poco per vederla risplendere nella propria casa.

Se poi volete coltivarla in giardino l’unica cosa che vi consiglio è quella di collocare i bulbi abbastanza vicini.

In questo modo creeranno dei piccoli cespugli, di particolare effetto.

Il bucaneve riesce a crescere senza grosse difficoltà fino a 1500 metri sopra il livello del mare.

Il che rende la pianta una scelta idonea anche per chi abita in montagna e vuole un giardino fiorito anche d’inverno.

Coltivare un prato inglese
La progettazione del prato è un’operazione a lungo termine. E’ necessaria una giusta preparazione del terreno prima della semina o della copertura con...
Seguire il calendario lunario di giugno 2011
Nel mese di giugno tutta la Natura è in piena attività: giardini e balconi sono rigogliosi, ma sta per arrivare il caldo. In questo mese è molto impo...
Un'erbacea perenne dal fogliame che stupisce: il Coleus
Il genere Coleus è una pianta di origine tropicale, appartiene alla famiglia delle Labiatae, comprende circa 150 specie differenti e provenienti quasi...
Curare le piante in vaso, prevenire i danni peggiori
Anche per le piante in vaso l’estate risulta un periodo difficile da sostenere, in particolare il mese di agosto, quando normalmente si raggiungono le...
Gli Astri, i fiori di settembre
Settembre è il mese degli astri; si tratta di piante erbacee perenni che costano davvero poco, durano a lungo senza particolari cure, sono facili da r...
Sicurezza al primo posto anche quando si lavora in giardino
Le statistiche affermano che l’ambiente domestico è ricco di pericoli, ciò lo conferma anche il numero sempre più alto di incidenti domestici. Diventa...
Arredare il giardino con le fioriere in legno, ecocompatibili e belle
Con l'arrivo dell'estate è bello immergersi nel verde e godere appieno dei nostri freschi spazi all’aperto. E' possibile provare il piacere di ...
Progettare un giardino: per prima cosa conoscere l’ambiente
Se si dispone di un piccolo spazio di terra e si vuole realizzare un giardino non basterà affidarsi al caso e mettere semplicemente a dimora alcune pi...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!