La Fucsia e i suoi fiori danzanti

La fucsia è una pianta elegante e aggraziata. Fiorisce da giugno a ottobre, regalando fiori pendenti a calice, dai colori vivaci e molto caratteristici: dal rosso, al porpora, al viola, possono essere semplici o doppi.

Le fucsie sono piante arbustive originarie della Nuova Zelanda, hanno foglia decidua, dal colore verde bottiglia, e rami ricadenti.

Avendo un portamento tipicamente ricadente alcune specie sono particolarmente adatte per i balconi, potranno essere coltivate in vasi o in cestini appesi.

Coltivazione della pianta della fucsia

Coltivazione fucsia

Fuchsia Ballet Girl

Le fucsie hanno bisogno di vivere in luoghi freschi, possibilmente in una mezz’ombra luminosa, riparate dai raggi diretti del sole. Mal sopportano alte temperature e vento asciutto.

Fenomeni di siccità sono in grado di far appassire la pianta in poche ore. L’esposizione migliore per la fucsia prevede solo poche ore di sole durante la mattinata.

Questa pianta necessita quindi di umidità, ma allo stesso modo vanno evitati i ristagni d’acqua, per non incorrere in fenomeni di marcescenza radicale. Il substrato deve essere quindi sempre fresco ma drenante.

E’ meglio coltivarla in terreni acidi, torbosi, fertili e non calcarei. Sarebbe opportuno utilizzare acqua decalcificata, da somministrare prima che il substrato si asciughi del tutto.

Nei mesi più intensi di fioritura, da giugno a settembre, necessita di nutrimento aggiuntivo da somministrare sotto forma di concime liquido adatto a piante acidofile. Nel periodo autunno – invernale si possono sospendere le concimature, poiché la pianta entra in stato di riposo vegetativo.

Fucsia fiori

Fuchsia Cherry

Cresce in condizioni migliori se alloggiata in vasi piuttosto capienti, con un diametro di almeno 20 centimetri, possibilmente o in terracotta o in vasi sospesi. E’ importante poter irrigare regolarmente questa pianta.

E’ molto importante cimare spesso la pianta della fucsia, per evitare che gli steli si allunghino fuori misura. Potatela in primavere: i rami vanno accorciati fino ad un terzo della lunghezza, in questo modo le si ridarà una forma ordinata.

La fucsia non tollera il gelo; nei mesi invernali sopravvive bene se collocata in serra fredda, altrimenti va trattata come pianta stagionale.

Il rinvaso della fucsia va eseguito nel mese di marzo; utilizzate terreno di tipo torboso, va benissimo quello che solitamente si utilizza per i gerani.

Varietà consigliate

Fucsia  pianta

Fuchsia La Neige

Fuchsia Magellanica: è la specie con la maggior diffusione, la più comune; è molto facile ibridarla, ciò porta alla creazione di sempre nuove varietà dai molti colori e dalle tante sfumature; dal bianco (“La Neige”) al viola blu (“Deep Purple”).

Un ibrido di questa pianta è la nuova gamma “Cherry”, creata per resistere bene al sole e all’inquinamento.

La “Ballet Girl” è invece molto nota per i fiori doppi bianchi e rossi, così come la “Facination” dai colori rosa e rosso, e la “Nautilus” dai colori rosso carmini e bianco.

Problemi e soluzioni

  • Si è formato uno strato di feltro grigio sulle foglie: si tratta di muffa grigia, causata dalla presenza di un fungo che si sviluppa in presenza di ambienti umidi e afosi (situazione tipica delle serre, soprattutto a fine inverno). Per risolvere il problema è necessario spostare la pianta in un ambiente meno umido ed arieggiato. Evitate di innaffiare sulla chioma.
  • Presenza di macchie rosso ruggine sul fogliame: si tratta di ruggine, andrà trattata con un antifungino.
  • Presenza di piccoli insetti bianchi nella parte inferiore delle foglie: è un parassita: la Mosca Bianca. Va trattata con insetticida, collocare poi la pianta in un luogo arieggiato.
  • Rapido appassimento: la causa è l’aridità. Se l’atmosfera è asciutta e il substrato si inaridisce la pianta soffre. Per risolvere il problema immergete la pianta in una bacinella d’acqua per 30 minuti, poi vaporizzate la chioma.

Note e curiosità a proposito della Fucsia

La fucsia deve il suo nome ad un noto botanico, Leonhart Fuchs, ed è stata scoperta nel XVII secolo nella Repubblica Dominicana.

Fuchsia Magellanica

Fuchsia Magellanica

Questa pianta è caratterizzata da un colore talmente intenso e brillante da essere scelto per dare il nome ad una particolare tonalità di rosa.

In epoca Vittoriana commercianti e nobili spendevano grosse fortune per potersi accaparrare n esemplare di questa pianta appena sbarcata nel continente europeo.

Abbiniamo la fucsia

La fucsia può essere abbinata con piante dalle stesse esigenze colturali: predilezione per clima fresco e posizione semiombreggiata. Nei cesti appesi abbinate la fucsia con lobelie e calceolaria. Evitate invece di abbinarle con gerani e surfine: queste due piante necessitano di luce solare e di molti nutrimenti, rischierebbero quindi di andare in competizione.

Se la vostra idea è quella di far risaltare al massimo la fucsia potrete abbinarla con piante  foglie ricadenti come l’edera, o in alternativa con il plectanthus (o edera svedese).

L'Azalea: cura, coltivazione e specie
Le azalee sono caratterizzate da colori vivaci, ricchissimi di sfumature. Le foglie sono di un verde brillane. Appartengono alla famiglia dei Rododend...
I gerani: coltivazione e parassiti dei re dei balconi
I gerani sono diffusissimi, è piuttosto strano immaginarsi balconi e giardini sprovvisti di questi esemplari. Va segnalato che negli ultimi anni quest...
La passiflora, coltivazione e curiosità
La Passiflora è una pianta rampicante dal fiore inconfondibile. Predilige per la sua crescita luoghi caldi e terreno ben drenato. Cresce anche nelle r...
L'ACANTO dai giardini ai capitelli corinzi
L'Acanto, Acanthus Mollis, è una pianta che comunemente viene associata ai capitelli corinzi dei grandiosi templi Greci; in realtà, in natura, è u...
Preparare le fioriture primaverili: i bulbi da fiore in cassetta
Un balcone fiorito piace a tutti, soprattutto se le fioriture sono in coincidenza con l’arrivo della primavera. Se si agisce per tempo molte bulbose c...
Coltivare in inverno: la brina, un fenomeno molto comune a dicembre
Il freddo è arrivato, ce ne siamo ormai resi conto. Le giornate sono più corte e le ore di luce sono sempre meno. Se si abita nelle ragioni del nord l...
Coltivare piante aromatiche in vaso
E' il momento di risparmiare, su tutto! E allora un buon metodo alternativo e sostenibile per risparmiare senza rinunciare, è quello di diventare “pic...
Piante aromatiche non solo in cucina: dalla cosmesi all’uso ornamentale
Le piante aromatiche sono tra gli esemplari che, se coltivati a dovere, possono avere molteplici usi differenti. Normalmente si utilizzano con frequen...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!