Come proteggere il giardino dal gelo invernale

Alcune piante temono il freddo e necessitano di cure particolari, soprattutto quando arriva la stagione fredda e le temperature gelive dell’inverno.

Di conseguenza per poter garantire lunga vita alle vostre piante più delicate in giardino, ci sono alcune strategie utili che è sempre meglio seguire.

Ci sono alcune soluzioni create apposta per proteggere la pianta.

Si differenziano per materiale e per applicazione, in modo tale da poter scegliere in base alle proprie necessità e alle proprie tasche.

giardino invernale

Non tutte le piante riescono a sopravvivere durante la stagione fredda

Proteggere il giardino con il cannicciato

La soluzione è logica, ma anche abbastanza dispendiosa rispetto alle altre.

Proteggere la pianta attraverso il cannicciato prevede l’uso di un paratia realizzata con le canne di bambù del diametro di circa 10 mm e alte a seconda della pianta che desideriamo proteggere.

Il cannicciato garantisce una duplice protezione. Per prima cosa protegge la pianta dal freddo e in secondo luogo, permette di avere una protezione consistente dal vento.

Proteggere il giardino con il cannicciato

Il cannicciato protegge le piante dal freddo

Questo tipo di soluzione non è adatta alle zone vicine al mare, in quanto, la presenza costante del vento, porterebbe più danni che altro.

Il cannicciato, infatti, sottoposto a folate di vento forte, rischia di rompersi, arrivando spesso, a danneggiare la pianta.

Se dobbiamo proteggere piante ad alto fusto, non occorre prevedere una parete di bambù a tutt’altezza.

E’ infatti sufficiente girare con il cannicciato intorno al fusto, in modo da garantire la protezione del fusto (l’elemento vitale della pianta), evitando che trapassino il freddo e il vento.

Proteggere le piante dal freddo con il telo in plastica

Questa soluzione è semplice, ed è una di quelle che va’ per la maggiore, anche perchè è poco dispendiosa.

La protezione della pianta dal freddo, può essere garantita, applicando un telo di plastica intorno alla pianta.

Il telo in plastica

Il telo in plastica protegge le piante, ma non le fa' respirare. Occorre prevedere un passaggio per la circolazione dell'aria

La copertura deve essere ben posizionata.

Inoltre è necessario garantire un minimo di passaggio d’aria per la fotosintesi e l’ossigenazione, poiché permette di garantire la continuità della vita del vegetale.

Durante l’inverno, comunque, è possibile trovarsi davanti ad alcune giornate di sole.

In quei giorni si devono scoprire le piante e far loro assorbire tutta la radiazione solare possibile permettendo anche di acquisire liberamente aria.

Riparare la pianta dal freddo con l’agritessuto

L’agritessuto è un materiale conosciuto come “tessuto non tessuto” .

Questo tipo di materiale è molto simile al tessuto, ma in realtà segue dei procedimenti diversi di produzione.

L’agritessuto permette di riparare la pianta dal freddo ma la sua trama bucata, garantisce il passaggio dell’acqua piovana, della luce e dell’aria.

tessuto non tessuto per piante

L'agritessuto è quella struttura protettiva che garantisce il passaggio del sole, dell'aria e dell'acqua, proteggendo la pianta

Il tessuto non tessuto dovrà ricoprire adeguatamente la pianta, legando il vertice e la base in modo da non volare via con il vento.

Al contrario del telo di plastica, nelle giornate di sole, non deve essere tolto, in quanto la trama garantisce alla pianta di ricevere i giusti apporti quotidiani.

Queste tre soluzioni, vi permetteranno di proteggere quelle piante che non possono essere collocate all’interno della casa fino in primavera.

In tutti gli altri casi, non c’è migliore soluzione che proteggere le piante all’interno della propria abitazione o all’interno di una serra predisposta.

In tutti gli altri casi l’uso del cannicciato, del telo di plastica e del tessuto non tessuto, proteggeranno la vita delle vostre piante dall’inverno, pronte per essere riviste vive e sane in primavera.

La cosa importante è che in tutti e tre i casi deve sempre essere garantita la radiazione solare, l’acqua e l’aria.

Le strutture protettive si possono trovare in qualunque negozio di bricolage e fai da te.

Scegliete quella che ritenete più idonea al vostro giardino o alla vostra pianta.

Ricordatevi che se abitate in luoghi con importanti venti, non è mai il caso di utilizzare le canne del bambù.

Inoltre, se siete persone poco presenti, non in grado di scoprire la pianta ogni volta che c’è il sole, l’ideale è l’utilizzo dell’agritessuto.

In tutti gli altri casi, l’uso del sacco di plastica, è il più comune e il più funzionale.

Le Cycas: bellissimi fossili viventi, sembrano palme ma...
Origini nella preistoria Le cycas sono piante dall’aspetto palmiforme evolute oltre duecento milioni di anni fa. La apparente somiglianza di...
Piante tropicali: la Dieffenbachia cure e malattie
La Dieffenbachia è una pianta d’appartamento di origine tropicale molto nota, e sicuramente apprezzata. E’ caratterizzata da foglie di grandi dimensio...
La potatura dell’edera: come contenerne la crescita per regolare la forma
L’edera è una pianta di tipo sempreverde, rustica, rampicante, dall’aspetto cespuglioso molto comune, tra le poche provenienti anche dal continente Eu...
Sicurezza al primo posto anche quando si lavora in giardino
Le statistiche affermano che l’ambiente domestico è ricco di pericoli, ciò lo conferma anche il numero sempre più alto di incidenti domestici. Diventa...
Fioritura autunnale: la Sternbergia Lutea
Normalmente si scambia la Stambergia Lutea con il Crotus. La somiglianza è talmente tanta che la Stambergia Lutea viene spesso individuata con il sopr...
Cosa fare a Gennaio: gestire le piante in casa e sul terrazzo
Durante i mesi invernali orto e giardino hanno sicuramente bisogno di meno cure, ma per gli amanti delle piante i piccoli lavori da sbrigare non si fe...
Echium fastuosum, pianta resistente al clima secco e dalla splendida fioritura
L’ Echium fastuosum è una bellissima pianta perenne e sempreverde, appartenente alla famiglia delle Borraginacee. Questa pianta è originaria dell’isol...
I parassiti degli agrumi: dagli afidi alle mosche bianche alle cocciniglie, consigli per il controll...
Gli agrumi sono tra le specie di piante più diffuse nei piccoli frutteti e nei giardini delle regioni Mediterranee. Oltre che per la produzione dei fr...


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!