Il LIMONE LUNARIO: la pianta ideale per la fioritura invernale

Il limone lunario è una pianta ormai considerata italiana a tutti gli effetti, di natura sempreverde.

Proprio per questo è ideale la sua presenza anche in inverno, perchè fiorisce e genera i suoi frutti durante tutto l’anno.

coltivare limone

Il limone Lunario è detto anche limone delle 4 stagioni

La pianta è abbastanza grande, non ha spine ed è molto frondosa; inoltre è molto produttiva.

Il limone lunario può essere una pianta decorativa anche sul balcone, anche perchè i suoi fiori sono delicatamente bianchi mentre i suoi frutti sono giallo intenso, un classico del limone.

Il frutto è assolutamente commestibile è di pezzatura abbastanza elevata.

La stessa pianta può generare frutti di differente dimensione, a seconda della stagione fruttifera.

Solitamente è utilizzato per la produzione di spremute, gelati, sorbetti, liquori e molto altro.

E’ quindi possibile decidere di farla crescere nella propria abitazione sfruttandola per tutto l’anno anche nell’ambito della cucina casalinga.

Origini del Limone Lunario

Il limone del lunario è originario dell’India e dell’Indocina. Grazie all’invasione degli arabi è arrivata nel mediterraneo diventando un frutto conterraneo.

Il suo nome deriva dalla sua fioritura, che si dice fiorire con la luna nuova. Inoltre viene anche chiamato “il limone delle quattro stagioni” proprio per il fatto che è possibile assaporare i suoi frutti durante tutto l’arco dell’anno.

Coltivare il Limone Lunario in vaso

Se si decide di acquistare questa pianta, occorre sapere che le sue dimensioni variano abbastanza durante la sua crescita.

limone lunario

I frutti del limone lunario

Sarà quindi necessario, pensare ad una serie di rinvasi che permettano alla pianta di far crescere liberamente le sue radici, senza farle soffocare.

Essendo una pianta ornamentale, può essere collocata all’interno di un vaso ed esposta sul balcone.

Solitamente la raccolta dei frutti avviene intorno a maggio e giugno, ma essendo la pianta delle quattro stagioni, vi troverete ad effettuare la raccolta più volte.

limone lunario in vaso

Il limone lunario può esssere coltivato in vaso

La pianta del limone è comunque sensibile alle eccessive escursioni termiche, è quindi consigliabile scegliere un ambiente climatica abbastanza mite; nelle zone con freddo secco, la presenza di una protezione, magari attraverso una serra, vi garantirà il successo per la sua crescita naturale.

Il suolo ottimale per far crescere la pianta del limone del lunario è profondo e ben drenato.

Bisogna evitare i ristagni d’acqua che provocano marciscenze gravi per la vita della pianta.

Il terreno deve essere ben concimato e il suolo non deve essere nè eccessivamente calcareo, nèe argilloso.

Il frutto potrà essere raccolto anche verde, in quanto continua a maturare anche quando è stato colto.

La potatura del “limone delle quattro stagioni”

Il limone come ogni pianta prevede un minimo di potatura.

Questa deve essere fatta solo durante il periodo estivo (ideale a metà luglio).

La potatura deve avvenire alleggerendo la chioma dell’albero in modo da togliere i rami ormai secchi e rotti.

I rami lunghi che non hanno generato alcun frutto devono essere eliminati.

La potatura deve comunque essere effettuata soprattutto nella zona periferica della pianta, in modo da rinvigorirne la crescita e la resistenza.

Mai essere eccessivi perchè si potrebbe ottenere l’effetto opposto, cioè l’indebolimento dell’intera pianta del limone lunario.

L’irrigazione

La pianta del limone, come ho già accennato prima, non ama avere ristagni d’acqua, ma allo stesso tempo non sopporta in alcun modo la siccità.

il limone delle quattro stagioni

Per questo motivo è necessario effettura una costante irrigazione equilibrata, prevedendo l’uso di un’acqua leggera, mantenendo bassa la presenza di sodio, cloro e boro che potrebbero danneggiare la fioritura e la generazione del frutto.

La pianta del limone del lunario vi inebrierà del suo profumo il balcone durante tutto l’anno, alternando la presenza del fiore a quello del frutto, non rendendosi mai sgradevole.

Inoltre oltre al profumo, i frutti, essendo commestibili ed essenziali in molte ricette, vi potranno anche essere utili in casa.

In periodi come questi, dove il colore predominante è il grigio, la presenza di un colore caldo come il giallo, sicuramente vi rallegrerà le giornate.

La Viola: una pianta ideale per aiuole e bordure
Le viole sono ricomprese tra le piante biennali più comuni. Ne esistono circa 500 specie. Queste piante sono utilizzate per dar vita ad aiuole, giardi...
Acari e Insetti nocivi nelle serre
La coltura delle piante ornamentali in ambiente protetto è sempre più diffusa sia nell’ambito del florovivaismo professionistico che per chi, a livell...
Coltivare le fragole anche come piante ornamentali
Le piante di fragole sono molto longeve, si riproducono mediante divisione degli stoloni radicali, o in alternativa con propaggine degli stessi. Quest...
Fiori d’Agosto: attenzione all’esposizione delle piante
Se non vi siete preoccupati di piantare nessuna specie nel periodo primaverile in modo da avere una rigogliosa fioritura estiva, se avete sempre riman...
Duranta Repens: una novità sui toni dell'azzurro
La Duranta Repens è una pianta arbustiva appartenente alla famiglia delle Verbenacee. Questo esemplare è presente sul mercato da appena tre anni; il s...
Le piante in casa: fertilizzazione e trattamenti fitosanitari
Normalmente le piante da appartamento riescono a crescere al meglio se si soddisfano i loro bisogni di acqua, luce e terra; ogni pianta ha poi necessi...
Le Orchidee selvatiche del genere Ophrys: fiori che assomigliano a insetti
Il genere Ophrys appartiene alle orchidacee e comprende circa un centinaio di specie di origine europea. La maggior parte di queste specie è distri...
La Rosa Rugosa, coltivare d'inverno.
Tra gli esemplari di piante da seminare con il freddo vi consigliamo la Rosa Rugosa, si tratta di una pianta cespugliosa di particolare bellezza, in g...


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.