Il LIMONE LUNARIO: la pianta ideale per la fioritura invernale

Il limone lunario è una pianta ormai considerata italiana a tutti gli effetti, di natura sempreverde.

Proprio per questo è ideale la sua presenza anche in inverno, perchè fiorisce e genera i suoi frutti durante tutto l’anno.

coltivare limone

Il limone Lunario è detto anche limone delle 4 stagioni

La pianta è abbastanza grande, non ha spine ed è molto frondosa; inoltre è molto produttiva.

Il limone lunario può essere una pianta decorativa anche sul balcone, anche perchè i suoi fiori sono delicatamente bianchi mentre i suoi frutti sono giallo intenso, un classico del limone.

Il frutto è assolutamente commestibile è di pezzatura abbastanza elevata.

La stessa pianta può generare frutti di differente dimensione, a seconda della stagione fruttifera.

Solitamente è utilizzato per la produzione di spremute, gelati, sorbetti, liquori e molto altro.

E’ quindi possibile decidere di farla crescere nella propria abitazione sfruttandola per tutto l’anno anche nell’ambito della cucina casalinga.

Origini del Limone Lunario

Il limone del lunario è originario dell’India e dell’Indocina. Grazie all’invasione degli arabi è arrivata nel mediterraneo diventando un frutto conterraneo.

Il suo nome deriva dalla sua fioritura, che si dice fiorire con la luna nuova. Inoltre viene anche chiamato “il limone delle quattro stagioni” proprio per il fatto che è possibile assaporare i suoi frutti durante tutto l’arco dell’anno.

Coltivare il Limone Lunario in vaso

Se si decide di acquistare questa pianta, occorre sapere che le sue dimensioni variano abbastanza durante la sua crescita.

limone lunario

I frutti del limone lunario

Sarà quindi necessario, pensare ad una serie di rinvasi che permettano alla pianta di far crescere liberamente le sue radici, senza farle soffocare.

Essendo una pianta ornamentale, può essere collocata all’interno di un vaso ed esposta sul balcone.

Solitamente la raccolta dei frutti avviene intorno a maggio e giugno, ma essendo la pianta delle quattro stagioni, vi troverete ad effettuare la raccolta più volte.

limone lunario in vaso

Il limone lunario può esssere coltivato in vaso

La pianta del limone è comunque sensibile alle eccessive escursioni termiche, è quindi consigliabile scegliere un ambiente climatica abbastanza mite; nelle zone con freddo secco, la presenza di una protezione, magari attraverso una serra, vi garantirà il successo per la sua crescita naturale.

Il suolo ottimale per far crescere la pianta del limone del lunario è profondo e ben drenato.

Bisogna evitare i ristagni d’acqua che provocano marciscenze gravi per la vita della pianta.

Il terreno deve essere ben concimato e il suolo non deve essere nè eccessivamente calcareo, nèe argilloso.

Il frutto potrà essere raccolto anche verde, in quanto continua a maturare anche quando è stato colto.

La potatura del “limone delle quattro stagioni”

Il limone come ogni pianta prevede un minimo di potatura.

Questa deve essere fatta solo durante il periodo estivo (ideale a metà luglio).

La potatura deve avvenire alleggerendo la chioma dell’albero in modo da togliere i rami ormai secchi e rotti.

I rami lunghi che non hanno generato alcun frutto devono essere eliminati.

La potatura deve comunque essere effettuata soprattutto nella zona periferica della pianta, in modo da rinvigorirne la crescita e la resistenza.

Mai essere eccessivi perchè si potrebbe ottenere l’effetto opposto, cioè l’indebolimento dell’intera pianta del limone lunario.

L’irrigazione

La pianta del limone, come ho già accennato prima, non ama avere ristagni d’acqua, ma allo stesso tempo non sopporta in alcun modo la siccità.

il limone delle quattro stagioni

Per questo motivo è necessario effettura una costante irrigazione equilibrata, prevedendo l’uso di un’acqua leggera, mantenendo bassa la presenza di sodio, cloro e boro che potrebbero danneggiare la fioritura e la generazione del frutto.

La pianta del limone del lunario vi inebrierà del suo profumo il balcone durante tutto l’anno, alternando la presenza del fiore a quello del frutto, non rendendosi mai sgradevole.

Inoltre oltre al profumo, i frutti, essendo commestibili ed essenziali in molte ricette, vi potranno anche essere utili in casa.

In periodi come questi, dove il colore predominante è il grigio, la presenza di un colore caldo come il giallo, sicuramente vi rallegrerà le giornate.

L’Hippeastrum, meglio conosciuto come Amaryllis: cura della pianta e curiosità
Come abbiamo precedentemente esposto l’hippeastrum può essere coltivato sia all’aperto che al chiuso. I bulbi conservati in questa maniera produrranno...
Seguire il calendario lunario di giugno 2011
Nel mese di giugno tutta la Natura è in piena attività: giardini e balconi sono rigogliosi, ma sta per arrivare il caldo. In questo mese è molto impo...
La Delosperma: semplice da coltivare anche in vaso
La repentina diffusione della Delosperma va sicuramente attribuita ad un particolare esemplare di ibrido: Delosperma dyeri “Red Mountain”. Questo part...
La potatura dell’edera: come contenerne la crescita per regolare la forma
L’edera è una pianta di tipo sempreverde, rustica, rampicante, dall’aspetto cespuglioso molto comune, tra le poche provenienti anche dal continente Eu...
Quando scegliere il decespugliatore a benzina
Se il vostro giardino ha una conformazione a più livelli, oppure non è completamente pianeggiante, o ancora se esistono dei punti difficilmente raggiu...
E’ tempo di piantare un nuovo albero in giardino
L’estate sta volgendo al termine e l’autunno, con le sue temperature miti e il terreno ancora tiepido dalla stagione appena trascorsa, è il periodo ot...
L’eleganza delle palme da appartamento
Le palme sono piante dall’enorme valore ornamentale, è molto difficile trovare altri esemplari di pari bellezza ed eleganza. L’elemento decorativo si ...
Cos’è la pacciamatura e a cosa serve
L’inverno è un momento complicato per l’orto e per il giardino, è molto importante tenere sotto controllo la salute delle piante. La pacciamatura è un...


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.