Anche le piante ne soffrono: sindrome da stress da rientro (in casa)

E’ possibile prevenire

Ci sono alcuni accorgimenti che è possibile seguire per minimizzare e prevenire i danni da stress da rientro. Senza dubbio è necessario innaffiare costantemente le piante per tutto il periodo estivo. Inoltre si deve concimare con regolarità, utilizzando prodotti specifici indicati per piante

Fatsia japonica

Fatsia japonica

da interno, si consiglia di usarli ogni 2 – 3 settimane circa.

Un altro elemento importante da non sottovalutare è la lotta ai parassiti: oltre a prevenirne al comparsa è importante eliminarli tempestivamente se la pianta ne viene attaccata. Un attacco parassitario causa sempre un indebolimento complessivo dell’esemplare, che rischierebbe di indebolirsi maggiormente una volta rientrato in appartamento.

Vi consigliamo di spostare le piante prima dell’accensione dei termosifoni, in questo modo gli esemplari avranno modo di acclimatarsi e di non subire un pesante shock termico. E’ opportuno cercare di collocare, almeno per un periodo di tempo limitato, le piante in un luogo dove le caratteristiche climatiche – ma soprattutto l’illuminazione – siano il più simile possibile alla condizione esterna. Passato questo periodo di adattamento, solitamente di due o tre settimane, potrete tranquillamente spostare le piante nel luogo prestabilito.

I rimedi per la sindrome da stress

Nonostante le cure è possibile che le piante risentano comunque dello spostamento. Se queste iniziano a mostrare sintomi di indebolimento purtroppo il danno è fatto: si deve correre ai ripari.

In questa fase delicata è opportuno sottoporre la pianta ad interventi mirati in grado di farle superare il difficile periodo nel migliore dei modi. Bisogna sottolineare che la ripresa da parte delle piante d’appartamento è sempre piuttosto lunga a difficoltosa, non stupitevi se non assisterete

Ficus benjamina

Ficus benjamina

ad una piena e completa ripresa vegetativa.

Tra gli interventi utili a migliorare le condizioni delle piante d’appartamento segnaliamo:

  • Potatura dei rami che hanno perso parte del fogliame, sarà utile ad una successiva ripresa vegetativa.
  • Cimare gli apici di tutti i rami privi di foglie.
  • Nebulizzazioni frequenti delle chiome in modo tale da aumentare il tasso di umidità, ciò stimolerà anche la comparsa di nuovo fogliame.
  • Per quanto riguarda la concimazione utilizzare metà del dosaggio consigliato, servirà per non debilitare maggiormente gli esemplari. Scegliere principalmente prodotti a base azotata.

Impatiens o fior di vetro: seminato a Marzo fiorisce fino all’inverno
L’impatiens è una pianta economica e molto semplice da coltivare. Ideale sia su balconi esposti a nord che in giardini parzialmente in ombra questa pi...
Anthemis maritima o camomilla maritima, come coltivarla in giardino
La camomilla maritima, in termine tecnico scientifico, Anthemis maritima, è una piante selvatica erbacea che cresce in modo spontaneo in alcune zo...
Le tecniche di propagazione delle piante
Esistono diverse tecniche efficaci per riprodurre con facilità le piante. Tra le più comuni abbiamo margotta e talea; alcune di queste si possono effe...
Il giardino all’inglese
Il giardino rappresenta da sempre un elemento importante nella vita dell’uomo. A seconda delle epoche e dei periodi storici l’aspetto del giardino ha ...
Creare un giardino particolare e d'effetto scegliendo piante dal fogliame metallizzato
Le piante dia riflessi metallici non sono tra le più comuni, attualmente sono però molto utilizzate nei giardini e nelle composizioni verdi. Utilizzat...
I kaki: preziosi frutti autunnali
I kaki sono originari della Cina, anche se vedono il loro maggior successo in Giappone, dove la diffusione è ormai radicata nel tempo. Il frutto di q...
Piante aromatiche non solo in cucina: dalla cosmesi all’uso ornamentale
Le piante aromatiche sono tra gli esemplari che, se coltivati a dovere, possono avere molteplici usi differenti. Normalmente si utilizzano con frequen...
Bulbose anche in inverno
Avrete forse fatto caso che le bulbose sono sempre più presenti nei negozi di fiori e nei garden center già a partire dal mese di novembre. Si tratta ...

1 2 3



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.


Molti ci stanno seguendo con passione!
Aiutaci anche tu a diffondere la cultura e la passione per il verde

Condividi GPF su FACEBOOK

Grazie per il Tuo sostegno!!